Pagine



MI PRENDERO' CURA DI TUTTI I TUOI SOGNI


SIMPATICI ANIMALI Il bassotto e il granchio

video






Ma quanto ci rimane male alla fine il povero bassotto, poverino. Però è bello che prova a fare amicizia con il granchio e quanta gioia ci mette.


Encomiabile.








SIMPATICI ANIMALI La tartaruga vorace

video





Come si fa a non sorridere, davanti agli sforzi con cui Peanut cerca di addentare un lampone, che sembra addirittura più grande di lei. Divertente il sottofondo musicale, quasi epico.

Omaggio all'ultima delle tartarughe giganti delle Galapagos, trovata morta il 24 giugno.





RAF - Nei silenzi






Scorrono morbide curve di una strada da percorrere
vanno via ruvidi giorni di un novembre senza nuvole
la rugiada È un velo di pellicole che avvolge luci e
prospettive surreali
e penso a te, solo tu puoi sentire, puoi comprendere

Nei silenzi, dentro le parole che non ti ho mai detto
é chiaro quanto t'amo e non saprei immaginare la mia
vita senza te

troverei energie, le mie ultime risorse le userei
per tornare ogni volta da te o raggiungerti
dall'altra parte del mondo
tra i vapori e nebbie di fuliggine
tra milioni di persone e oceani blu china
io sarò là dove sei tu che sai leggere nei miei pensieri
e non ho più misteri.

Nei silenzi, in un'emozione rotta da un respiro
é chiaro quanto t'amo e non saprei immaginare la mia
vita senza te

t'amo e non saprei immaginare la mia
vita senza te           





NON DIMENTICAR





Se ci separó, se ci allontanó
l'ala del destino,
non ne ho colpa, no, e ti sentiró
sempre a me vicino.

Non dimenticar
che t'ho voluto tanto bene.
Forse nel mio cuor
puoi trovare ancor tanto e tanto amor.

Non ne ho colpa, no, e mi sentiró
sempre a te vicino.




SIMPATICI ANIMALI Il cane scassinatore

video




Mi piaceva l'idea, in questo fine settimana, di proporvi qualcosa di divertente e curiosando per il blog, ho trovato nella sezione Natura di RepubblicaTV, una serie di video che qualche sorriso lo strappa.

Ecco, questo è un assaggino di ciò che troverete qui, sull'isola, sabato e domenica










FOTOGRAFICO - Florida Keys



A giudicare da queste fotografie, dev'essere proprio bella la Florida.....


















SOLI






Il tuo corpo seminudo, impreziosito da qualche infinitesimale perla di sudore, si muove flessuoso davanti ai miei occhi, mentre con desiderata lentezza, segui la coreografia di un ballo molto sensuale. 
L'aria che ci circonda, è ormai satura di musica e passione, mentre sento prepotente il desiderio che tu sia di nuovo mi,a in questa nostra casa che abbiamo trasformato in un immenso giaciglio, nascondendoci al resto del mondo, estraniandoci dagli altri, per essere solo nostri.
Appartenerci oggi, così come ieri e vestendo questi giorni di quell'eterno, che vivrà in noi fino all'ultimo dei nostri respiri.

Il mondo, fuori dai quei vetri, continua la sua corsa veloce ed incessante, mentre noi, che qui indossiamo solo la nostra pelle, viviamo di interminabili baci, nell'oblio che la condivisione dei nostri corpi ci sa donare. 
Nulla riesce a distrarci, nessun telefono che squilla, nessuna televisione che vomita interrottamente le sue vuote parole, abbiamo attenzione solo per i nostri respiri, carichi di tutto l'amore che che siamo in grado di vivere. 

Io e te, finalmente soli.

Le mie mani si fanno strada lungo i tuoi fianchi, per restituirmi quella tensione che dentro di te vibra intensa, così violenta da elettrizzare i miei sensi. E' un turbinio senza fine quello che mi trasmetti, a tal punto che sento forte il desiderio che provi di sentire la mia bocca cibarsi del tuo desiderio e le mie labbra, che vivono solo di te e per te, lentamente si approcciano ai tuoi seni, per coglierne l'essenza più intensa e dolce.

