Pagine



MI PRENDERO' CURA DI TUTTI I TUOI SOGNI


STEFANO BOLLANI - Piano sogno





Bisogna ascoltarla e goderne, nulla di più, nulla di meno.



E  ANCORA OGGI



SAKINEH NON DEVE MORIRE


SETTEMILIARDI 2





Prima di A te, Jovanotti ha cantato Per te, dedicata alla figlia, nell'attesa che scriva Da te, Fra te, In te, Con te etc etc etc e visto che le bambine n° 7.000.000 sono due, posto anche questa, così non scontento nessuna delle due, metto on line un altro bel post e ci faccio una bella figura, spero.

Ovviamente il gioco poteva continuare all'infinito, perchè quasi tutti i cantanti hanno dedicato una canzone alla propria prole e anche chi non ne ha avuti l'ha scritta comunque.  Però mi fermo qui, un attimo primo del linciaggio collettivo, da parte di voi naufraghi.


E  ANCORA OGGI



SAKINEH NON DEVE MORIRE

SETTEMILIARDI 1




Qualcuno dice che sia la bambina nella foto, che si chiama Danica, qualcun altro che sia una bimba indiana che si chiama Nargis, a me non interessa sapere se è una di loro o chi, ma visto che per tutti è una femminuccia, mi piacerebbe dedicarle una bella canzone.

Ora, Futura no, perchè lo sapete è "speciale" per me e ne sono un pò geloso,  Isn't she lovely no, perchè l'ho già usata e quindi, quella che segue è perfetta anche per buon augurio, a chiunque essa sia









E  ANCORA OGGI



SAKINEH NON DEVE MORIRE

45509 - Save the children - Every one




Giungo in colpevole ritardo su questa raccolta fondi, perchè oggi è l'ultimo giorno utile per poter contribuire, ma proviamoci lo stesso a inviarlo un sms, male non ci fa, sono solo 2 euro, non fatemi vergognare per non averla segnalata prima.


Un bambino che nasce in Somalia, Guinea, Ciad o Niger rischia di morire da piccolo cinque volte di più di un bimbo nato in Svizzera o in Norvegia.
 E ogni anno muore un bambino ogni quattro secondi. Il 70% di loro nel primo anno di vita, il 40% nel primo mese. 
A provocarne la morte sono le complicazioni post-parto (21%), la polmonite (18%), la malaria (16%) e la diarrea (15%). Un terzo dei decessi infantili è dovuto alla malnutrizione. Il 65% avvengono in paesi come l’India, la Cina, la Nigeria, il Pakistan (dove la situazione è drammaticamente peggiorata dopo le alluvioni), l’Indonesia, il Bangladesh, l’Etiopia, la Repubblica Democratica del Congo, le Filippine e la Tanzania. 
Quasi la metà della mortalità infantile si concentra nell'Africa sub sahariana (49%), e nell'Asia meridionale (33%), dove rispettivamente 1 bambino su 8 e 1 bambino su 15 muoiono prima di compiere i 5 anni. In termini assoluti, metà di queste morti avviene in 5 Paesi: India (che da sola conta il 30% del numero dei decessi infantili), Nigeria, Repubblica Democratica del Congo, Pakistan e Cina.

Davvero, sono solo 2 miseri euro, invialo insieme a me questo sms al 45509


E  ANCORA OGGI



SAKINEH NON DEVE MORIRE
 
 

MINA - Con te sarà diverso





Non so dirti se finisce
o se siamo ad una svolta
se al di là di quella porta
c'è una stanza immaginaria
dove l'aria
è racchiusa nel respiro di noi due

Siamo stati prigionieri di testarde convinzioni,
viaggiatori solitari nelle nostre delusioni
fino al punto di partire per non ritornare più
Però se tu lo vuoi io faccio finta che
che tu non sei più tu
e ricomincerà

Con te sarà diverso
come non lo è stato prima
e tutto il tempo perso finirà con domattina
ti vedrò con altri occhi,
ti terrò sopra al mio cuore
finché il grido del mio amore finalmente sentirai

Con te sarà diverso
anche se tu sei lo stesso
perché non ti ho mai voluto
come io ti voglio adesso
senza alcuna condizione,
al di là della ragione
perché amarti come ti amo
non succede sempre

Tu sarai la riconquista
di una terra conosciuta
una camera con vista
sul percorso della vita,
la mia vita,
dove non c'è spazio tranne che per te

Cominciamo qui
a non lasciarci più.
Quel che volevo io
sei sempre stato tu

Con te sarà diverso
come non lo è stato prima
e tutto il tempo perso finirà con domattina
ti vedrò con altri occhi
ti terrò sopra al mio cuore
perché il grido del mio amore finalmente sentirai

Con te sarà diverso
anche se tu sei lo stesso,
perché io non capivo
quello che capisco adesso
che malgrado fossi in gabbia,
che malgrado la mia rabbia,
un amore come il nostro non succede sempre


E  ANCORA OGGI

  • UN EMOZIONE PER SEMPRE   clicca qui   08 LUGLIO  2011


SAKINEH NON DEVE MORIRE

RETWITT dal 24 al 28 ott






24 OTT.

Chiarito l'equivoco delle risate. Pensavano che Berlusconi avesse raccontato la solita barzelletta sul tedesco, il francese e il napoletano

Polemiche sui tatuaggi della Barbie, sono gli stessi della Minetti.

Berlusconi "tutti in pensione a 67 anni" e adesso chi ce li rende i 7 anni di guai che ha combinato in più?

Nessuno ha sentito l'attacco di Berlusconi ai porno magistrati, era coperto dalle risate di Sarkò e la Merkel


25 OTT.

Gheddafi sepolto in una località segreta, trovate le foto su google earth.

