Pagine



MI PRENDERO' CURA DI TUTTI I TUOI SOGNI


TU NON MI BASTI MAI - Lucio Dalla







Vorrei essere il vestito che porterai
il rossetto che userai
vorrei sognarti come non ti ho sognato mai
ti incontro per strada e divento triste
perchè poi penso che te ne andrai.
Vorrei essere l'acqua della doccia che fai
le lenzuola del letto dove dormirai
l'hamburger di sabato sera che mangerai...
che mangerai
vorrei essere il motore della tua macchina
così di colpo mi accenderai.
Tu tu non mi basti mai
davvero non mi basti mai
tu tu dolce terra mia
dove non sono stato mai.
Debbo parlarti come non faccio mai
voglio sognarti come non ti sogno mai
essere l'anello che porterai
la spiaggia dove camminerai
lo specchio che ti guarda se lo guarderai...
lo guarderai
vorrei essere l'uccello che accarezzerai
e dalle tue mani non volerei mai.
Vorrei esser la tomba quando morirai
e dove abiterai
il cielo sotto il quale dormirai
così non ci lasceremo mai
neanche se muoio e lo sai.
Tu tu non mi basti mai
davvero non mi basti mai
io io io ci provo sai
non mi dimenticare mai





SENZA FINE - Lucio Dalla & Ornella Vanoni






Tu per me sei luna e stelle
tu per me sei tutto quanto










#AMOREPERSEMPRE 41




Ogni volta che batte, sento il mio cuore chiamarti, ed anche è per questo che soffro di tachicardia, infatti, visto che ti ostini a non sentirmi, lui ti chiama ancora più forte...



#AMOREPERSEMPRE 40



È tuo ogni mio istante

#AMOREPERSEMPRE 39



Se solo ti fermassi un attimo ad ascoltare le stelle del cielo, conosceresti la più dolce delle storie d'amore, quella che ogni notte io scrivo per te 


#AMOREPERSEMPRE 38



Ogni minuto che mi dedichi è per me come  una briciola d'eterno che mi viene regalata


  

#AMOREPERSEMPRE 37



Se certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano, io da qui non mi muovo...

L'OMBRA






L'ombra non fa compagnia, è solo la proiezione di qualcuno, ma non lo rappresenta, ne delinea soltanto i contorni;

L'ombra non può parlare, non si può esprimere e quando abbiamo l'impressione che l'abbia fatto, resta solo una nostra impressione;

L'ombra vive nella luce e di essa si nutre, ma fa ciò soltanto per esserne la negazione, una macchia di buio in pieno sole;

L'ombra trasforma la realtà, non la esprime, non la rappresenta, deforma i contorni, proiettandoli su una parete, negativa tra i positivi;

L' ombra è personale, anche se non ha personalità, perché priva per propria natura di qualsiasi espressione;

L'ombra è come un guitto muto, silenziosa mutazione di ogni corpo di cui si ciba, di cui scimmiotta ogni movenza, ogni movimento, senza nulla aggiungere e nulla togliere a chi la proietta;

L'ombra esiste, anche se spesso non ce ne rendiamo conto, corollario quotidiano, spesso superfluo, di ogni nostro istante;

L'ombra ci è affianco, ci anticipa, ci segue, non ha una sua direzione, orpello che meccanicamente copia ogni nostro sussulto, come un naturale replay istantaneo.

L'ombra è spessa, come il buio che abbiamo dentro di noi. Quello stesso buio che a volte ci sorprende e che da libero sfogo alla parte più cupa e torbida, che abbiamo da sempre nascosto a chiunque altro al mondo, perché siamo sempre riusciti a dominarla, ma mai definitivamente a domarla, ed è in quell'istante, quando si mostra ogni nostro difetto, che le tenebre dell'anima  inquietantemente prendono il sopravvento e l'ombra diventa la nostra stessa natura e tutto di noi è negativo, anche quello che dovrebbe essere un dolce pensiero.



E' POESIA






Mi sono sempre chiesto se esiste un momento preciso in cui si diventa poeti? Quando la sensibilità che alberga dentro di noi trova la sua strada, prendendo quella via che parte dal cuore e arriva sino all'anima di chi ci circonda, emozionandolo? E poi, è poesia solo quando scriviamo qualcosa di nuovo, oppure, come nel caso della foto che campeggia su questo post, utilizziamo al momento giusto, le parole perfette per regalare un brivido? 