E' davvero incredibile quante donne sai essere questa sera. Amante e vezzosa ammaliatrice, pudica e spudorata, mia fino al punto estremo ed anche oltre, ti vivo felice di essere qui e di appartenerti in tutto e per tutto, sono venuto al mondo solo per viverti, conscio del fatto che tu sei la mia gioia estrema. 
Ogni tuo singolo movimento mi regala una nuova e stravolgente emozione, come un arcobaleno che fonde i suoi colori e sommandoli tra di loro ne crea uno nuovo ed ancora più splendente, così intenso da abbagliare gli occhi, fino ad renderli felicemente ciechi.
Ecco, adesso mi ritrovo qui accecato, immobile, perso nella bellezza che riesci a farmi provare, a farmi vivere e desidero che quest'isolamento non finisca mai, che nulla riesca a penetrare all'interno di questo guscio, che abbiamo creato a protezione del nostro amore.

I tuoi piedi scalzi, si muovono sapientemente intorno a me e mi spingono così a seguirti in questo ballo, mentre il tuo corpo si muove lento contro il mio e i nostri cuori dettano il tempo alla musica, alle emozioni e tutto intorno a noi sembra congelarsi in un istante eterno. 
La felicità ha preso come residenza i nostri occhi, che urlano amore ad alta voce, rendendo superflue le parole che le nostre bocche saprebbero pronunciare, regalando loro il tempo per nuovi baci, di cui siamo golosamente voraci.
Nulla potrà interromperci, niente saprà turbare questo continuo appagamento dei nostri corpi e delle nostre anime.

La prigionia in cui ci siamo rinchiusi, è il regalo più dolce che potessimo farci, anche se con te non è mai stata solitudine, ma solo condivisione del nostro amore.

Sei e resterai per sempre la follia più dolce che potessi desiderare, il piacere irrinunciabile in ogni mio giorno, la voglia in più per aspettare il prossimo minuto, perché se sarà qui con te, diventerà certamente il più bello, tra tutti quelli che io ho mai vissuto.






RICCARDO COCCIANTE - Quando finisce un amore





Quando finisce un amore così com'e' finito il mio
senza una ragione ne' un motivo, senza niente
ti senti un nodo nella gola,
ti senti un buco nello stomaco
ti senti un vuoto nella testa e non capisci niente
e non ti basta più un amico e non ti basta più distrarti
e non ti basta bere da ubriacarti
e non ti basta ormai più niente
e in fondo pensi, ci sarà un motivo
e cerchi a tutti i costi una ragione
eppure non c'e' mai una ragione
perché un amore debba finire
e vorresti cambiare faccia, e vorresti cambiare nome
e vorresti cambiare aria, e vorresti cambiare vita
e vorresti cambiare il mondo
ma sai perfettamente
che non ti servirebbe a niente
perché c'e' lei, perché c'e' lei
perché c'e' lei, perché c'e' lei
perché c'e' lei nelle tue ossa
perché c'e' lei nella tua mente
perché c'e' lei nella tua vita
e non potresti più mandarla via,
nemmeno se cambiassi faccia
nemmeno se cambiassi nome
nemmeno se cambiassi aria
nemmeno se cambiassi vita
nemmeno se cambiasse il mondo
però, se potessi ragionarci sopra
saprei perfettamente che domani sarà diverso
lei non sarà più lei
io non sarò lo stesso uomo
magari l'avrò già dimenticata
magari se potessi ragionarci sopra
e se potessi ragionarci sopra
ma non posso, perché ...
quando finisce un amore ......






IT HAD TO BE YOU





Dovevi essere tu
Dovevi essere tu
Ho vagato qui intorno e alla fine ho trovato
quel qualcuno che potrebbe farmi diventare vero
Che potrebbe farmi essere triste o anche felice
Solo per essere triste, sto solo pensando a te

Qualcun altro che ho visto non potrebbe mai essere cattivo
Non potrebbe mai essere di cattivo umore o tentare di essere il capo
Ma non farebbero il caso mio
Perchè nessun altro mi ha dato i brividi
Con tutti i tuoi difetti ti amo comunque
Dovevi essere tu, meravigliosa tu
Dovevi essere tu





ITALIA vs GERMANIA 2 a 0 Germania 2006





Cos'era questa? Ieri, no forse l'altro ieri, me la ricordo come se fosse adesso.

