Pagine



MI PRENDERO' CURA DI TUTTI I TUOI SOGNI


IMAGINING






Mi auguro, vi auguro, che la bellezza di questa sinfonia, sia devstantemente bella per voi, così come lo è stato per me.



BRICIOLE D'AMORE







Risuona nell'aria della musica che non sento,
mi parlo, ma non ho nessuna voglia di ascoltarmi,
tutto intorno e dentro di me è vuoto,
solitudine senza di te.


E pensare 
che vorrei colorare la notte con il tuo sorriso
e ritrovarti al mio fianco, 
ad ogni mio risveglio
così da essere certo che i miei sogni,
sono solo il prolungamento della felicità che mi regali.


E così
ritrovo le briciole di te, 
che ho disseminato in ogni mia poesia
e inseguo freneticamente queste labili traccie
nella speranza che mi conducano finalmente lì dove sei
per poterti fare mia almeno una volta,
la prima, 
per sempre.


RICCARDO COCCIANTE - Resta con me




Resta con me
Ascolta il tempo che si è addormentato
Ho chiuso gli occhi come un bambino
Da fuori il mondo che si è già fermato
E' solo un'ombra stesa sul cuscino

Da mille anni sto aspettando il tuo viso
Da troppo tempo cerco le tue mani
Da troppe notti sogno il tuo sorriso
Adesso dici finirà domani

Resta con me
Io ti condurrò per mano
A scoprire le parole di vetro
Che il vento scrive tra i giardini del nord
E non torna più indietro

Resta con me
Quando bussa alla porta
La notte con il suo martello nero
E il vento scricchiola attraverso i muri
Ci sembra quasi che frantumi il cielo

Resta con me
Per stupirmi ogni giorno
Per violentare le mie squallide notti
Notti perdute dentro a un'osteria,
Io e la mia poesia

Resta con me
La mia strana pazzia, indispensabile follia
Resta con me

Resta con me
Con i miei occhi così disperati
Arrossati da troppi uragani
Da troppo vino, da troppi amori
Senza speranza, senza mai domani

Resta con me
A cancellare le ingiurie
Che il tempo scrive sopra i nostri visi
Come graffiti di un metrò lontano
E beffeggiamo il giorno di sorrisi

Resta con me
A spiare cosa fa il rumore
Quando il silenzio lo scaccia lontano
E resta solo il tempo per l'amore
L'amore stretto qui nella mia mano

Resta con me
A tormentare anche il cielo
Che a volte sputa sulla mia poesia
E vende amore solo a borsa nera
Quando il sole va via

Resta con me
A guardare il mio cuore
Cadere a pezzi sopra il pavimento
Sembra una stella, una stella che muore
Sbriciolata dal vento

Resta con me
Ogni ora, ogni giorno
Fino alla fine del tempo e del mondo

Resta con me
Ogni ora, ogni giorno
Fino alla fine del tempo e del mondo
Resta con me






STAND BY ME





Stai con me
Quando cadrà la notte
e la terra sarà buia
e l'unica luce che vedremo sarà la luna
no, non avrò paura, non avrò paura
finché tu sarai con me, sarai con me

e cara, cara sta' con me, adesso adesso sta' con me
stai con me, stai con me

Se il cielo che noi guardiamo
dovesse crollare e cadere
e le montagne dovessero sbriciolarsi nel mare
non piangerò, non piangerò, non verserò una lacrima
finché tu sarai con me

e cara, cara stai con me, stai con me
stai con me, stai con me, stai con me

Ogniqualvolta sarai in difficoltà, starai con me?
oh adesso, adesso stai con me

o stai con me, stai con me, stai con me
cara, cara, stai con me, stai con me
oh stai con me, stai con me


DA ASCOLTARE CON IL CUORE





Dopo la scossa di ieri, che ha disastrato le stesse zone in cui questo film è ambientato, mi è arrivata la segnalazione di questo brano di Peppone e Don Camillo che non ricordavo più, ma che in questo momento credo sia perfetta.

Perchè quelle zone possano risorgere al più presto.


Grazie Piccolageisha per il link :-)




FABIO CONCATO - M'innamoro davvero






Mi sento strano davvero,
da un po' di tempo e' cosi':
succede sempre ogni volta che sei qui.
Tutto mi sembra migliore
capisco bene cos'e'
capisco che m'innamorero' di te.
Sei sempre il primo pensiero
e mi addormento con te
sembra un malanno ma e' buono come te
mi fa sentire leggero,
sorridi e stai con me,
"lo sai mi sto innamorando anch'io di te".
E vai che m'innamoro davvero
per troppi giorni, da quanti?
Quasi una vita a cercarti e adesso ti ho qui davanti e
vedrai, vedrai che di tempo ne avro', ne avrai
d'amore quanto vorrai perche' non basta mai.
E ci teniamo per mano
siamo in silenzio io e te
certo ch'e' buffo: sono teso piu' di te
ti sento tra le mie dita ed e' un piacere cosi'
in questo istante la vita e' tutta qui.
E vai che m'innamoro davvero
guardami che sono sincero
provo le stesse tue cose adesso: per me e' lo stesso e
vedrai, vedrai che di tempo ne avro', ne avrai
d'amore quanto vorrai e che non basti mai.
... E vedrai, vedrai che di tempo ne avro', ne avrai
d'amore quanto vorrai e che non basti mai.
Mi sento strano davvero,
da un po' di tempo e' cosi':
succede sempre ogni volta che sei qui




BESAME MUCHO





Sono molto legato a questa canzone e a ciò che nel passato è riuscita ad ispirarmi e seppure in quell'occasione, per scrivere quel post molto speciale, in sottofondo lasciavo andare volutamente una versione maschile, quella che da sempre è in ogni mio lettore MP3 è proprio questa di Diana Krall.

Mi piace questa canzone, in versione Jazz

Se poi qualcuno ha voglia di leggere o di  rileggere Besame  basta cliccare qui




29 MAGGIO 1985







La coppa che non abbiamo MAI VINTO, la coppa che non ho mai festeggiato, che per me non fa parte di nessun palmares.

In onore dei 39 caduti di quella sera di 27 anni fa



LE DICHIARAZIONI - Jerry Maguire






"Io ti amo, tu mi completi....."


"Smettila, mi avevi già convinto al ciao, mi avevi già convinta al ciao"


Se una dichiarazione serve per conquistare una donna che l'ami, questa è probabilmente fuori "tema" perchè per lui è un modo per riconquistarla, ma è di una tenerezza, di una bellezza che definire rara è dir poco.

