Pagine



MI PRENDERO' CURA DI TUTTI I TUOI SOGNI


LA PERFEZIONE







Il fondo della barca non era certo il posto più comodo dove si fossero mai amati in quella ancor giovane e intensa storia d’amore, ma sicuramente era quello che gli stava regalando quelle emozioni che mai più avrebbero osato sperare di vivere, in quel tempo della vita in cui di solito tutto è comodo e scontato, anche se, ad onor del vero, della loro favola tutto si poteva dire, tranne che fosse mai stata comoda o scontata.

Si erano cercati nel tempo fino a quando poi si erano incontrati nel bel mezzo delle loro vite, salvo poi perdersi solo per quella mancanza di coraggio che contraddistingue spesso chi deve scegliere tra la certezza di una noiosa e tranquilla routine o la possibile, ma incerta felicità degli amanti immortali. Ed anche quando le distanze tra i loro corpi si era fatta di colpo pesante, ciò che univa i loro cuori in maniera inestricabile, aveva fatto si che le loro strade non si fossero mai divise per davvero.
Cosa poi li avesse riuniti o solo fatto decidere di provarci, questo nessuno dei due ancora lo aveva davvero mai compreso. Erano certi però che era bastato un minuto, uno solo, quello vissuto dopo il loro primo bacio, per comprendere che il destino delle loro labbra era quello di fondersi in un eterno persempre. Il momento più dolce di quello che era stato un appuntamento con la vita, sin troppe volte rinviato, ed ora subliminato nell’immenso infinito.

Un appuntamento, un bacio e le certezze di una vita che si sbriciolano immediatamente, svaniscono nei ricordi e si fanno passato remoto. Tutto da quel momento in poi era stato un semplice susseguirsi ininterrotto di felicità e desiderio, senza nessun limiti alla fantasia, se non l'umanamente impossibile.  Due quarantenni che vivono la passione con la foga di due adolescenti,  ma con la consapevolezza dell'altro, che solo l’esperienza di vita può regalare, capace di esaltare all'ennesima potenza anche ogni loro singola carezza. Tutte le delusioni del passato erano ricordo, solo la fiducia incondizionata in quello che si stava sviluppando, era la sola forza che percepivano, in ogni singolo istante vissuto insieme. Si vivevano, senza remore, senza pudori e paura, solo amore

Però quella notte era davvero magica sin oltre ogni più spudorato dei sogni, lì, in quella barca, al buio di una notte senza luna, dove la sola intermittenza di un faro lontano regala sprazzi di luce, tutto si era scritto nel tempo, come quelle melodie irripetibili, figlie di artisti stato di grazia. Niente avrebbe mai potuto cancellare dal grande libro delle storie d’amore, quella favolosa cavalcata sul bianco destriero chiamato Amore e che stavano facendo abbracciati, come un solo essere, un solo corpo, una sola entità.

Armonia assoluta, quei corpi che divinamente disegnavano nel buio l'amplesso perfetto, dove tutto è vissuto per rendere compiuto anche un singolo gemito, con le labbra capaci di scoprire fragranze sempre diverse, in ogni singolo millimetro di pelle e le stelle, quelle poche presenti in cielo, altro non potevano che invidiare la bellezza di quanto stava accadendo, perché seppure loro stesse erano luce e perfezione, mai avrebbero raggiunto un tale grado di sublime equilibrio, tra passione ed eros.
E in quel momento, mentre dentro di loro si stava facendo largo la consapevolezza che nessun sogno al mondo poteva essere più dolce di quello che stavano vivendo, si ritrovarono a guardarsi negli occhi, i respiri sospesi, come se anche loro fossero di troppo e la voglia di restare immobile per l’eternità, così, fermi, a godersi quell’istante arrivato forse troppo tardi, anche se non è mai davvero troppo tardi, quando si è certi di avere finalmente di fronte l’amorepersempre.

Quel momento era tutto ciò per cui erano nati, la perfezione della perfezione, null’altro al mondo, niente valeva la pena di continuare a vivere, o forse si, la speranza, che come l’istante prima, si fossero sbagliati e che ancora una volta potevano riscrivere la storia, spingendosi ancora un po’ oltre quel punto che per gli altri era il coronamento di una fantasia, mentre per loro era solo una tappa, verso il prossimo traguardo.





Nessun commento:

Posta un commento

Non saranno pubblicati:

* messaggi non inerenti al post
* messaggi totalmente anonimi (cioè senza nome e cognome o pseudonimo)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee


Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio (potete rispondere in calce al commento a cui volete fare riferimento)
Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.