Fatto sta che quella sera la palla non voleva entrare, non voleva proprio entrare e oramai eravamo tutti rassegnati ai rigori e poi Grosso che si inventa qualcosa di incredibile, Del Piero che segna il suo ultimo gol in nazionale e tutti noi a piangere di gioia perchè avevamo vinto a casa loro.



ANDIAMO A BERLINO 

ANDIAMO A BERLINO

ANDIAMO A .................




ITALIA vs GERMANIA 3 a 1 Spagna 1982






Io ero davanti alla Tv e me la ricordo, oh se me la ricordo. Ancora ho negli occhi il rigore sbagliato da Cabrini e l'esultanza dopo il gol di Paolo Rossi e poi l'urlo di Tardelli che ci fece saltare tutti di gioia con lui, ed infine la tranquillità che ci regalò Altobelli con il suo terzo gol, che chiuse lì la partita.

Che serata di gioia pura sull'urlo di Martellini




CAMPIONI DEL MONDO

CAMPIONI DEL MONDO

CAMPIONI DEL MONDO



ITALIA vs GERMANIA 4 a 3 Messico 1970

video




Questa è la mamma di tutte le partite, pietra miliare della storia sportiva azzurra. Un punto di rifermento per chiunque ami il calcio, in qualsiasi parte del mondo si trovi.


NON E' VERO MA......




Oggi ero molto tentato dall'idea di scrivere un nuovo post che ruotasse intorno al mondo del calcio. 
Già in passato l'ho fatto in alcune circostanze particolari, ma il capostipite di tutti gli scarabocchi pallonari mi venne in mente il giorno di Italia - Slovacchia partita che si disputò durante i mondiali del Sud Africa e siccome quella partita la perdemmo malamente, contro una non squadra e dato per certo il fatto che i tifosi sono tutti superstiziosi (io in primis), mi sono astenuto dal lambiccarmi il cervello per qualcosa che poteva poi essere deleteria.

Ora, è vero che questa mattina il sindaco di Firenze, Matteo Renzi, si è detto certo che la nostra nazionale avrebbe vinto e siccome è la stessa affermazione che fece per la sua Fiorentina il giorno della partita con la Juventus e il risultato finale dell'incontro vide vincere per 5 a 0 i bianconeri, non voglio che in nessun modo si possa pensare che anche io c'entro qualcosa, con un evento che non mi va nemmeno di nominare, di prendere in considerazione, di pensare. 
Ah, per la cronaca, durante l'intervista ho fatto quasi tutti gli scongiuri che conosco e non credo che quello sia un momento di cui posso andar fiero.

Al che ho ripensato a quali riti scaramantici ho ripetuto ossessivamente per tutta la stagione calcistica appena conclusasi, quella che per l'appunto ha visto la mia squadra del cuore praticamente perfetta e tenuto conto che solo in due circostanze mi sono astenuto (la partita con il gol ingiustamente annullato al Milan e la sconfitta in finale di Coppa Italia con il Napoli) mi sono immediatamente riproposto di romperò le scatole questa sera, a chi di dovere, con i miei whatsapp.

Poi però mi sono anche chiesto, 
"Com'è possibile che nel 2012 siamo ancora qui a legarci alla scaramanzia, ai riti, alla ripetizione dei gesti propiziatori?"
Effettivamente, ragionandoci un pò su, la cosa è denigrante per chi ha un cervello che funziona. Legare alla ripetizione ossessiva di certe azioni la speranza che avvenga o meno quel che si desidera, non fa fare di certo una bella figura a chi si reputa non dico intelligente, ma perlomeno in grado di utilizzarlo il cervello.
Dev'esserci qualcosa di atavico in tutto ciò, qualcosa che affonda le sue radici in quel trapassato remoto della nostra razza e che ci ha condizionato a tal punto, da farci credere alla possibilità di condizionare il futuro semplicemente muovendoci o meno in un certo modo, vestendoci con lo stesso abito, essendo in pratica ripetitivi.