Il premier rassicura "nessun piano B, ma state tranquilli, nemmeno uno A"

Eredità ad personam. Nuovo giro di bunga bunga con Veronica Lario di Berlusconi.

Marchione "L'Europa a un miglio dall'inferno". Tranquilli, se gira con una FIAT non ci arriverà mai.


26 OTT.

Problemi per Speroni a Strasburgo con la tuta della Padania. Lo avevano scambiato per un netturbino dandogli un incarico serio.

Il Giornale di Sallusti titola oggi "Berlusconi ce la fa ancora". La Minetti conferma "Si, ma con chalis e viagra però"

Appena aperta la lettera alla UE hanno ripreso a ridere. Berlusconi meglio di Totò e Peppino.

La UE chiede al premier anche un calendario chiaro. Da rifare le foto di luglio e novembre, dove la Minetti è sfocata.


27 OTT.

La UE rispondere per iscritto alla lettera di berlusconi. Prrrrrrrrrrr

Al sud 42 bambini su 100 restano fuori dall'asilo, per sicurezza.


28 OTT.

Sarko "salvata la grecia per non far cadere l'italia". Puffo samaritano

Perché quando scrivo puffo riferendomi a Berlusconi o Sarkosy, il t9 del cellulare corregge automaticamente in buffo? Samsung comunisti?

Il nuovo iphone 4s non capisce l'italiano "nemmeno io" tranquillizza tutti il trota

Compito in classe sulle offese di Bossi a Tosi. Svolgimento minimo 500 parolacce

Giorno di Bing bang per Renzi e la sua leopolda. Il vero spettacolo verrà dopo
 
Berlusconi preme su Bini Smaghi. Eppure da dietro non mi sembra assomigli alla Minetti.



SAKINEH NON DEVE MORIRE

DOMENICALE - Cerchi nel grano




A me questa cosa mi ha sempre affascinato.... e io le considero delle  vere e proprie opere d'arte, indipendentemente se siano stati fatti dagli alieni, dall'uomo o da Macchia Nera. :)))
 
Chiunque sia stato restano dei capolavori e il mistero che li avvolge non fa che alimentare la mia attrazione nei loro confronti. 
 
Sono meravigliosi.
 
 

SAKINEH NON DEVE MORIRE
 
 


FOTOGRAFICO - Il mare d'inverno 2














SAKINEH NON DEVE MORIRE
 
 

FOTOGRAFICO - Il mare d'inverno 1



Cantava una volta la Bertè "il mare d'inverno, è. come un film in bianco e nero visto alla tv"  Ed è quella l'immagine che mi è rimasta dentro, quando penso alla malinconia di una spiaggia invernale, ed è per questo che vi propongo una carrellata di foto, senza colore.
Spero vi piacciano.








SAKINEH NON DEVE MORIRE

SAMUELE BERSANI - Le mie parole





Adoro Samuele Bersani e lo sapete, amo questa canzone, perchè in essa si specchia molto del guardiano, che non è tutto me, ma è la parte del mio essere capace di esprimersi compiutamente con le parole.


Le mie parole sono sassi
precisi aguzzi pronti da scagliare
su facce vulnerabili e indifese
sono nuvole sospese
gonfie di sottointesi
che accendono negli occhi infinite attese
sono gocce preziose indimenticate
a lungo spasimate e poi centellinate, sono frecce infuocate che il vento o la fortuna sanno indirizzare
Sono lampi dentro a un pozzo, cupo e abbandonato
un viso sordo e muto che l'amore ha illuminato
sono foglie cadute
promesse dovute
che il tempo ti perdoni per averle pronunciate
sono note stonate
sul foglio capitate per sbaglio
tracciate e poi dimenticate
le parole che ho detto, oppure ho creduto di dire
lo ammetto
strette tra i denti
passate, ricorrenti
inaspettate, sentite o sognate...
Le mie parole son capriole
palle di neve al sole
razzi incandescenti prima di scoppiare
sono giocattoli e zanzare, sabbia da ammucchiare
piccoli divieti a cui disobbedire
sono andate a dormire sorprese da un dolore profondo
che non mi riesce di spiegare
fanno come gli pare
si perdono al buio per poi ritornare
Sono notti interminate, scoppi di risate
facce sopraesposte per il troppo sole
sono questo le parole
dolci o rancorose
piene di rispetto oppure indecorose
Sono mio padre e mia madre
un bacio a testa prima del sonno
un altro prima di partire
le parole che ho detto e chissà quante ancora devono venire...
strette tra i denti
risparmiano i presenti
immaginate, sentite o sognate
spade, fendenti
al buio sospirate, perdonate
da un palmo soffiate


E  ANCORA OGGI



SAKINEH NON DEVE MORIRE



COLONNE SONORE - Colazione da Tiffany





Lui è buono, vero, Gatto? Su, vieni qua, povero amore, povero amore senza nome... ma io penso che non ho il diritto di dargli un nome... perché in fondo noi due non ci apparteniamo, è stato un incontro casuale. E poi non voglio possedere niente, finché non avrò trovato un posto che mi vada a genio... non so ancora dove sarà, ma so com'è

Se io trovassi un posto a questo mondo che mi facesse sentire come da Tiffany... comprerei i mobili e darei al gatto un nome!
Io e il mio gatto... siamo due randagi senza nome che non appartengono a nessuno e a cui nessuno appartiene.


Un uomo si giudica dagli orecchini che ti regala...
Che orrore questi...
li ho comprati io.



E  ANCORA OGGI



SAKINEH NON DEVE MORIRE