Pagine



MI PRENDERO' CURA DI TUTTI I TUOI SOGNI


ACROSTICO - Auguri





Fare gli auguri, in maniera originale, per l'inizio del nuovo anno,
Era diventata per me un'ossessione.
La testa si era fatta pesante a furia di pensarci,
Il cuore mi batteva all'impazzata al solo pensiero.
Cosa potevo mai escogitare? Cosa potevo inventare?
E
cco, adesso si che sono davvero a corto di idee.


Ah, come vorrei essere come sempre banale.
Non so cosa darei per non essermi creato questo problema,
Non so proprio da dove cominciare.
O
forse si? Idea e se ci riuscissi a......


Non lo so, è davvero difficile,
Uno come me che si cimenta con un acrostico?
Ora davvero non so cosa darei per essere bravo a giocare con le parole,
Voglio l'ispirazione, voglio un aiuto, voglio un vocabolario.
Onestamente penso che basti, mi fermo e vi porgo il mio augurio di un



FELICE ANNO NUOVO




FOTOGRAFICO GUARDIANO 2010 - Dicembre

LETTERA A GESU' BAMBINO - 23 Dicembre



Come posso sintetizzare il dicembre 2010 del blog? Record, ecco solo così posso farvi capire. Incredibilmente tanta gente si è affacciata qui sull'isola, per poi farci anche ritorno, al momento siamo ben oltre i 6.000 contatti mensili, di cui 447 solo il primo di dicembre. Per darvi un'idea, il primo anno di vita di questo blog sono stati contati nei 12 mesi 10.500 contatti.
Probabilmente non merito tanto affetto, ma di sicuro condivido il piacere di tutti questi incontri con tutti voi che siete residenti dell'isola.
Voglio a tutti voi un mondo di bene.


Dicembre 2010 clicca qui



1 DICEMBRE - 1 Dicembre




INTERROGATIVI - 10 Dicembre



APRI LA PORTA - 2 Dicembre




DORMIENTE - 28 Dicembre



SAKINEH NON DEVE MORIRE



HOME PAGE clicca qui

FOTOGRAFICO GUARDIANO 2010 - Novembre

MIA - 19 Novembre



Qui la memoria è fresca, superfluo quindi segnalare questo o quel post, devo dire che anche per le foto non ho avuto tantissima difficoltà, queste sono decisamente le più belle tra quelle relative ai singoli post. Ovviamente sono fuori concorso quelle della serie FOTOGRAFICO, lì devono per forza piacermi enormemente, altrimenti non ha senso inserirle.


Novembre 2010 clicca qui



DAFNE E SAMUELE - 25 Novembre




INFERNO E PARADISO - 15 Novembre




SABATO POMERIGGIO - 16 Novembre





TRENTA - 23 Novembre




SAKINEH NON DEVE MORIRE



HOME PAGE clicca qui

FOTOGRAFICO GUARDIANO 2010 - Ottobre

PECORELLA - 25 Ottobre



Oddio, qui non sapevo come fare, quale foto meritava di essere la prima? Questo mese di ottobre ho pubblicato talmente tante cose di cui vado orgoglioso e corredate poi da fotografie altrettanto belle, che non sapevo proprio quale scegliere.
Ho messo quella che riguarda pecorella di Lucio Dalla, perché insieme a Futura dello stesso autore, per me LA CANZONE.
Sono molto orgoglioso anche di ottobre, ho scritto degli scarabocchi degni di nota e sono venute fuori due o tre poesie che rilette adesso mi chiedo come ho fatto a scriverle io? Merita una una rilettura attenta, lo farò.

Ottobre 2010 clicca qui


INVITO A CENA - 12 Ottobre




BUONANOTTE AMORE - 22 Ottobre




SENZA DI TE - 11 Ottobre




INTROSPEZIONE La morte - 1 Ottobre




SAKINEH NON DEVE MORIRE



HOME PAGE clicca qui

DUE ZERO UNO ZERO







L'anno volge al termine, pochissime sono le ore che ci separano dal 2011 e come sempre questo dovrebbe tempo di verifiche, ma per quest'anno ho deciso di passare la mano.
Si sono succedute così tante cose in questi 363 giorni che abbiamo archiviato, che decidere adesso se sono state buone o cattive non renderebbe loro giustizia, fosse anche solo per il fatto che si riverseranno molte di esse anche negli anni a venire. No, oggi non mi va di capire com'è stato il 2010, lo farò a mente fredda. Come un assassino tornerò sul luogo del delitto e deciderò se è stato buono o cattivo per me, per l'uomo.