Giuro, il quesito in un qualche modo mi ha spiazzato e mi sono sentito un pò più stupido di quello che già non sono, perchè ho sempre cercato di affrontare gli eventi in maniera razionale e raziocinante, ma davanti a questa cosa mi sono sentito per un attimo inadeguato e devo essere sincero, questa cosa un pò mi scoccia, anzi non mi scoccia affatto solo un pò.

Il bello viene ora. Adesso come mi comporto? Se non invio i miei messaggi dall'inizio e la partita si mette male, poi so già che correrò al cellulare e inizierò a smanettare come un forsennato, vivendo bella speranza di in un recupero e sentendomi certamente male se non dovesse andare come nei miei sogni, se invece inizio dal primo minuto a scrivere e va bene sarò portato a pensare che comunque sia quel rito funziona davvero, mentre se non dovesse funzionare, guardandomi domattina allo specchio non so se riuscirò a guardarmi negli occhi e non so se riuscirò poi a radermi correttamente, senza vedere il mio volto.

Ma è davvero poi così degradante essere almeno un pò superstiziosi?

Io, comunque sia, ho già deciso come mi comporterò durante la partita, ma sono aperto ai vostri suggerimenti....



BESTIA CHI LI ABBANDONA







Un cane è un essere vivente, non un giocattolo che si può cambiare con il variare delle mode e delle convenienze. 










DOMENICO MODUGNO - Resta cu me







Resta cu' mme
pe' carità
stattè cu' mme
nun me lassà
famme penà,
famme 'mpazzi'
famme dannà,
ma dimme si
moro pe' tte'....
vive pe' tte...


vita 'dda vita mia
nun 'me 'mporta do passato
nun 'me 'mporta e chi t'ha avuto
resta cu'... mme...
cu... 'mme


famme penà
famme 'mpazzi'
stattè cu' mme
nun me lassà ...
resta cu' mme....
nun me lassà


vita 'dda vita mia
nun 'me 'mporta do passato
nun 'me 'mporta e chi t'ha avuto
resta cu'... mme...
cu... 'mme           




OVER THE RAINBOW





Chissà perchè, ma la versione di questa canzone che funge da tappeto musicale al finale di C'è posta per te, non l'avevo mai postata sul mio blog.

Forse il caso ha voluto così, lasciandomela integra per quella che mi sembra la degna chiusura di un giorno che ho dedicato alla memoria di Nora Ephron, che di quel film è stata la regista e che ieri è venuta a mancare.




NORA QUOTES






Sally:    Ti odio
Harry:  È un tuo problema.
Sally:   Penso di amarti.
Harry:  Potrei amarti.
Sally:   Ti odio.
Harry:  Per favore, non odiarmi.
Sally:   Ti amo.
Harry:  Ti amo anch'io.



Quando ti accorgi che vuoi passare il resto della tua vita con qualcuno, vuoi che il resto della vita cominci il più presto possibile.





Harry ti presento Sally





Lo era in milioni di piccole cose, che messe tutte insieme singnificavano che eravamo fatti l'uno per l'altra


Insonnia d'amore





Volevo tanto che fossi tu, volevo che fossi tu con tutta me stessa....

C'è posta per te









OLTRE L'ARCOBALENO





E' un anno davvero orribile questo per il guardiano e spero davvero che finisca molto presto, infatti nella giornata di ieri è venuta a mancare la donna che vedete nella foto Nora Ephron e credetemi la cosa mi ha reso molto triste la mattinata.

Probabilmente il suo nome e il suo volto non vi diranno niente, ma se ad essi aggiungo che è stata la sceneggiatrice di Harry ti presento Sally e la regista di Insonnia d'amore e C'è posta per te capirete il senso dell'affermazione con cui ho iniziato questo post.

Dopo Lucio Dalla viene così a mancare a quest'isola un altro dei pilastri su cui è stata fondata e questa volta non ho bisogno di vedere Meg Ryan che va incontro a Tom Hanks sulle note di Over the rainbow per piangere, non c'è bisogno di ricordare quanto sia stato straziante Silkwood o intenso Affari di cuore entrambi con una splendida Meryl Streep come protagonista, per essere certo che è venuta a mancare una donna capace di scrivere intengendo la penna direttamente nel cuore.