Sono onesto, non amo moltissimo Tom Cruise, ma qui è stato bravo, ed è anche riuscito a recitarla questa scena, mica impresa da poco......







UN FOGLIO BIANCO








Il foglio bianco non l'ho mai visto come una maledizione, ho sempre avuto dentro di me, in tutti questi anni, la forza, la voglia, la fantasia e soprattutto la capacità di riempirlo con dei sogni fantastici o con splendidi scarabocchi che corispondevano al mio pensiero, forse banale, a volte stupido, ma pur sempre mio e quindi forte, vivo e vibrante, perché io sono così, intenso in ogni cosa che faccio, senza limiti, ne pudori, ed è in ciò che poi sostanzialmente si deve andare a ricercare la vera fortuna di questo blog. 

Oggi però non ho voglia di mettere giù nulla, è già qualche giorno che mi manca lo spunto, anzi no la necessità di scrivere ed è tutta colpa di un banale incidente capitatomi qualche giorno fa. Nulla di serio e niente che ha a che fare con la mia persona fisica, ma è pur sempre qualcosa che porta dietro di se tutta una serie di conseguenze che poi ti segnano dentro e che comunque sia , ti ricorderai per sempre.

Ho detto tutto ciò, non perché come potrebbe malignare più di qualcuno, sono qui ad invogliare degli incitamenti, ma solo per avvertirvi che troverete nelle prossime ore esclusivamente degli spunti per nuove letture o ascolti musicali.
Forse è meglio così per voi, probabilmente la qualità stessa del blog ne guadagnerà, però è anche giusto che io vi avvisi prima, perchè dentro di me spero sempre che qualcuno si approcci qui esclusivamente per me e le mie scempiaggini, senza sensibilità, parole ben scritte in italiano, ma vuote di profondità. Puro esercizio di stile, per farla breve.

A presto



Il Guardiano





STADIO - Le mie poesie per te





Mille notti senza te solo, un sogno e niente più
Mille giorni inutili come il vuoto dentro me
Più di mille poesie che ho scritto già per te
Svaniranno con me.
Mille storie che non ho avuto perchè tu
Sei un' ombra accanto a me e da qui non te ne vai
Come mille ferite quei ricordi dentro me
Fanno male lo sai?
E non è più amore qui senza di te
Ora ha un altro nome, sopravvivere
E tirare avanti detestandosi
E scontare i giorni senza un alibi per noi.

Mille volti intorno a me dentro cui cercare te
Mille volte come se... ti vedessi ridere
Più di mille poesie che ho scritto per te
Non le guardo perchè...
Sai non c' è più amore qui senza di te
Ora ha un altro nome, sopravvivere
E tirare avanti detestandomi
E scontare i giorni senza un alibi per noi.
Senza quell' amore qui vicino a me
Senza più il tuo nome da chiamare
Io non vado avanti, consumandomi
Sui mie fogli bianchi vuoti di poesie per te.

E non è più amore qui senza di te
Ora ha un altro nome, sopravvivere
E tirare avanti detestandomi
E scontare i giorni senza un alibi per noi.
Senza quell' amore qui vicino a me
Senza più il tuo nome da chiamare
Io non vado avanti, consumandomi
Sui mie fogli stanchi pieni di poesie
Per te.















STADIO - Parole nel vento





Dove sono adesso dimmi,quelle parole d'amore
dove sono quei baci e quel tuo modo d'amare
così disperato e dolce, tenue come la neve
così naturale in tutto, così violento e lieve.

E dove va a finire dimmi, l'amore quando non c'è più
se tu conosci il posto vado, magari vieni anche tu
che ci riprendiamo indietro, quello che abbiamo buttato, perchè non posso pensare, che è stato un sogno mancato, e che erano solo...

Parole nel vento un lampo un momento
un sogno di gloria, la nostra vittoria.
Su questo mare piatto di una vita tranquilla,
che noi non cercavamo, ma che poi ci attociglia.
Modella i pensieri, amore di ieri,
dove sei, dove sei.

E come sono adesso dimmi, come stanno le tue mani
sono lisce come allora, quando nel buio mi sfioravi.
Quando c'era da scoprire, ognio giorno qualcosa
quando mi dicevi senti, che buon profumo di rosa
ma forse erano solo...

Parole nel vento un lampo un momento
un sogno di gloria, la nostra vittoria.
Su questo mare piatto di una vita tranquilla,
che noi non cercavamo, ma che poi ci attorciglia.
Modella i pensiseri, amore di ieri,
dove sei, dove sei.





27 MAGGIO




Ovvio, banale, anche scontato, ma è il suo giorno e ci stava che la postassi e poi adoro questa sinfonia. Quindi buon ascolto







YIRUMA - Do you






Oggi mi affido a Yiruma e alla sua musica per toccare il cielo con un dito. Come sempre



EDOARDO BENNATO - Quando sarai grande




Il vuoto e poi
ti svegli e c'è
un mondo intero
intorno a te


Ti hanno iscritto
a un gioco grande
se non comprendi
se fai domande

Chi ti risponde
ti dice: è presto
quando sarai grande
allora saprai tutto...

Saprai perchè, saprai perchè
quando sarai grande
saprai perchè...

E allora osservi
gli altri giocare
è un gioco strano
devi imparare,

Devi stare zitto
solo ascoltare
devi leggere più libri
che puoi, devi studiare,

E' tutto scritto
catalogato
ogni segreto
ogni peccato

Saprai perchè, saprai perchè
quando sarai grande
saprai perchè...






LE DICHIARAZIONI - Forrest Gump





"Avrei tanto voluto essere lì con te"

"Tu c'eri"

Che bella dichiarazione d'amore. Ti avevo nel cuore, anche quando eri distante da me e non solo fisicamente, quando tutto ci teneva distanti, tu eri al mio fianco, anche quando tu non lo sapevi, eri lì con me, perchè io sono niente senza di te, non sono mai stato nulla senza di te e mai lo sarò.

Tu c'eri. Tu ci sei. Tu ci sarai.