Il guardiano invece, la parte di me che è conosciuta come tale, oltre agli auguri che vi porrò domani in maniera speciale (se ci riesco, al momento sono in alto mare) sente la necessità, l'obbligo, il piacere di ringraziare un pò tutti quelli che su quest'isola hanno stanziato durante l'anno che sta terminando.

Un grazie va a MG che è testata d'angolo di tutto quello che vedete. Se non ci fosse stata lei non ci sarebbe semplicemente il blog, mi auguro che un pò le piaccia tutto ciò.

Un grazie va a Pina, a Eyesgreen e a Angie. Da quel che ricordo e sono certo di non sbagliare, anche loro, come me, sono qui dal primo giorno. Mi fanno compagnia e con il loro affetto, grazie ai loro stimoli e i loro sproni, ho superarto le tante crisi che ho avuto in questi due anni.

Un grazie va a Grazia, che mi segue con un'incredibile costanza quotidiana. E' certificata la sua presenza come la più assidua sul blog, eccezion fatta per la mia ovviamente.

Un grazie a Elena, ad Eileen, ad Anna, a Giovanna e a tutti coloro che hanno scelto di non essere più qui quotidianamente sul blog. Nessuno potrà mai accontentare tutti e se per riuscirci bisogna snaturarsi, questa cosa non fa per me, rimango orgogliosamente lo stesso di sempre di sempre, ma almeno sono io e non un finto avatar.

Un grazie va a Mariantonietta, alla bimba, a Lilly, a Laura, a Marco, a Teresa, a Rosa, a Francesco, a Paola e a tutti gli amici che mi raggiungono tramite Facebook. Non prendetevela se non vi ho nominati tutti, lo so che non siete tantissimi, ma per scrivere tutti i vostri nomi e ringraziarvi uno ad uno ci voleva un altro post.

Un grazie particolare va a I am, Laura (istinto materno) e Nonnina. Hanno compreso che lo spirito vero di questo blog si fonda sul dialogo e si permea sulla discussione. Quando possono mi lasciano spunti per nuove riflessioni, su punti di vista diversi dai miei. Sono sempre graditissimi.

Un grazie alle 2G. Fosse solo per le consumazioni gratis di questi ultimi mesi glielo dovrei comunque, ma sono molto più obbligato verso di loro che per delle semplici colazioni a scrocco.

E infine mi riservo un qualche grazie anonimo e riservato. Non tutto può o dev'essere pubblico, ma non per questo posso esimermi dal rivolgere i miei omaggi a chi mi vuole bene.

Senza tutti voi e di sicuro qualcuno in più che ho dimenticato (rinco giovanile, perdonatemi), dicevo senza tutti voi quest'anno non sarebbe stato per il blog e per il guardiano STRAORDINARIO, fosse solo per il fatto che avete resa viva quest'isola e parte non solo della mia, ma della NOSTRA vita.


SAKINEH NON DEVE MORIRE


HOME PAGE clicca qui

FOTOGRAFICO GUARDIANO 2010 - Settembre

PATTO D'AMORE - 23 Settembre


Settembre di quest'anno è stato un altro spartiacque, è nata la quotidianeità delle pubblicazioni qui su questo blog, prima nei giorni festivi e poi nei mesi che lo hanno seguito anche con appuntamenti fissi nei giorni feriali.
A volte la cosa mi è pesata un pò, perchè non sempre si hanno delle cose intelligenti o stupide da dire e quindi nasceva l'imbarazzo del "che scrivo oggi?". Poi man mano ci ho preso gusto, ho cercato di domare o forse solo imbrigliare il cavallo pazzo che dentro di me corre libero per le praterie dell'ispirazione e i risultati sono il blog come si presenta oggi agli occhi di tutti, escludendo ovviamente questi giorni di festa.

Ovviamente aumentando i post, aumentano le foto e ho scoperto che sono legato a molte di esse, quasi quanto lo sono ai post ed è sempre più complicata la scelta. Rimando quindi un pò tutti alla pagina che riassume l'intero mese, facilmente raggiungibile con il clicca qui che segue, sia per una migliore comprensione di questo contesto, sia per le altre foto, che meritano comunque un'occhiata.