Ascoltate bene tutta la telefonata che segue, c'è l'amore così come dovrebbe essere, con lui che si ricorda precisamente il primo istante in cui ha toccato la donna della sua vita e la magia che da quel momento si è instaurata tra di loro per sempre. 
La dolcezza poi con cui il protagonista accarezza la testa di suo figlio e quella strana simbiosi che si crea tra due persone, che neppure si conoscono, ma che si appartengono, senza saperlo, sono davvero pezzi di puro talento.
Qui c'è davvero un sunto di quanto potesse essere brava e intensa come regista questa donna.

Ah, ascoltate bene la canzone che canta Ray Charles.....






Mi mancherai Nora e la prossima volta, guardando oltre l'arcobaleno, immaginerò il tuo sorriso felice.


R. I. P.  Nora Ephron






LUNAPOP - Vorrei





Vorrei, vorrei...
esaudire tutti i sogni tuoi,
vorrei, vorrei...
cancellare ciò che tu non vuoi
però, lo sai che io vivo attraverso gli occhi tuoi...
Vorrei, vorrei...
che tu fossi felice in ogni istante
vorrei, vorrei...
stare insieme a te, così, per sempre
però, lo sai che io vivo attraverso gli occhi tuoi!
E vorrei poterti amare
fino a quando tu ci sarai
sono nato per regalarti quel che ancora tu non hai,
così se vuoi portarmi dentro al cuore tuo, con te io ti prego, e sai perchè...
Vorrei, vorrei...
esaudire tutti i sogni tuoi,
vorrei, vorrei...
cancellare ciò che tu non vuoi
però, lo sai che io vivo attraverso gli occhi tuoi...

PERFIDIA




Nessuno capisce il dolore che provo
È così grande che non riesco nemmeno a singhiozzare
Solo e tremante d’ansia
Tutti mi guardano e se ne vanno

Donna, se puoi parlare con Dio
Chiedigli se io qualche volta
Ho smesso di amarti

E al mare, specchio del mio cuore
Quelle volte in cui mi ha visto piangere
Le perfidia del tuo amore

Ti ho cercato in ogni luogo in cui vado
Ma non riesco a trovarti
Perché volere i tuoi baci
Quando le tue labbra non mi vogliono baciare?

E tu, chi lo sa dove andrai
Chi sa che avventure avrai
Quanto sei lontano da me






USA FOR ITALY

Già il fatto che ci sia l'intro prima della foto/video è un piccolo evento, ma necessario.

Quello che segue è un tuffo nel mio passato e sto morendo dalle risate, sono steso dalle risate, non ce la faccio più a tenermi, però prima che cliccate anche voi sul video che segue è mio dovere avvisarvi che è una canzone degli squallor, la meno volgare che abbiano mai inciso, ma mi stanno dilaniando dalle risate. Certo oggi potremmo di nuovo cantarla e se al posto di USA mettessimo Germany sarebbe perfetta, citando anche la Merkel.......

Io mi riprendo, cerco di farlo e se voi trovate questa come una caduta di stile, non dimenticate che nella vita il sorriso è il gioiello più prezioso che possiamo mai indossare (citazione che capiamo in due) e se riteniamo genio Benigni che ha cantato l'inno al corpo sciolto e ha fatto un monologo con la Carrà su raiuno pronunciando solo il nome del sesso femminile, gli squallor meritavano il Nobel per la letteratura.

Guardiano esagerato.







DIAMANTI





Altra lettura che ho fatto in questi giorni e che mi è piaciuta a tal punto che la  ripropongo qui sul blog.