LA FATA






Questa è tutta per un'amica di questo blog, che oggi subisce una piccola, ma delicata operazione e io non ho avuto modo ieri, di poterle dire a voce "In bocca al lupo, piccolageisha"




EDOARDO BENNATO - Un giorno credi




Un giorno credi di essere giusto
e di essere un grande uomo
in un altro ti svegli
e devi cominciare da zero

Situazioni che stancamente
si ripetono senza tempo
una musica per pochi amici
come tre anni fa

A questo punto non devi lasciare
qui la lotta è più dura, ma tu
se le prendi di santa ragione
insisti di più

Sei testardo, questo è sicuro
quindi ti puoi salvare ancora
metti tutta la forza che hai
nei tuoi fragili nervi

Quando ti alzi e ti senti distrutto
fatti forza e vai incontro al tuo giorno
non tornar sui tuoi soliti passi
basterebbe un istante

Mentre tu sei l'assurdo in persona
e ti vedi già vecchio e cadende
raccontare a tutta la gente
del suo falso incidente



PERCHE' IO SONO DIVERSO





Ma quando li colpisce la luce, sono miele puro...........




INNAMORATEVI




Voi non scrivete subito poesie d'amore che sono le più difficili
aspettate almeno una ottantina d'anni
scrivetele su un altro argomento
che ne so.....sul male su un termosifone sui treni in ritardo,
non esiste una cosa più poetica di un altra.
Avete capito la poesia non è fuori è dentro.
Cos'è la poesia non chiedermelo più,
guardati nello specchio la poesia sei tu.
E scrivetele bene le poesie cercate bene le parole,
dovete sciegliere,
a volte ci vogliono 8 mesi per trovare una parola,
sciegliete,
che la bellezza è cominciata quando qualcuno a cominciato a scielgliere.
Guardate Eva , sapete quanto ci ha messo Eva prima di sgliegliere la foglia di fico giusta?
o questa, questa o questa...ha spogliato tutti i fichi del paradiso terrestre..
INNAMORATEVI!!
Se non vi innamorate è tutto morto
vi dovete innamorare e diventa tutto vivo si muove tutto
DILAPIDATE LA GIOIA!!
INNAMORATEVI!!
Sperperate l'allegria,
siate tristi e taciturni con esuberanza
fate soffiare in faccia alla gente la felicità....
INNAMORATEVI!!
Questo è quello che dovete fare
per trasmettere la falicità bisogna essere felici
e per trasmettere il dolore bisogna essere felici.
Siate felici, per essere felici dovete patire
stare male soffrire non abbiate paura di soffrire
tutto il mondo soffre.
E se non avete i mezzi non vi preoccupate tanto per fare poesia una sola cosa vi serve
...tutto..
E non cercate la novità,
la novità è la cosa più vecchia che ci sia
e se il verso non vi viene da questa posizione
da questa da cosi..buttatevi in terra mettetevi cosi!!
è da distesi che si vede il cielo..guarda che bellezza..
perchè non mi si sono messo prima??
I poeti non guardano vedono..
Fatevi obbedire dalle parole..
INNAMORATEVI!!
Se non vi innamorate è tutto morto
vi dovete innamorare che diventa tutto vivo
si muove tutto..
DILAPIDATE LA GIOIA!!
iNNAMORATEVI!!
Sperperate l'allegria
siate tristi e taciturni con esuberanza
Fate soffiare in faccia alla gente la felicità
INNAMORATEVI!!
Questa è la bellezza
come quei versi la
che voglio che rimangano scritti li epr sempre..
....Forza cancellate tutto....


CHE COS' E' L'AMORE?









Poi la domanda che mai ti vorresti sentir rivolgere da nessuno al mondo, come per incanto ti si materializza davanti agli occhi


"Guardiano, che cos'è l'amore?"


E la cosa più normale, quella più naturale è chiedersi perché? Perché viene posta a me questa domanda? Cosa posso dire io di sensato sull'amore?
Ci sono persone che ci vivono su questa domanda, ci sono persone che hanno costruito le loro carriere di sociologi, di psicologi, di scrittori, cercando di spiegare che cos'è l'amore e io davvero non riesco a spiegarmi il perché è stata posta proprio a me questa domanda.

Cosa ne so io dell'amore? Io che non sono riuscito a tenermi una donna anche quando l'amavo alla follia e gliel'ho detto e gliel'ho scritto in tutti i modi. Cosa posso mai capirne io dell'amore? Se rimango sempre qui a scriverne e mai a praticarlo?

Perché l'amore è fatto di qualcosa che si vive e non che si spera. L'amore sono due esseri che si cercano, che si vogliono, che si distruggono per rinascere insieme e non sarà mai una rincorsa inutile ad un evento impossibile.
L'amore non è dolore, non è sofferenza, anche se la strada che poi porta ad esso potrebbe esserne lastricata, perché il sentimento di per se è gioia, è felicità, è l'essenza stessa della vita 

L'amore non è un gancio in mezzo al cielo, ma una carezza spontanea di primo mattino. E' un pensiero che ruota intorno alla stessa persona, che la blandisce, che l'accarezza, che la coccola e la vezzeggia. 
E' lei, ovunque sia

L'amore non è doversi spiegare, ma è cercare di capire facendolo senza nessuno sforzo. E' essere naturalmente affini, perché la senti dentro di te, anche se è lontana km e km. 

L'amore non è una formula magica o una regola matematica è semplicemente la voglia, anzi no, l'esigenza, che lei ci sia, anche se non può, perché tu la vuoi la desideri, la brami, ne hai la necessità fisica.
L'amore è lei e lo sarà per sempre, anche se non lo capisce, ma lo è, perché è nata per vivere con te e tu ne il suo naturale completa mento.

L'amore è follia, perché solo chi è pazzo può amare così, solo chi non è sano di mente può partire da tutto ciò ho scritto e iniziare a chiedersi per davvero


che cos'è l'amore?

Per poi scrivere qualche rigo, solo per darsi una risposta, solo per cercare di capire che quel qualcosa è per te irraggiungibile, perché di pazzi come te, sulla faccia della terra, non ce ne sono più e sei desolatamente destinato a rimanere solo.