Parto con lo spiegare la foto, come si capisce è una cartolina, ed è messa in bella evidenza, insieme ad altre frasi, sulla parete della cameretta di un bimbo di 7 anni, l'ha 'spedita'  la sua fidanzatina, coetanea. Lui, da par suo, per quel che ne so io, ha già scritto in precedenza pensieri per lei.
Non c'è ovviamente bisogno di essere dei profondi conoscitori della musica italiana, per sapere che quello è un passaggio di una canzone di Tiziano Ferro, quindi qualcosa di già edito, ma così scritta, con il candore e l'innocenza di una bambina, insieme a tutte le altre frasi, per me è poesia pura, ancor di più di quanto non lo sia stata quando l'ha vissuta e scritta il suo autore, se è possibile.
Qual'è la frase che non si legge bene?


vorrei donare il tuo sorriso alla luna perché
di notte chi la guarda possa pensare a te
per ricordarti che il mio amore è importante



E allora, dopo averla letta, seppure è il verso di una canzone,  vien facile pensare che si è poeti sin da piccoli? Secondo me si, è possibile, basta saper emozionare, anche perché in questi giorni ho ascoltato la canzone 'il regalo mio più grande' e mi ha emozionato come non mai.

Onore alla piccola A. 



Però a questo punto la domanda ritorna li dove si è formata o meglio ancora da dove nasce, da un pensiero di jk di cui oggi ricorre l'anniversario della morte.


se la poesia non nasce con la stessa naturalezza delle foglie sugli alberi
è meglio che non nasca neppure


E quindi, anche in questo caso, rifacendosi ad un grande, anzi in questo caso ad un immenso, la risposta vien da se, non si è mai poeti e lo si è sempre, ben sapendo che non esiste chi ha per sempre il dono di spingersi oltre le soglie delle emozioni che proviamo, ma consci che esistono persone, che con il loro modo di esprimersi, sanno come devastare la nostra anima e non importa se hanno 7, 20 o 50 anni, l'importante è che dentro di sé hanno quella scintilla in grado di bruciare nei cuori di chi è in grado di saper ardere. 



Certo che me ne pongo di domande strane e senza risposte in questo periodo della mia vita.....












#AMOREPERSEMPRE 38



Ovunque ci sei tu



ANCORA - Mina







E anche incontrassi un angelo dire

NON MI FAI VOLARE IN ALTO QUANTO LEI







STRANGERS IN THE NIGHTS - Mina







qualcosa nel mio cuore
mi ha detto che dovevo averti.....





TU SI NA COS GRANDE - Mina






dill ca me vuò bene
comm'ie voglie bene
A TE










#AMOREPERSEMPRE 37




E se proprio ti avanzano 5 minuti, vedi se riesci a dedicarmeli, perchè comunque sia, io ti aspetterò per tutta la vita.




#AMOREPERSEMPRE 36



Sei il dolore che lancina il mio cuore, la sola medicina in grado di guarigione. 

MASSIMO TROISI - Scene





Alcune delle scene più belle dei film di Massimo Troisi.







MASSIMO TROISI - Dovete capire il napoletano





Ascoltate questo pezzo, è stupendo...





#AMOREPERSEMPRE 35




Altro che 50 sfumature di grigio, quando mi sorridi mi sento sommerso da infinite sfumature di arcobaleno



#AMORESENZAFINE 34



Amare più di così? È impossibile, anche se io ci proverò lo stesso...


#AMOREPERSEMPRE 33



Il cuore è quasi fermo, il respiro si fa pesante, nulla mi emoziona come avere per me anche una sola delle tue attenzioni;





#AMOREPERSEMPRE 32



Seduto in mezzo alla notte, invoco ogni stella del cielo, perchè tu possa capire che sei al centro di ogni mio desiderio. 





#AMOREPERSEMPRE 31



Sei la gioia, lo stupore, la felicità che veste di nuovo ogni mio giorno.



L'AMORE?







Lo so che ragionarci intorno oggi, che è il giorno di carnevale, può sembrare una sciocchezza ancor più grande del solito, ma stamattina mi è venuta così e mi sono fatto una delle domande più inutili che ci si può porre, "che cos'è l'amore?"