Tempo fa, un uomo camminò sulla spiaggia in una notte di luna piena...
Pensò che se avesse avuto una macchina nuova sarebbe stato felice se avesse avuto una grande casa sarebbe stato felice.
Se avesse avuto un lavoro eccellente sarebbe stato felice, se avesse avuto una donna perfetta sarebbe stato felice...
In quel momento inciampò in una borsa piena di pietre. Cominciò a giocare con le pietre, gettandole nel mare, una per ogni volta che aveva pensato:
Se avessi... sarei felice...
Finchè rimase solo con una pietra nella borsa e decise di tenerla. Quando arrivò a casa notò che quella pietra era un diamante molto prezioso
Ripensò a quanti diamanti aveva gettato per gioco nel mare, senza accorgersi che erano pietre preziose
Così fanno le persone...
Sognano quello che non hanno senza dare valore a quello che hanno vicino, ma se  osservassero meglio, noterebbero quanto sono fortunati...
La felicità è molto più vicina di quello che si pensa...
Ogni pietra dovrebbe essere osservata meglio...
Ogni pietra potrebbe essere un diamante prezioso!.. Ogni nostro giorno potrebbe essere un diamante prezioso e insostituibile...
Ognuno di noi può decidere se apprezzare ogni pietra o gettarla in mare. Amici, famiglia, lavoro e sogni?
La morte non è la più grande perdita della vita.
La più grande perdita della vita è morire dentro mentre viviamo.


LE DICHIARAZIONI - Orgoglio e pregiudizio

video




E' un finale che merita di essere conosciuto ed apprezzato, per la bellezza degli sguardi che si scambiano gli attori e le emozioni che palpitano, anche dentro chi ne è semplice spettatore.

Però è anche, soprattutto, una stupenda dichiarazione d'amore e quindi........



Mi avete stregato anima e corpo e vi amo, vi amo, vi amo e d'ora in poi non voglio più separarmi da voi





ALEX BRITTI - Una su un 1.000.00





Accettami così, ti prego non guardare
nella mia testa c'é un mondo da ignorare
Voglio che tu sia mia complice discreta
Accettami e sarai la mia bambola di seta

Accettami e vedrai, andremo fino in fondo
Non pensare a cosa è giusto e cosa sta cambiando
Andiamo al polo nord o al sud se preferisci
Accettami ti prego, dimmi che ci riesci

Non ho detto mai di essere perfetto
Se vuoi ti aiuto io a scoprire ogni mio difetto
Se ne trovi di più, ancora mi sta bene
Basta che restiamo ancora così insieme

Amo, amo, è qualcosa che si muove
Su e giù per lo stomaco più freddo della neve
Amo, amo, è un buco alla ciambella
La sua dolcezza effimera la rende così bella

Accettami e vedrai, insieme cresceremo
Qualche metro in più e il cielo toccheremo
Più alti dei giganti, più forti di Godzilla
Faremo una crociera su una nave tutta gialla

Andremo su un'isola che sembra disegnata
Con colori enormi e un mare da sfilata
Per quanto mi riguarda ho fatto già il biglietto
Ti prego non lasciarlo accanto a un sogno in un cassetto

Amo, amo, è qualcosa di speciale
Su e giù per lo stomaco è come un temporale
Amo, amo, è il sugo sulla pasta
Finché non è finito non saprò mai dire basta
Amo, amo, è un dono di natura
Perchè la nostra storia non è solo un'avventura
Amo, amo, è una semplice canzone
E serve a me per dirti che sei una su un milione





VOC E NOTTE





"Chi canta 'int'a 'sta via
o sarrá pazzo o more 'e gelusia!
Starrá chiagnenno quacche 'nfamitá...
Canta isso sulo...Ma che canta a fá?!..."



L'0CCHIO DEL FALEGNAME








E' una lettura che mi è stata proposta nel fine settimana, che a mio avviso ha molte chiavi di lettura. Spero la gradirete, così come ho fatto io.



L'OCCHIO DEL FALEGNAME

C'era una volta, tanto tempo fa, in un piccolo villaggio, la bottega di un falegname. Un giorno, durante l'assenza del padrone, tutti i suoi arnesi da lavoro tennero un gran consiglio. 

La seduta fu lunga e animata, talvolta anche gravemente, Si trattava di escludere dalla onorata comunità degli utensili un certo numero di membri.
 
Uno prese la parola: "Dobbiamo espellere nostra sorella Sega, perchè morde e fa scricchiolare i denti. Ha il carattere più mordace della terra

Un altro interviene "Non possiamo tenere fra noi nostra sorella pialla: ha un carattere tagliente e pignolo, da spellacchiare tutto quello che tocca
"Fratel martello- protestò un altro- ha un caratteraccio pesante e violento. lo definirei un picchiatore. E' urtante il suo modo di ribattere continuamente e dà sui nervi a tutti. Escludiamolo!