Settembre 2010 clicca qui






INTROSPEZIONE Il lato oscuro - 28 Settembre





SAPORE DI MARE - 8 Settembre




INTROSPEZIONE La domanda - 30 Settembre




HO VOGLIA - 13 Settembre




SAKINEH NON DEVE MORIRE



HOME PAGE clicca qui


FOTOGRAFICO GUARDIANO 2010 - Agosto

IL CIELO NELLA NOSTRA STANZA - 20 Agosto



Ad agosto, chi mi ha seguito sa che ho messo on line solo ripubblicazioni, un pò come sto facendo la mattina presto per gli amici di facebook.
E' stata per me una scelta importante, quella di fermarmi e rileggere, capire cos'era stato il guardiano fino a quel momento e cosa doveva o poteva cambiare. Ho scoperto di aver scritto tante cose belle e soprattuto ho capito che dovevo darmi un metodo.
Ha ragione MG (come spesso accade), quando dice che devo portare un profondo rispetto a chi mi legge. Gli errori da quel momento in poi sono diminuiti, la scrittura è ancora più fluida, forse ho perso un pò di spontaneità, ma anche quella so come fare a recuperarla.
Anche agosto, con un solo post originale, ha prodotto dei buoni frutti per questo blog


Agosto 2010 clicca qui




SPECIAL DAY - 16 Agosto




EPILOGO - 31 Agosto




SALERNO - 27 Agosto





BESAME - 9 Agosto



SAKINEH NON DEVE MORIRE



HOME PAGE clicca qui


SOLE DI DICEMBRE




E' così rara una giornata di sole nell'ultima decade di dicembre, che sarebbe stata un'offesa a Giove pluvio non fermarmi un attimo, bearmi del dolce far nulla e godermi questo maestoso panorama. Certo la temperatura è piuttosto bassa quassù, ma ne avevo proprio bisogno.
Sentivo la necessità di aria buona, avevo bisogno di spaziare con lo sguardo senza ostacoli visivi, sentivo l'esigenza di qualcosa che fosse lontano dal mio mondo attuale e vicino alle tante cose che nel passato mi hanno emozionato.

La verità, così come mi piace immaginarla, è che la macchina si è come messa in moto da sola e sempre da sola mi ha portato fin qui disegnando in maniera perfetta i tornanti di questa strada di montagna. Probabilmente aveva capito che avevo bisogno di un buon caffè e di quella quiete assoluta che solo questa zona sa regalarmi.
E poi, una volta arrivato, iniziano i"dolci" problemi, perchè insieme alla fraterna accoglienza da parte delle 2G, arriva sempre una lavata di capo per il mancato uso del giubbino in pieno inverno, forse con temperature vicine allo 0 e la vecchiaia alle porte dovrei dar loro retta. Il problema è che le difficoltà non finiscono qui, ho praticamente esaurito i nascondigli per i 70 centesimi del caffè e non so più come fare a pagare, mi marcano stretto e non vogliono i miei soldi. E' sempre così da quando me ne sono andato, baci abbracci e consumazione gratis, per questo ci torno di rado, un pò mi metto vergogna, sembra quasi che vengo a scrocco.

Il vero spettacolo però, so già che mi aspetta all'esterno del bar. Pochi metri dopo aver iniziato il mio ritorno in città, sulla destra è ubicata una stupenda piazzetta e lì una tranquilla panchina mi attende accogliente.

Mi affacio, godo del panoramo e fantastico, infatti con gli occhi cerco luoghi che non conosco, immagino scene di vita che non mi appartengono e così magicamente, senza averla indotta, inizia quell'opera di rasserenamento di cui ho bisogno per tornare ad essere quello di sempre, ho magicamente capito.

Forse l'auto mi ha portato sin qui solo per gratificare il mio palato o chi lo sà, lei già sapeva che sarei stato meglio. I veri motivi che l'hanno guidata sin qui non li conosco, al momento so solo che ho iniziato a prendere coscienza di qual'è il mio malessere e la sua portata.
Adesso posso incominciare a cercare una soluzione e scovare così un rimedio.

Si, oggi pomeriggio ho iniziato a sentirmi meglio.


SAKINEH NON DEVE MORIRE


HOME PAGE clicca qui

FOTOGRAFICO GUARDIANO 2010 - Luglio

E' IL PENSIERO QUELLO CHE CONTA - 23 Luglio


E poi venne il mese in cui ebbe inizio questa bulimia da pubblicazione che ancora adesso mi porto dietro. Però, anche qui posso essere orgoglioso di tante delle cose che ho scritto e postato.
Farei quindi un torto a tutti i bei post non segnalati, se ne citassi solo alcuni. Evidenzio semplicemente ERO QUI, perchè è stato l'embrione di un'idea che si è poi sviluppata nei mesi a venire. Quello è stato il primo post monotematico fatto di sole foto, quella che attualmente è la serie chiamata forografico.