Inutile, superflua, vana, eccessiva, perché non ho mai capito a cosa possa portare chiedersi che cos'è un sentimento. ho sempre pensato che la domanda stessa non serve a nulla, non porta a nulla, non ha alcun senso, è in pratica una inutile perdita di tempo.

E' come chiedersi perché ci piace il dolce o il salato? Perché ci piace un'auto invece di un'altra? Perché  rosso e non verde? A che serve porsi queste domande? A niente, perchè la verità è che noi siamo così come siamo e non possiamo farci nulla e quindi non ha senso nemmeno cercare di capire l'amore, molto semplicemente bisognerebbe avere la forza di viverlo e basta.

Perché d'altronde noi siamo la somma delle esperienze che abbiamo vissuto, concentrate e sparse all'interno del nostro carattere, mescolate con quello che è il nostro quotidiano e tutto ciò fa di noi l'essere che è capace di perdersi per una voce, che morirebbe per due labbra e che a volte potrebbe aver vissuto una vita intera, solo per aver avuto la possibilità di condividere una tazza di caffè, ma solo con quella persona e non con un'altra e tutto ciò non so come ci potrebbe portare a capire il senso dell'amore, senza nello stesso snaturarlo?

E poi è inutile nasconderselo, l'amore è fatto di così tante varianti e innumerevoli variabili che non è detto che debbano tutte portare nella stessa direzione, anzi non è assolutamente detto che ciò che è stato schematicamente imposto dalla consuetudini, come amore, lo sia per davvero per tutti e questo perché la consuetudine non è altro che la massificazione di un qualcosa, ma questo non è un concetto che si può e non si deve applicare ai sentimenti, perché noi non siamo massa, noi siamo io più tu più chiunque mi legge e chi non lo fa, noi è concetto composto da infinite singole unità che formano una folla, ma restando ognuno diverso dagli altri e comunque sia siamo destinati a vivere una vita soltanto e a questo punto dovremmo capire che davanti alla possibilità di viverlo questo benedetto amore, non dovremmo perdere tempo per cercare di capirlo a prescindere, ne tantomeno porci delle domande, no questo benedetto sentimento dovremmo solo provare a viverlo, comunque esso si presenti.

Ecco, forse oggi ho esagerato, non tanto con la profondità dei miei pensieri, che nulla hanno di profondo, ma con l'argomento trattato, che sembra uno scherzo, ma che in fondo in fondo, è capace di condizionare esistenze intere, disposte a sacrificarsi sull'altare di un singolo bacio.







#AMOREPERSEMPRE 30



In questo mondo, dove ieri è solo un fastidioso ricordo, la mia sola certezza è che tu sei in ogni mio oggi, sarai in tutti i miei domani, sei il mio solo possibile persempre 



#AMOREPERSEMPRE 29





Vorrei seguire lentamente con un dito il profilo del tuo volto, mentre la tua voce mi schiude le porte del paradiso e così perdermi di nuovo in quell'immenso felice fatto di un tempo, dove tutto intorno è in movimento, ma io sono immobile di fronte a te e ti amo.




SEI NELL'ANIMA - Gianna Nannini






sei nell'anima
e li ti lascio per sempre
sospesa immobile
fermo immagine
un segno che non passa mai




#AMOREPERSEMPRE 28





#AMOREPERSEMPRE 27



Perchè quando al mattino mi sveglio, voglio continuare ad avere sulle mie labbra il tuo sorriso, per il resto dei miei giorni.



#AMOREPERSEMPRE 26



Perché se è vero che ogni mio giorno ti appartiene, ogni notte è perfetta, solo se tu sei l'assoluta protagonista dei miei sogni. 


#AMOREPERSEMPRE S. Valentino 5



Io sono pazzo di te



#AMOREPERSEMPRE San Valentino 4






ò ssaje comme fa ò core
a me, a me
quann' s'è annamurato
.




#AMOREPERSEMPRE San Valentino 3





Mai mai
il tempo passerà

mai mai
il tempo vincerà



#AMOREPERSEMPRE S. Valentino 2



Se l'amore è amore, tu sei il mio solo amore



#AMOREPERSEMPRE S. Valentino 1




E poi assaporare con la punta delle labbra, il piacere che solo la tua pelle sa emanare, dopo che ogni tuo più intimo desiderio è stato soddisfatto e in quel momento, con la sola forza che ti è rimasta in corpo, potrai solamente restare immobile a percorrere le vie del piacere infinito, che riuscirò a farti percorrere.