Per fortuna dell'umanità








RENATO ZERO - Segreto amore






Tutti intorno ad un sorriso
ruota questa vita mia
stare sempre lì sospeso,
che pazzia.
La stanchezza non la sento,
ma ogni tanto
muoio un po',
lo vuoi pagare tu
il mio conto?
La prudenza mi ha salvato,
ma il sospetto ancora c'è,
strafelice d'aver dato
tutto me.
Quanta gente che ho incontrato
bella e brutta umanità
conta la qualità,
il modo con cui
si offre amore.
State lontani dalle mie finestre,
voi che inseguite
certe fantasie,
nella testa un pensiero solamente.
Per carità,
godetevi la vita, per carità.
Diffido di chi ostenta sicurezza,
chi è convinto d'amare
e invece, no.
La verità,
la tua, la mia,
basta che il cuore,
trovi casa sua.
Sono vivo per fortuna,
ma un cecchino è sempre là,
spero tanto trovi pace,
chi lo sa?
L'arroganza in fondo piace,
il rispetto invece no,
fuori la faccia tua,
ti sfido!
Ancora non hai visto niente,
i prodigi e le alchimie,
quanti viaggi ho ancora in mente,
quante idee
e l'amore è lì presente,
ogni istante che vivrò,
le botte che ho preso io,
per cambiare il destino
e tu dov'eri?
Grazie ma, se non voglio,
non mi spoglio
e quando accade, lo decido io,
ci metto la passione e l'intelletto
nel letto mio,
modestamente, un'artista son io.
Più passa il tempo
e più mi meraviglio,
gioisco quando c'è una novità,
"coltivati il tuo orto"
è il mio consiglio.
L'amore poi,
decide lui,
con chi dividere la vita, sua.
Vuoi sapere chi ha pagato il conto mio?
Io!



HOW DEEP IS YOUR LOVE





Conosco I tuoi occhi al sole del mattino
sento che mi tocchi sotto la pioggia torrenziale
e quando ti allontani da me
voglio sentirti ancora tra le mie braccia

tu vieni da me come una brezza d’estate
Mi riscaldi con il tuo amore e poi piano te ne vai
ed è a me che hai bisogno di dimostrarlo

Quanto profondo é il tuo amore?
Devo veramente impararlo
perché viviamo in un mondo di pazzi
che ci deprimono
quando loro ci dovrebbero lasciarci stare
noi apparteniamo a te e me

credo in te
Tu conosci la porta della mia anima
sei la mia luce nei miei momenti più oscuri
tu sei il mio salvatore quando cado
e forse non pensi
che mi prendo cura di te
quando sei triste
questo lo faccio veramente
ed è a me che hai bisogno di dimostrarlo

Quanto profondo é il tuo amore?
Devo veramente impararlo
perché viviamo in un mondo di pazzi
che ci deprimono
quando loro ci dovrebbero lasciarci stare
noi apparteniamo a te e me

Quanto profondo é il tuo amore?
Devo veramente impararlo
perché viviamo in un mondo di pazzi
che ci deprimono
quando loro ci dovrebbero lasciarci stare
noi apparteniamo a te e me

Quanto profondo é il tuo amore?





L'ORA BLU - Giobbe Covatta




A me Giobbe Covatta mi ha sempre, sempre, sempre fatto ridere, anche quando va fuori le righe, quando esagera, sempre mi ha fatto ridere.


Lo so, è una colpa, pazienza, però a me fa morire dal ridere e ve lo propongo qui



RITRATTO




Ho disegnato su una tela invisibile,
con tratto incerto, ma mano decisa
il tuo viso delicato,
perchè voglio che tu sia 
per sempre dentro di me.


Ho spazzato via quell'espressione triste,
che ti incupisce sempre il volto,
per renderlo prezioso,
con il sorriso più bello che mi hai regalato.


Ai tuoi splendidi occhi,
ho regalato quella sensibilità lieve
di cui non fai mai dono a nessuno,
ma che è viva in te.


Scie luminose per i tuoi capelli,
che come stelle brillanti nella notta buia,
impreziosiscono l'aria che li circonda.


Solo quando ho dovuto dare forma alle tue labbra,
uno scoglio insormontabile
mi si è posto davanti.


Hanno la stessa sostanza della mia passione,
la forma del mio desiderio
il fine ultimo di ogni mio sogno
e porta di accesso per il paradiso.
Impossibili da disegnare.


Fino a che non mi sono deciso
e le ho dipinte con un semplice
TI AMO




NEWS - Un muro alto alto alto



La notizia che vi propongo oggi, assomiglia tanto ad un vecchio sketch che vi aggiungo di seguito, solo che a me, quello che ho letto sul corriere, non mi fa ridere


Dal Corriere.it del  22 Maggio  2012


Per accedere alla lettura clicca qui 








Ricordo ai distratti, che tutti e tre gli attori che avete visto nello sketch sono napoletani veraci, mentre il pastore di cui sopra è solo un vero idiota



RENATO ZERO - Amico





Ma se, frugando, nella tua giacca, scoprissi che…
Dietro il portafoglio, un cuore, ancora, c'è!
Amico, cerca me!!



IL PENSIERO DI UN EROE




Alcune frasi simbolo, pronunciate da Giovanni Falcone in vita



Occorre compiere fino in fondo il proprio dovere, qualunque sia il sacrificio da sopportare, costi quel che costi, perché è in ciò che sta l'essenza della dignità umana.


L'importante non è stabilire se uno ha paura o meno, è saper convivere con la propria paura e non farsi condizionare dalla stessa.
Altrimenti non è più coraggio, è incoscienza!


La mafia non è affatto invincibile; è un fatto umano e come tutti i fatti umani ha un inizio e avrà anche una fine. Piuttosto, bisogna rendersi conto che si può vincere non pretendendo l'eroismo da inermi cittadini, ma impegnando in questa battaglia tutte le forze migliori delle istituzioni.


Chi tace e chi piega la testa muore ogni volta che lo fa, chi parla e chi cammina a testa alta muore una volta sola.


Avete chiuso cinque bocche, ne avete aperte 50 milioni



DISCORSO






Anche in questo caso, le parole hanno una valenza ancor più forte, perchè Borsellino, come tutti, sapeva di essere il prossimo sulla lista, di essere un uomo morto e quindi hanno una chiave di lettura che non era nemmeno tanto velata, ma lui non ha avuto paura di ribadire, anche in quel momento


CHE LA MAFIA E' UNA MERDA



LA MAFIA E' UNA MERDA






Lo spiego, per chi ancora non lo avesse capito, tutta la giornata di oggi su questo blog ruoterà intorno alla vergogna di Capaci e al suo ventesimo anniversario.
Scado nella banalità del ricordo, come potrà pensare qualcuno, ma preferisco non dimenticare invece di omettere, di piegarmi, di scappare, perché chi non lo urla a squarcia gola  "che la mafia è merda" non fa altro che dare voce a loro, ai mafiosi, ai camorristi a quelli che hanno ucciso Falcone prima e Borsellino poi.