LUGLIO 2010 clicca qui



QUANDO NASCE ... - 3 Luglio




DICHIARAZIONE - 2 Luglio



SPIAGGE - 20 Luglio




SONETTO - 31 Luglio



SAKINEH NON DEVE MORIRE



HOME PAGE clicca qui


FOTOGRAFICO GUARDIANO 2010 - Giugno

RESPIRARE - 17 Giugno


Difficilmente mi sento completamente soddisfatto di quello che scrivo, non è solo la certezza di essere inadeguato come "scrittore" è anche la certezza di sapere che non riesco ad esprimermi bene, che non riesco a tirare fuori tutto quello che ho dentro. Beh, se devo essere sincero, questo è un mese che davvero mi ha soddisfatto.

Per fortuna che devo indicare solo delle foto con questi post, perchè se dovevo scegliere dei post avrei avuto delle difficoltà immense. Mi piace quasi tutto quello che ho scritto e come l'ho scritto. Mi sa che questi scarabocchi saranno oggetto di attenzione nella quotidiana ripubblicazione che faccio per i tipi di facebook.

Nulla da segnalare quindi, tutto da leggere (guardiano presuntuoso) :-)


Giugno 2010 clicca qui


ARCOBALENANDO - 23 Giugno




RIFLESSI DI VITA - 3 Giugno




PAROLE PAROLE PAROLE - 12 Giugno



RIMEMBRARE - 26 Giugno



SAKINEH NON DEVE MORIRE



HOME PAGE clicca qui


DORMIENTE




Il cervello è come avvolto da una sorta di gelatina bianca. Molliccia e appiccicosa, una barriera che non mi consente più di due pensieri sensati di fila e la banalità che già solitamente alberga nelle mie parole, adesso ne è diventata padrona.

Il fenomeno è però preoccupante perchè ha coinvolto anche qualcuno dei sensi.

La mia vista sembra osservare le cose che mi circondano, ma è come se vedessi lo schermo di un televisore dopo il suo passaggio al digitale terrestre, mi si parano davanti tanti puntini neri che si rincorrono su uno sfondo bianco e io mi sforzo ancora adesso di capire da dove devo iniziare a collegarli tra di loro e soprattuto una volta uniti tutti questi puntini, che immagine mi darà?
L'udito, quello invece è scollegato. Non riesco nemmeno più a sentire quello che mi dico da solo, figuriamoci gli altri.
Per il resto tutto nelle norma, sembra. Con tutti questi cenoni, se avessi perso anche il palato e l'olfatto, li potrei addurre come giusta causa per un suicidio.
Il tatto? Beh quello serve a poco già di suo, giusto il piacere di qualche carezza ai miei cari, quindi essendo già non pervenuto nella quotidianeità, non ho metri di paragone.

Insomma, la parte animalesca di me ha avuto ufficialmente il sopravvento e sono caduto in letargo.
Mi sento solo "virtualmente sveglio". E' come se fossi perso in una folla di zombie, ma nella realtà beatamente dormiente, con l'aggravante del fatto che sono conscio e questo mi fa sentire la testa e "il suo ripieno" terribilmente pesanti.

Forse è solo la stanchezza per un anno che è stato pieno di stravolgimenti. Alla fine di questo 2010 posso affermare che quasi tutte quelle che per me erano certezze lo scorso gennaio, adesso alla luce dei fatti, sono solo ricordi di un passato remoto e nulla più.
Forse è semplicemente l'aver preso coscienza che la nostra vita è come un tram. Ad ogni fermata salgono delle persone e ne scendono delle altre. Ed è sempre così, in un susseguirsi vorticoso di incontri. Qualcuno ogni tanto rimane a parlare con il conducente e allora ti affezioni, immagini ti possa capire, che voglia comprendere, che abbia voglia di condividere quel viaggio, ma è solo un'illusione, perché non solo vuole importi il suo stile di guida, ma anche la destinazione e allora sono io che cambio autobus e decidono di guidarne un altro.
Nessuno dovrebbe mai prevaricare gli altri, ne snaturarli, perché vuol dire non accettare il prossimo. Voler plasmare qualcuno a propria immagine e somiglianza è come giocare a fare Dio e io nella mia vita di altissimo ne accetto uno solo.