#AMOREPERSEMPRE 25



Siamo come due calamite destinate ad attrarsi, fino a quando non si incontreranno, persempre



#AMOREPERSEMPRE 24




Per quanto tempo ti amerò? Credimi, per tutto quello che mi concederai e anche oltre



ANDROID CHORUS





Pubblicato il giorno del mio compleanno, come poteva essere diversamente?



#AMOREPERSEMPRE 23



Vorrei essere il tuo buongiorno, sussurrato in un orecchio, per ogni tuo risveglio



#AMOREPERSEMPRE 22



È vero, il destino ci ha fatti nascere altrove, è vero il destino ci ha fatto incontrare tardi, è vero il destino ci separa continuamente, ma è anche vero che il nostro appuntamento con l'inevitabile destino, fatto di occhi negli occhi,  ti resta solo da fissarlo. 



IL SOGNO - John Donne






Per nessun altro, amore, avrei spezzato questo beato sogno.
 Buon tema per la ragione, troppo forte per la fantasia. 

Sei stata saggia a svegliarmi. 
E tuttavia tu non spezzi il mio sogno, lo prolunghi. 

Tu così vera che pensarti basta per fare veri i sogni e storia le favole. 
Entra tra queste braccia. 

Se ti sembrò più giusto per me non sognare tutto il sogno, ora viviamo il resto. 
Come un lampo o un bagliore di candela i tuoi occhi, non già il rumore, mi destarono. 

Così (poichè tu ami il vero) io ti credetti sulle prime un angelo. 
Ma quando vidi che mi vedevi in cuore, che conoscevi i miei pensieri meglio di un angelo, quando interpretasti il sogno, sapendo che la troppa gioia mi avrebbe destato e venisti, devo confessare che sarebbe stato sacrilegio crederti altro da te. 

Il venire, il restare ti rivelò: tu sola. 
Ma ora che ti allontani dubito che tu non sia più tu. 

Debole quell’amore di cui più forte è la paura, e non è tutto spirito limpido e valoroso se è misto di timore, di pudore, di onore. 

Forse, come le torce sono prima accese e poi spente, così tu fai con me. 
Venisti per accendermi, vai per venire. 

E io sognerò nuovamente quella speranza, ma per non morire.











NEWS - Paese civile







Per leggere la notizia clicca qui


Come possiamo ritenerci un paese civile, se c'è ancora qualcuno, uomo, donna o bambino, che muore perchè non c'è posto in ospedale?

Spesso mi vergogno di essere italiano, questa è una di quelle occasioni e mi verrebbe voglia di farlo al contrario il viaggio dall'Africa alla Sicilia



300






Se uno ci pensa dice:

"Per la maggior parte erano mussulmani"

"Molti potevano essere fondamentalisti e quindi pericolosi per gli altri e per me"

"Sarebbero venuti qui a rubare risorse economiche, che avremmo dovuto assisterli"

"Me li sarei ritrovati ad un semaforo a vendermi fazzoletti"

"Andavano di sicuro ad alimentare la mano d'opera della malavita"

"Sai quante prostitute c'erano tra di loro?"

"E se uno di quelli apparteneva all'ISIS e avesse fatto poi una strage?"


E....... 


Oh, sapete che c'è'? Io non ragiono così, per me quelli erano solo 300 poveri cristi che sono morti per un sogno, per inseguire la speranza di una vita migliore, probabilmente tanti di loro avevano solo il desiderio di continuare a vivere un'esistenza senza più stenti e miseria, ed invece hanno trovato una morte orribile, orrenda, vergognosa, ed è per questo che ripeto pubblicamente




L'eterno riposo

dona a loro o signore

splenda ad essi la luce perpetua

riposino in pace

amen





Ah, sia ben chiaro, non me ne frega niente se il vostro pensiero è aderente ad uno dei virgolettati, in questo caso anche io sono razzista. Si, nei vostri confronti.





IL POSTO






Viaggio nel tempo verso di te,
verso i tuoi sguardi, i tuoi occhi,
i tuoi baci, le tue labbra,
il tuo cuore, il tuo amore.