"E i chiodi? Si può vivere con gente cosi pungente? Che se ne vadano! E anche lima e raspa. A vivere con loro è un attrito continuo. E cacciamo anche cartavetro, la cui unica ragion d'essere sembra quella di graffiare il prossimo!

Cosi discutevano animosamente, parlavano tutti insieme, dove tutti volevano espellere tutti! 

La riunione fu bruscamente interrotta dall'arrivo del falegname. Tutti gli utensili tacquero quando lo videro avvicinarsi al tavolo del lavoro. 

L'uomo prese un asse e lo segò con la sega mordace, lo piallò con la pialla che spela tutto ciò che tocca, sorella ascia, sorella raspa e sorella cartavetro, entrarono in azione subito dopo. 

Il falegname prese poi i chiodi e il martello. Si servì di tutti i suoi attrezzi di brutto carattere per fabbricare una culla. Una bellissima culla per accogliere un bambino che stava per nascere.

Forse Dio ci guarda con gli stessi occhi del falegname....ognuno di noi è importante, unico, irripetibile..




DIRSI ADDIO








Questa poesia mi è arrivata come commento al post di venerdì scorso L'ADDIO. Come sempre, in questi casi, la pubblico e mi riservo un giudizio nello spazio dei commenti



Dirsi addio...
come una mano invadente
che ci lacera la carne
e ci strappa i visceri.


E ci svuota.


Non piu' sangue
ne' linfa
dentro di noi.


Solo un vuoto
che ci annienta,
ci annulla.


Prevista ed inesorabile,
la morte dell' Anima
ci sovrasta.


Gelida.


Lasciandoci svuotati
di noi
e del nostro sogno. 



NEWS - Ibrido





Quando l'uomo vuole giocare a fare Dio, spesso fa danni.


Dal Direttanews.it del  22 Giugno 2012


Per accedere alla lettura clicca qui 




FRANCESCO DE GREGORI - Rimmel





E qualcosa rimane, fra le pagine chiare,
fra le pagine scure,
e cancello il tuo nome dalla mia facciata
e confondo i miei alibi e le tue ragioni,
i miei alibi e le tue ragioni.
Chi mi ha fatto le carte mi ha chiamato vincente
ma lo zingaro è un trucco.
Ma un futuro invadente, fossi stato un pò più giovane,
l'avrei distrutto con la fantasia,
l'avrei stracciato con la fantasia.


Ora le tue labbra puoi spedirle a un indirizzo nuovo
e la mia faccia sovrapporla
a quella di chissà chi altro.
I tuoi quattro assi, bada bene, di un colore solo,
li puoi nascondere o giocare come vuoi
o farli rimanere buoni amici come noi.


Santa voglia di vivere e dolce Venere di Rimmel.
Come quando fuori pioveva e tu mi domandavi
se per caso avevi ancora quella foto
in cui tu sorridevi e non guardavi.
Ed il vento passava sul tuo collo di pelliccia
e sulla tua persona e quando io,
senza capire, ho detto sì.
Hai detto "E' tutto quel che hai di me".
È tutto quel che ho di te.


Ora le tue labbra puoi spedirle a un indirizzo nuovo
e la mia faccia sovrapporla
a quella di chissà chi altro.
I tuoi quattro assi, bada bene, di un colore solo,
li puoi nascondere o giocare come vuoi
o farli rimanere buoni amici come noi.





MASHUP Lennon vs Vah Halen





Questa per me è la mamma di tutti i mashup, è il primo che ascoltai ben fatto e mi fece innamorare del genere. Credo fosse passato su radio deejay e poi lo ritrovai subito dopo qui, su youtube. E' davvero bello, perchè non solo calza a pennello, ma stravolge tutte e due le canzoni, creando qualcosa che a me piace moltissimo

Un bravo all'autore




MASHUP David Bowie & Queen vs Muse vs





Questo è davvero molto bello e ben fatto, perchè ha mescolato più canzoni, ma l'ho scelto soprattutto come omaggio alla mia carissima amica u. v. s. conoscendo il suo amore verso il duca bianco.