Non era previsto che fosse così, non volevo "esagerare", ma non più tardi di ieri, quando mi sono sentito dire "io mia figlia, con la nave della legalità non ce l'avrei mandata" ho capito che la strada per battere la mafia è ancora lunga da percorrere, che loro non hanno ancora perso, perché finchè ci sarà gente che se la fa sotto dalla paura e altra che preferisce nascondere la testa sotto la sabbia, per non vedere, loro avranno ragione di esistere.

Ecco, a questi vigliacchi, codardi, gente senza rispetto, che casomai si permette anche di criticare lo stato perché non fa nulla io dico due cose.

La prima la mutuo da JFK che in un famoso discorso pronunciò la frase "non chiedetevi cosa può fare lo stato per voi, perché voi siete lo stato".

La seconda è che io, mia figlia, se fosse stata nell'età per poter andare, ce l'avrei mandata ben volentieri, perché quegli uomini morti a Capaci, sono ancora oggi e lo saranno per sempre dei martiri, degli eroi, persone che devono essere portate ad esempio, che non si sono nascoste e che hanno saputo dire ad alta voce, a costo della loro vita


CHE LA MAFIA E' UNA MERDA


INGINOCCHIATEVI




Questa scena commuovente, tragica, straziante, è anche parte di un film che la LA7 ha mandato in onda più volte nei giorni scorsi e che mi sono trovato sempre a rivedere. 

Non ce l'ho fatta a cambiare canale e non per morbosità o altro, ma perchè, secondo me, bisogna imprimersi bene in mente certi momenti, perchè altrimenti, davanti a quelle merde che sono i mafiosi, saremo noi a inginocchiarci e la mafia non può e non deve vincere, perchè Falcone, Borsellino, Dalla Chiesa e tutti sono degli altri, loro dei codardi.







PER NON DIMENTICARE










Venti anni fa, ma è come se fosse successo ora e allora non dimentichiamocelo mai e non abbiamo paura della mafia,della  camorra, della ndrangheta, perchè è solo merda.




SENSUALITA'





Siccome sono convinto che la sensualità ha una marcia in più, rispetto alla sessualità, che ne è solo la brutta copia sbiadita, vi propongo un video, dove senza nessuna volgarità, la bellezza femminile e le sue forme, si esaltano.

Solo le bestie si eccitano per un apparato riproduttivo in bella mostra , gli uomini dovrebbero avere una marcia in più, dovrebbero.......








TU SEI PER LA MIA MENTE



Tu sei per la mia mente

 

Tu sei per la mia mente, come cibo per la vita.
Come le piogge di primavera, sono per la terra.

E per goderti in pace, combatto la stessa guerra
che conduce un avaro, per accumular ricchezza.

Prima, orgoglioso di possedere e, subito dopo,
roso dal dubbio, che il tempo gli scippi il tesoro.

Prima, voglioso di restare solo con te,
poi, orgoglioso che il mondo veda il mio piacere.

Talvolta, sazio di banchettare del tuo sguardo,
subito dopo, affamato di una tua occhiata.

Non possiedo, né perseguo alcun piacere,
se non ciò che ho da te, o da te io posso avere.

Così ogni giorno, soffro di fame e sazietà,
di tutto ghiotto,
e d’ogni cosa privo.


William Sheakspeare











DELETE






Chiunque di voi, tra tutti quelli che adesso stanno leggendo questo post, in qualsiasi modo ci sia riuscito a farlo, tramite un pc, un tablet o qualsiasi altro apparecchio dotato di una connessione web, per potermi raggiungere ha dovuto digitare su una tastiera, perlomeno una volta, il link di questo mio spazio e chissà, quante volte, guardandola attentamente quella tastiera, gli è venuta la voglia di dire: 
 "Eccolo lì, il tasto CANC, quanto sarebbe bello poter premerlo adesso e spazzare via dalla mia vita quel ricordo, quel momento, quella persona".  

Se solo ci pensate un attimo, ad averne realmente l'opportunità, la tentazione di pigiare quel freddo modulo di plastica sarebbe davvero fortissima per ognuno di noi. Un clic e tutto ciò che ci da fastidio viene spazzato via in meno di un secondo, nessun ricordo infelice, nessun rimpianto, niente di niente. Sarebbe un modo fantastico per poter vivere la vita perfetta, fatta solo di emozioni e sensazioni piacevoli in un mondo che sarebbe secondo solo al paradiso terrestre.
Che noia.

Certo, hai letto bene, che noia, perché in un mondo governato dal CANC noi stessi saremmo noiosi, monotoni e senza la capacità di provare a regalarci un sussulto, un'emozione diversa, per paura di essere spazzati via. Robot e non uomini ecco a cosa ci ridurremmo, incapaci di provare a cadere e senza nessuna voglia di rialzarci dopo una caduta, perché la stessa non avrebbe più senso, sarebbe già stata cancellata.

E ragionandoci su ancora un po', è facile capire che nulla avrebbe più senso così come lo intendiamo adesso, perché noi siamo la somma e il riassunto del nostro vissuto, cancellandolo anche solo in una minima parte saremmo diversi e non è mica detto che saremmo migliori e poi chi ce lo dice che non verremmo a nostra volta bannati da qualcun altro solo per un incomprensione o un disguido. Basterebbe un attimo e dopo un secondo solo, quella che pensavamo una persona importante ci ha già spazzato via dalla sua vita, senza un motivo o un perché, solo per quello che noi riteniamo un banale disguido.

Ecco, io voglio essere sicuro, certo, convinto, che le persone che mi hanno fatto del male, le ho messe a cuccia perché se lo meritano, perché non sono affini al mio modo di essere e non lo voglio assolutamente dimenticare, perché se lo facessi potrei incappare nello stesso identico errore, con qualcun altro e commettere una volta uno sbaglio ci sta, ma la seconda sarebbe davvero stupido.

Se esistesse quel tasto, devo essere onesto, come tutti quanti sarei tentato ad usarlo e non sto qui a  negarlo, ma ritengo pure che quel clic avrebbe un senso solo dopo aver subito qualcosa di realmente molto grave e penso che al momento, niente e nessuno è stato degno del mio odio, il disprezzo si, ma l'odio non ancora.
Perché di persone che mi hanno ferito gratuitamente, lì fuori, ce ne sono davvero tante, ma nessuna ha raggiunto il livello che io definisco odio, perché per me è l'equivalente opposto dell'amore e siccome so cos'è bene sino a che punto sono in grado di provare quel sentimento, so anche bene che nessuno ha mai fatto tanto per farsi odiare da me.
Disprezzo si, odio no.