E camminerò scalzo
fino a quel giorno in cui mi troverai,
ed allora mi fermerò in un cantuccio ad aspettare,
finché capirai e scoprirai all'improvviso,
che il vento ti ha sempre parlato di me
della mia struggente passione, dei miei sogni,
quelli che sin da piccola mi hai rubato
e che hai solo custodito fino ad allora,
nell’attesa di esaudirli.



E in quel preciso istante la luna si farà liquida
il cielo si fonderà con il mare,
ed il freddo non sarà mai più ruggine,
lì, nelle distese infinite di mare,
dove gli amanti hanno saputo pazientemente attendere
che l’illusione si facesse strada,
ed il loro errabondo vagabondare giungesse finalmente ad una meta
il posto,
 lo stesso che io avevo appena trovato,
te,
l'amore.




#AMOREPERSEMPRE 21




Il solo regalo che voglio da te è la tua serenità.



VECCHIO






Sei vecchio quando ti viene ceduto spontaneamente il posto e ti viene da chiederti perché l’unico ragazzino educato della sua generazione ti è capitato tra i piedi;

Sei vecchio quando ti arriva addosso un super santos e invece di provare a stopparlo, palleggiare e rinviarlo, hai l’istinto omicida di chi vuole solo bucarlo quel pallone arancione;

Sei vecchio quando ti manca comunque sia la voglia di fare le scale e ti ricordi con un pizzico di magone di quando le facevi correndo, una volta;

Sei vecchio quando inizi a trovare scandaloso quello che fanno i ventenni  e sia ben chiaro, non stupido, ma scandaloso;

Sei vecchio quando certi desideri si confondono con la memoria e la memoria è scolpita in un passato remoto, perché ormai sei troppo vecchio anche per attirare l’attenzione di una donna in crisi di astinenza;

Sei vecchio quando inizi ad essere ossessivamente ripetitivo e non te ne accorgi, che dici sempre le stesse cose, che ti ripeti, che insisti, che parli a ripetizione, che sembri un disco incantato, che sei tutto un loop, che dici sempre le stesse cose, che ti ripeti, che insisti, che parli a ripetizione, che sembri un disco incantato....

Sei vecchio quando perdi il tempo dei riflessi, quello con il quale coglievi sempre lo sguardo interessato, il tempo per una battuta felice e a volte anche un pò birbante;

Sei vecchio non quando i tuoi capelli sono bianchi, ma quando non sei più pronto ad accettare i cambiamenti;

Sei vecchio quando ti mettono spalle al muro e non hai la forza la mentale di reagire;

Sei vecchio se ti ricordi carosello, Zucchero arrivare ultimo al festival di Sanremo, Bernacca, Belfagor e la cittadella in TV;

Sei vecchio quando la ragazzina che fa la pubblicità dell’intimo Roberta potrebbe essere tuo nipote e non più la Hunziker, che qualche colpa sulle tue diottrie mancanti ce l’ha, o se ce l’ha;

Sei vecchio se non sei in grado di accettare l'età che cambia e il fisico che si adegua, quel corpo che spesso non ti chiede di fermarti, ma soltanto di rallentare e tu sei sordo alla cosa;

Sei vecchio quando le commesse non ti sorridono più con malizia, ma per assecondarti nella vendita;

Sei vecchio quando la memoria fa cilecca e vuoi scrivere qualcosa...... boh, non mi ricordo mica più quello che volevo dire;

Sei vecchio quando la cassiera al supermercato non ci litiga con te, perché è la figlia di quella che c'era una volta e questa invece ha solo compassione per la mamma e per te;

Sei vecchio quando i ricordi sopravanzano le speranze e i desideri;

Sei vecchio quando inizi a pensare alla morte, non più come ad un'evenienza, ma bensì come ad un ineluttabile certezza;

Sei vecchio quando i soli pensieri sporchi che riesci a fare, riguardano il bucato che non ti viene bene;

Ma soprattutto sei vecchio dal giorno in cui inizi a chiederti "ma sarò mica vecchio?" e fai un giochino scemo per individuare i sintomi della vecchiaia e ti calzano tutti a pennello;














PER ME






Grazie



#AMOREPERSEMPRE 20



Tutto ciò che è inciso nel tuo cuore, mi emoziona sempre


#AMOREPERSEMPRE 19




Sei la sola possibilità che ho di contemplare un noi nella mia vita



LA PERFEZIONE







Il fondo della barca non era certo il posto più comodo dove si fossero mai amati in quella ancor giovane e intensa storia d’amore, ma sicuramente era quello che gli stava regalando quelle emozioni che mai più avrebbero osato sperare di vivere, in quel tempo della vita in cui di solito tutto è comodo e scontato, anche se, ad onor del vero, della loro favola tutto si poteva dire, tranne che fosse mai stata comoda o scontata.