Rimane alla fine il fatto che mi sento come sospeso. Poche sono le circostanze che mi interessano realmente. Poche persone, forse solo qualcuna, ha realmente la mia attenzione e il fatto stesso che manchino, che ci siano per poco pochissimo tempo, mi fa beatamente immergere in questa condizione di cosciente quiescenza.

Probabilmente trascorrerò il prossimo fine settimana dormendo, almeno ritemprerò il fisico e darò ulteriore riposo a quella informa materia grigia che riempie la mia testa.
Ha davvero bisogno di una scossa, perché se non riesco nemmeno più a realizzare un acrostico semplice semplice, se non riesco a completare un sudoku di media difficoltà, vuol dire che sono alla frutta.

O solo in letargo in attesa di tempi migliori o forse solo diversi ...............



SAKINEH NON DEVE MORIRE


HOME PAGE clicca qui

FOTOGRAFICO GUARDIANO 2010 - Maggio

VETRI ROTTI - 29 Maggio



Maggio è stato il mese della lenta rinascita e già gli scritti iniziano a prendere una forma e una consistenza tale, che a distanza di tempo, che a distanza di emozioni e di esperienze, dopo tanto e tanto vissuto, beh ancora oggi sanno di vita vera.
Da qui in poi non ti segnalerò più nulla di specifico, sarebbe un torto enorme a tutti gli altri post.


Maggio 2010 clicca qui




DOLORI - 15 Maggio




GENITORE - 13 Maggio



ALBA - 8 Maggio




SOGNO DI LIBERTA' - 20 Maggio



SAKINEH NON DEVE MORIRE



HOME PAGE clicca qui

FOTOGRAFICO GUARDIANO 2010 - Aprile

LENTAMENTE MUORE - 22 Aprile


Aprile? Se devo sintetizzare, è stato il mese della discesa negli inferi profondi, nel buio più buio della mia parte oscura. Problemi con me stesso e con il prossimo, un momento nerissimo per il lavoro e tante altre vicissitudini.
Ripensandoci adesso, posso affermare che è stato la base di ciò che vivo in questi giorni e delle tantissime situazioni si stanno concatenando.

Com'è strana la vita, ti rendi conto dopo mesi e mesi di quanto un singolo evento possa cambiare il corso della storia e di quante strane coincidenze che poi si sviluppano grazie ad essa.

Meritano una scorsa anche i post A VOLTE SUCCEDE....., INUTILI PAROLE e PENSIERI SCIOLTI.


Aprile 2010 clicca qui




IRRIPETIBILE - 12 Aprile





LA VITA by Renegade - 19 Aprile





CARA - 7 Aprile




VOGLIA DI SOLITUDINE - 30 Aprile





SAKINEH NON DEVE MORIRE



HOME PAGE clicca qui

A NATALE NON PUOI



Ci sono vari modi per rovinarsi il Natale.

  • Confrontarlo con quelli che si è vissuti da piccoli e riempirsi di malinconia;
  • Perdersi in una folla di amici e parenti e nello stesso tempo desiderare di essere altrove, con un'altra persona, solo per vederla sorridere quando dici qualcosa di scemo;
  • Rimanere soli e sperare che le feste passino al più presto, perchè tanto non sai nemmeno cosa c' è da festeggiare.
  • Oppure vedere due o tre film, di quelli che ti sono vietati già di solito durante l'anno perchè li conosci addirittura meglio di chi li ha recitati, film che a Natale fanno anche più male dello stesso cenone.

Vi posto solo il finale di uno di queste pellicole di cui non sono riuscito a fare a meno, è quella che era visibile in chiaro ieri pomeriggio intorno alle 18.30, su Rai4.






Ti amo quando hai freddo e fuori ci sono trenta gradi.

Ti amo quando ci metti un’ora a ordinare un sandwich.

Amo la ruga che ti viene qui quando mi guardi come se fossi pazzo.

Mi piace, che dopo una giornata passata con te, sento ancora il tuo profumo sui miei golf e sono felice che tu sia l’ultima persona con cui chiacchiero prima di addormentarmi la sera.

E non è perché mi sento solo.

E non è perché è la notte di capodanno.

Sono venuto stasera, perché quando ti accorgi che vuoi passare il resto della vita con qualcuno, vuoi che il resto della vita cominci il più presto possibile!


E meno male che ieri era Santo Stefano e non il 31 dicembre..........



SAKINEH NON DEVE MORIRE



HOME PAGE clicca qui