Per questo sono ben contento, che nessuno ha mai inventato quel tastino, che riterrei inutile.










CLAUDIO BAGLIONI - Io sono qui




dove sono stato
in tutti questi anni
io me ne ero andato
a lavarmi i panni
dagli inganni del successo
a riscoprirmi uomo
io sempre lo stesso
più grigio ma non domo



siamo tutti dentro la storia
tardi o presto
e io sono qui
tutti in libertà provvisoria
in arresto o a nasconderci
e dove eravamo rimasti
chissà dove
ma io sono qui
forse prigionieri o fuggiaschi
forse altrove a difenderci
la realtà mi ha fatto atterrare
il mio errore fu di errare
e non ero un eroe
ma sono vivo
e sono qui
e vengo dentro a prenderti
da solo disarmato innamorato
tu devi arrenderti
ci sono io e sono qui
con la pazzia di stringerti
mi hai perquisito gli occhi
e sai sono pulito
non posso ucciderti mai più
e si torna a scendere in pista
un altro viaggio
e io sono qui
non perdiamoci più di vista
nel coraggio
di riprenderci
dentro l'abito della festa quello scuro
ora sono qui
l'unica paura che resta del futuro
è di non esserci
tra sparare oppure sparire
scelgo ancora di sperare
finché ho te da respirare
finché ho un cielo da spiare
per sapere che
io sono vivo e sono qui
e vengo dentro a prenderti
da solo disarmato innamorato
tu devi arrenderti
ci sono io e sono qui
perché ora so pretenderti
far fuori la tua scorta
e fuori dalla porta
sarò ad attenderti così
e scriverò il mio nome
sui fogli della gente
fino a sapere come
mi chiamo e non chi sono veramente
ma quaggiù sto
a chiedere perdono
se sono un uomo giusto
ma sono giusto un uomo
sono qui
e vengo dentro a prenderti
da solo disarmato innamorato
e devi arrenderti
se sono io e sono qui
e resto qui a viverti per vivere
da qualche parte
a mettere le porte al vento
per questo sono qui




EUROPA Santana




Questa canzone mi riporta alla quinta elementare, alla sua versione acustica suonata alla chitarra da Carlos Santana e alla sola volta che qualcuno mi ha visto muovere dei passi di simil danza.

Sono passati 6 lustri e ancora me ne vergogno, ma questa versione è talmente bella, che non potevo fare a meno di proporvela.










O' SURDAT NNAMURAT




Ieri sera ho visto vincere con merito, dal Napoli, una coppa Italia contro la mia amata Juve e devo essere onesto, quando i tifosi azzurri si sono riappropriati del loro inno, un pò mi ha fatto piacere e siccome penso da sempre che lo sport debba riconoscere i meriti di chi è stato più forte sul campo, rendo omaggio alla squadra partenopea con questo spazio.

E poi, come si fa a non amare una canzone che al suo interno contiene una frase come questa?



A chiu bell
e tutt e bell
nunn'è maje chiu
bell e te


Non fatemela tradurre, è poesia così com'è




ESSEEMMEESSE








Da quando Twitter ha fatto irruzione nella mia vita in maniera compulsiva e quasi ossessiva, sto apprendendo la sottile arte della sintesi o per meglio dire, sto capendo come si fa ad asciugare i propri pensieri, sino a sintetizzarli in 140 caratteri.

Certo è, che per essere me stesso ed esprimermi come si deve, ho e avrò sempre bisogno di questa mia isola, di questo mio spazio, perchè sono e resterò per sempre inutilmente prolisso e poi, perchè se mi è facile sintetizzare un concetto, non ci riuscirò mai con un sentimento.

Ed è per questo, che ogni qualvolta mi trovo davanti un SMS in grado di farmi provare un brivido, se mi viene consentito, ve l'ho sempre riporto qui.
Oggi è uno di quesi casi, il messaggino in questione non era partito al momento in cui io l'ho letto, ma mi auguro che quando sarà arrivato a destinazione, la persona che lo ha ricevuto, saprà comprendere.

Io posso solo dire, che al momento, ho invidiato



 Ha inizio un nuovo giorno
ed io sono qui felice
perchè vivrò anche questo
insieme a te




VASCO ROSSI - Standing ovation





Quando ho visto nascere il sole
Ti ho mandato subito un messaggino
Era: per te vorrei essere migliore



DISCOVERY - La casa del futuro






L'ho visto l'altra sera su discovery e ho pensato di riproporvelo qui, a me è piaciuto tantissimo, adoro la tecnologia e il suo uso intelligente.



















VASCO ROSSI - Canzone




E' nell'aria
ancora il tuo profumo
dolce caldo morbido
come questa sera
mentre tu
mentre tu
non ci sei più
E questa sera nel letto metterò
qualche coperta in più
perché se no avrò freddo
senza averti sempre
senza averti sempre addosso
e sarà triste lo so
ma la tristezza però
si può racchiudere
dentro una canzone
che canterò....
Ogni volta che avrò voglia
di parlarti
di tenerti
di toccarti
di sentirti ancora mia
...è stato splendido
...amarti
...senza averti sempre addosso
...dentro una canzone...

E quando un giorno t'incontrerò
magari per la strada
magari proprio sotto casa tua ehh!!!
ma guarda il caso però
guarda il destino splendido!!
crudele e splendido!!!!

E intanto i giorni passano
e i ricordi sbiadiscono
e le abitudini cambiano eh eh eh!!
E' stato splendido.....
E' stato splendido.....
E' stato splendido.....
E' stato splendido.....
E' stato splendido.....
E' stato splendido.....




PIANGO







Io di solito non scrivo post di sabato mattina.

Io di solito non sono in giro per lavoro di sabato mattina.

Io di solito compro la Gazzetta dello sport il sabato, sempre dallo stesso giornalaio

Questa mattina, tutte e tre le cose sono capitate alla rinfusa ed io ho dentro un tumulto dovuto ad un'emozione e la devo scrivere.