Si erano cercati nel tempo fino a quando poi si erano incontrati nel bel mezzo delle loro vite, salvo poi perdersi solo per quella mancanza di coraggio che contraddistingue spesso chi deve scegliere tra la certezza di una noiosa e tranquilla routine o la possibile, ma incerta felicità degli amanti immortali. Ed anche quando le distanze tra i loro corpi si era fatta di colpo pesante, ciò che univa i loro cuori in maniera inestricabile, aveva fatto si che le loro strade non si fossero mai divise per davvero.
Cosa poi li avesse riuniti o solo fatto decidere di provarci, questo nessuno dei due ancora lo aveva davvero mai compreso. Erano certi però che era bastato un minuto, uno solo, quello vissuto dopo il loro primo bacio, per comprendere che il destino delle loro labbra era quello di fondersi in un eterno persempre. Il momento più dolce di quello che era stato un appuntamento con la vita, sin troppe volte rinviato, ed ora subliminato nell’immenso infinito.

Un appuntamento, un bacio e le certezze di una vita che si sbriciolano immediatamente, svaniscono nei ricordi e si fanno passato remoto. Tutto da quel momento in poi era stato un semplice susseguirsi ininterrotto di felicità e desiderio, senza nessun limiti alla fantasia, se non l'umanamente impossibile.  Due quarantenni che vivono la passione con la foga di due adolescenti,  ma con la consapevolezza dell'altro, che solo l’esperienza di vita può regalare, capace di esaltare all'ennesima potenza anche ogni loro singola carezza. Tutte le delusioni del passato erano ricordo, solo la fiducia incondizionata in quello che si stava sviluppando, era la sola forza che percepivano, in ogni singolo istante vissuto insieme. Si vivevano, senza remore, senza pudori e paura, solo amore

Però quella notte era davvero magica sin oltre ogni più spudorato dei sogni, lì, in quella barca, al buio di una notte senza luna, dove la sola intermittenza di un faro lontano regala sprazzi di luce, tutto si era scritto nel tempo, come quelle melodie irripetibili, figlie di artisti stato di grazia. Niente avrebbe mai potuto cancellare dal grande libro delle storie d’amore, quella favolosa cavalcata sul bianco destriero chiamato Amore e che stavano facendo abbracciati, come un solo essere, un solo corpo, una sola entità.

Armonia assoluta, quei corpi che divinamente disegnavano nel buio l'amplesso perfetto, dove tutto è vissuto per rendere compiuto anche un singolo gemito, con le labbra capaci di scoprire fragranze sempre diverse, in ogni singolo millimetro di pelle e le stelle, quelle poche presenti in cielo, altro non potevano che invidiare la bellezza di quanto stava accadendo, perché seppure loro stesse erano luce e perfezione, mai avrebbero raggiunto un tale grado di sublime equilibrio, tra passione ed eros.
E in quel momento, mentre dentro di loro si stava facendo largo la consapevolezza che nessun sogno al mondo poteva essere più dolce di quello che stavano vivendo, si ritrovarono a guardarsi negli occhi, i respiri sospesi, come se anche loro fossero di troppo e la voglia di restare immobile per l’eternità, così, fermi, a godersi quell’istante arrivato forse troppo tardi, anche se non è mai davvero troppo tardi, quando si è certi di avere finalmente di fronte l’amorepersempre.

Quel momento era tutto ciò per cui erano nati, la perfezione della perfezione, null’altro al mondo, niente valeva la pena di continuare a vivere, o forse si, la speranza, che come l’istante prima, si fossero sbagliati e che ancora una volta potevano riscrivere la storia, spingendosi ancora un po’ oltre quel punto che per gli altri era il coronamento di una fantasia, mentre per loro era solo una tappa, verso il prossimo traguardo.





#AMOREPERSEMPRE 18



I tuoi sorrisi vestono di arcobaleno ogni mia giornata.