Ho appena fatto colazione e mi rendo conto che per distrazione ho saltato il mio appuntamento settimanale con sport week, l'inserto della Gazzetta. Avviso chi è con me, che torno a piedi in ufficio e mi avvio

Lungo la strada, proprio di fronte al giornalaio, vedo lo stesso anziano signore, che sono già tre giorni che ho notato. E' vestito sempre nello stesso modo, non troppo elegante, ma nemmeno sciatto, disteso su una panchina, la mano sotto la testa a mo di cuscino, aria distinta.
Mi sono chiesto, sin dalla prima occasione se era o meno un barbone, se in qualche modo era uno sfortunato, ma la faccia non dico rasata, ma nemmeno barbuta, l'aria comunque sia pulita, mi hanno lasciato il dubbio.

Oggi era di nuovo lì, stessa panchina, stessa posa, stessi abiti e la mia incapacità ad approcciare la cosa. Mi nasce un magone immenso. Entro, io e i miei dubbi dal giornalaio, chiedo della Gazza, pago e mi trattengo un secondo in più per dare un'occhiata alle riviste, la copertina de l'Espresso di questa settimana, merita da sola, parla di disagi e disadattati a quest'Italia che impoverisce.

Il giornalaio, un ragazzo sulla trentina, mi precede verso l'uscita e dice sull'uscio

"Sta arrivando, ho chiamato al bar, ma il ragazzo era da solo. Tra poco ti portano la colazione"

e lo ripete una seconda volta e lo ripete una terza volta, mentre io esco e vedo

Non era rivolto ad una ragazza, non era rivolto ad un amico, stava parlando con quell'uomo e io ho capito. Ho capito che esistono ancora persone di cuore, che fanno del bene senza sbanderiarlo. Che esistono persone in difficoltà, con una dignità immensa e non chiedono, ma per fortuna ottengono. Esistono al mondo persone con un cuore

Piango.

Piango calde lacrime di emozione, piango perchè la cosa non mi ha colpito, ma scombussolato, piango e non so quando riuscirò a smettere

Perdonatemi questo sfogo, ma avevo bisogno di scriverlo, di parlarne, perchè noi che siamo fortunati, non dobbiamo pensare sempre solo alle sciocchezze che la vita ci offre, dovremmo, potremmo fare sempre qualcosa di più, se ci impegnassimo un attimo, a volte basta una colazione a fare felice un uomo. 







FIORELLA MANNOIA E IVANO FOSSATI - Ah che sarà





Oh, che sarà, che sarà
che vanno sospirando nelle alcove
che vanno sussurrando in versi e strofe
che vanno combinando in fondo al buio
che gira nelle teste, nelle parole
che accende le candele nelle processioni
che va parlando forte nei portoni
e grida nei mercati che con certezza
sta nella natura nella bellezza
quel che non ha ragione
nè mai ce l'avrà
quel che non ha rimedio
nè mai ce l'avrà
quel che non ha misura.

Oh, che sarà, che sarà
che vive nell'idea di questi amanti
che cantano i poeti più deliranti
che giurano i profeti ubriacati
che sta sul cammino dei mutilati
e nella fantasia degli infelici
che sta nel dai-e-dai delle meretrici
nel piano derelitto dei banditi.

Oh, che sarà, che sarà
quel che non ha decenza
nè mai ce l'avrà
quel che non ha censura
nè mai ce l'avrà
quel che non ha ragione.

Ah che sarà, che sarà
che tutti i loro avvisi non potranno evitare
che tutte le risate andranno a sfidare
che tutte le campane andranno a cantare
e tutti gli inni insieme a consacrare
e tutti i figli insieme a purificare
e i nostri destini ad incontrare
persino il Padreterno da così lontano
guardando quell'inferno dovrà benedire
quel che non ha governo
nè mai ce l'avrà
quel che non ha vergogna
nè mai ce l'avrà
quel che non ha giudizio
   

SCHITARRATA







L'ORA BLU - Paolo Migone





Per ridere un pò, quest'argomento è perfetto.

Non ha campo, perde il segnale ahahahahahahahahahaha

Grande, grandissimo Migone, bis





UOMINI CONTRO DONNE







PREMESSA

E già il fatto che la parola premessa ha una dimensione maggiore ed un colore diverso rispetto a quelli che solitamente uso, vuol dire che è una cosa che ritengo importante e che dovete tenere sempre in considerazione, mentre leggerete questo post.
Tutto quello che segue è ironico ed autoironico. Se qualcuno ha intenzione, in esso, di vederci qualcosa di assolutamente diverso, sappia che lo riterrò in malafede e non meritevole di essere tenuto in considerazione. 
La vita va presa con il sorriso sulle labbra e forse, anche i rapporti tra le persone, riuscirebbero più facili, se tutti ci provassimo davvero.



Che esistano delle differenze sostanziali tra uomo e donna, lo capisce anche un bambino di 3 anni, ma lo stesso bambino, crescendo, si renderà anche conto che le cose che lo distinguono da dalle donne,  sono solo apparentemente di natura fisica......... 
Quello che segue, è un piccolo e risicato compendio.
Sia ben chiaro, di questo tema è stato fatto uso ed abuso nel passato e lo sarà nel futuro, ma io volevo solo strappare un sorriso a tutti noi.


Se un uomo vede in inverno una bella donna in lontananza, nello spazio di un nanosecondo il suo cervello elabora già complicate avventure erotiche alla 9 settimane e 1/2, facendo così impallidire lo scrittore del Kamasutra, senza dimenticare, che alla fine, lui ne viene fuori come un maschio dominante, con la donna ai suoi piedi che implora ancora un po' del suo ardore.
Se una donna vede in inverno una bella donna in lontananza, nello spazio di un nanosecondo la sua vista è riuscita tranquillamente ad elaborare il numero esatto dei capelli con le doppie punte, la massa corporea soggetta a cellulite e l'alluce valgo, che seppure coperto dagli stivali, dalle calze e/o dai calzini, la sventurata ha;


Se (per assurdo) una donna non riesce ad ottenere l'uomo che vuole, dopo meno di un minuto il suo amore si è tramutato in un odio feroce, che le fa dire il contrario di quello che pensava e credeva solo un minuto prima, senza dimenticare mai di partire dal presupposto che se lui l'ha rifiutata è perché nella migliore delle ipotesi è un gay latente.
Se (come normalmente accade) una uomo non riesce ad ottenere la donna che vuole, dopo meno di un minuto è al bar con gli amici a vantarsi delle sue mirabolanti avventure erotiche alla 9 settimane e  1/2, raccontando con dovizia di dettagli di perizomi che volavano via liberi per la stanza e di come la poveretta, non riuscisse più a fare a meno di lui e adorante ai suoi piedi, chiedeva ancora un po' del suo ardore, completando comunque sia il racconto con la frase "ma non chiedetemi chi era, sono pur sempre un gentiluomo"


Se una bella ragazza, con tutte le sue forme ben messe, passa davanti ad una coppia di fidanzati/sposati, l'uomo in un solo secondo, rifacendosi alle sue reminescenze infantili e agli studi anatomici fatti su Postal Marker, ha individuato nel seguente ordine, la taglia dell'intimo, il modello dell'intimo, il colore dell'intimo, il numero di volte che è stato sfilato via l'intimo, il tipo di lavaggio a cui viene sottoposto e nel caso sia un perizoma, se è mai stato lanciato per aria dalla sventurata, che implorava ancora ardore dal suo amante.
La sua compagnia, dopo un solo secondo e mezzo, visto distratto il suo fidanzato/marito, gli ha già rifilato un morso alla Tyson;


Se un uomo, una sera, afferma di voler uscire con i propri amici di un tempo, dopo poco inizia a sentire le lamentele della moglie, che gli ricorda che sono 6 mesi 12 giorni e 14 ore che lei non esce da sola con le amiche, che lui è il solito egoista perché non le dedica mai nessuna attenzione, preferendo una serata fuori di casa, a fare chissà cosa e chissà con chi, pur di non stare con lei.
Se una donna, una sera, afferma di voler uscire con lei proprie amiche di un tempo, dopo poco si ritrova il compagno che le ha già preparato il necessaire per uscire, le porge le scarpe con la bocca, come se fosse un cagnolino ubbidiente e non vede l'ora che lei esca da quella benedettissima porta per passare la serata da solo, stravaccato sul divano, in mutande, a vedere la finale inter regionale del torneo di curling;


Se una sera in Tv, danno la finale di Champions League alla quale è giunta non si sa per quale miracolo calcistico, la squadre del cuore dell'uomo, inizia una lotta senza quartiere per la conquista del telecomando. Una battaglia fatta di colpi bassi, che vanno dalla promessa di diradazione dei rapporti sessuali, fino al boicottaggio dello shopping, dimenticandosi entrambi, che quello è solo il quinto dei televisori presenti in casa.



Se l'uomo passa l'aspiravole in casa, si ritrova subito evidenziato, con della vernice rossa, gli angoli dietro all'armadio dove non è arrivato a pulire, i punti al centro del letto matrimoniale dove non è giunto e lo sgabuzzino dei vicini di casa che è ancora lurido.
Se a donna passa l'aspiravolre in casa,  è fatto divieto assoluto di respirare, perché il vapore acqueo sporca, di camminare con i piedi per terra, di appoggiare lo sguardo su qualsiasi superficie perché macchia e di pensare, perché così facendo si alza la polvere nel cervello dell'uomo, visto che anche lì, non riesci a pulire mai per bene;


Se i bambini della coppia, tornano a casa con un brutto voto preso a scuola, inizia immediatamente la ricerca nell'albero genealogico altrui dell'untore, il parente/losco figuro che ha passato il suo DNA fallato al piccolo, perché è sempre il nonno del cugino di secondo grado maschile quello incapace di capire, oppure è la zia della nipote della madre del cognato femminile, quello che non sa nemmeno cos'è la fisica quantistica


Se un uomo tradisce una donna, è colpevole di tutte le colpe  e di tutti i peccati che Dio ha saputo inventare, dello scoppio della seconda guerra mondiale, della fame nel mondo, della speculazione edilizia e anche del fatto che Emilio Fede è stato giornalista per tanti anni.
Se una donna tradisce un uomo, è l'uomo colpevole di non essersi mai dimostrato abbastanza ardente e desideroso, voglioso di possederla e di amarla, non solo per il suo corpo, ma anche per la sua anima, però concluderà la discussione dicendo  "ma stai tranquillo caro, quell'altro si vantava di essere un'amante ardente, ma si è rivelato una mezza calzetta incapace proprio come te" ;


Ora, sia ben chiaro, questo post potrebbe essere molto ma molto più lungo e non è detto, che se in futuro non avrò spunti simili, io poi non sia portato a ripetermi......
Altro che uomini e donne delle De Filippi






LE DICHIARAZIONI - Edward mani di forbici

video





E se avessimo sbagliato tutto? Se la dichiarazione d'amore più bella è quella che si fa senza dire una sola parola, ma semplicemente mostrando tutto il proprio amore?

Dopo questa scena, il dubbio potrebbe farsi certezza.





MINA - Con o senza di te




Forse non c'è più ragione di pensarti più di tanto
ma se intanto canto, canto a te
ecco sono quì a parlare
con la gente che mi chiede come sto
ma io rispondo a te
mi attraversano la mente
centomila e più conferme
che d'ovunque vada sei con me
cammino e incontro solo te
mi guardo intorno vedo te
e se mi addormento tocco te
e appena sveglia poi mi stringo forte a te
con o senza te
e non sò se rido o piango
ma rivedo ogni tuo sguardo
e che rida o pianga sei con me
non saprei come spiegarlo
sei con me ma và a capirlo
tutt'intorno suona un pò di te
e se provo a distrarmi
dimmi come posso farlo
tutt'intorno dice dove sei
se apro una mano trovo te
se guardo lontano vedo te
e se chiudo gli occhi vedo te
e se gli apro poi
sono accanto a te
con o senza te
e se chiudo gli occhi vedo te
e se gli apro poi
sono accanto a te
con o senza te.


LA PRIMAVERA





Questa è banale come scelta, lo so, ma avevo bisogno di esorcizzare tutto questo cattivo tempo che ci sta rovinando questa splendida primavera, intromettendosi tra una giornata e l'altra di sole.


Speriamo funzioni e poi questi violini...............




FOTOGRAFICO SPECIALE - Plastica




Non ho dimenticato o cancellato dal blog questo spazio, solo che mi era stato fatto giustamente notare, che stava diventando un'abitudine vuota di ogni significato, vero, ed allora, quando ci saranno delle immagini che colpiscono la mia attenzione, ritornerà tra di noi.

Queste che vedete, sono delle opere d'arte, realizzate con prodotti esclusivamente di plastica, che sono stati raccolti sulle rive delle Sardegna da un'artista che si chiama Annarita Serra. 
Le ho trovate semplicemente geniali.