MASHUP Beatles vs bob Marley





Generi diversi, canzoni diverse, autori lontani tra di loro migliaia e migliaia di chilometri, non solo fisici, eppure..........




FIORELLA MANNOIA - Sempre e per sempre





Pioggia e sole
cambiano
la faccia alle persone
Fanno il diavolo a quattro nel cuore e passano
e tornano
e non la smettono mai
Sempre e per sempre tu
ricordati
dovunque sei,
se mi cercherai
Sempre e per sempre
dalla stessa parte mi troverai
Ho visto gente andare, perdersi e tornare
e perdersi ancora
e tendere la mano a mani vuote
E con le stesse scarpe camminare
per diverse strade
o con diverse scarpe
su una strada sola
Tu non credere
se qualcuno ti dirà
che non sono più lo stesso ormai
Pioggia e sole abbaiano e mordono
ma lasciano,
lasciano il tempo che trovano
E il vero amore può
nascondersi,
confondersi
ma non può perdersi mai
Sempre e per sempre
dalla stessa parte mi troverai
Sempre e per sempre
dalla stessa parte mi troverai






MASHUP Adele Vs Eurythmics






Signore british per questo mashup. Due donne distanti tra di loro anni luce, accomunate in questa sovrapposizione di generi.






MASHUP U2 vs Queen





Che dire del risultato di questo questo mashup? Eccelso, sembrano nate per essere una sola canzone.






FIORELLA MANNOIA & ELISA - Almeno tu nell'universo







Sai, la gente è strana prima si odia e poi si ama
cambia idea improvvisamente, prima la verità poi mentirà lui
senza serietà, come fosse niente
sai la gente è matta forse è troppo insoddisfatta
segue il mondo ciecamente
quando la moda cambia, lei pure cambia
continuamente e scioccamente.
Tu, tu che sei diverso, almeno tu nell'universo !
un punto, sai, che non ruota mai intorno a me
un sole che splende per me soltanto
come un diamante in mezzo al cuore.
tu, tu che sei diverso, almeno tu nell'universo!
non cambierai, dimmi che per sempre sarai sincero
e che mi amerai davvero di più, di più, di più.
Sai, la gente è sola, come può lei si consola
per non far sì che la mia mente
si perda in congetture, in paure
inutilmente e poi per niente.
tu, tu che sei diverso, almeno tu nell'universo !
Un punto, sai, che non ruota mai intorno a me
un sole che splende per me soltanto
come un diamante in mezzo al cuore.
tu, tu che sei diverso, almeno tu nell'universo !
Non cambierai, dimmi che per sempre sarai sincero
e che mi amerai davvero di più, di più, di più.

MASHUP Abba Vs Van Halen





Il mashup è un esercizio, con il quale dei deejay o anche dei semplici amanti della musica, sovrappongono ad una base musicale, la pista cantata di un altro brano. C'è studio, amore, orecchio e tanta passione, perchè poi il risultato si possa definire gradovole.

Certe volte però diventa davvero qualcosa di gradevole da ascoltare e io in questo week end vi proporrò un pò di pezzi che a me sono piaciuti moltissimo.

Inizio con qualcosa che mi serve per darvi un'idea di che co'è la bravura, perchè se esiste qualcosa che è agli antipodi musicali, quelli sono gli Abba e i Van Halen.
Potevo mettere anche un Eminem e Mozart, ma la voce del primo è stata distorta troppa e così il gioco non vale.




OSCAR WILDE







L'amore che non osa pronunciare il suo nome, oggi, in questo secolo, è solo quello che si vuol nascondere a se stessi, quello che non vogliamo vivere, dal quale rifuggiamo, l'amore a cui ci condanneremmo, se solo potessimo farlo, ma da quale scappiamo, per paura di essere felici.





L'ADDIO







A volte si scrivono cose che non si vorrebbero mai nemmeno immaginare. 
Ecco, il dialogo che segue leggetelo così, come qualcosa che serve ad esorcizzare un dolore, perchè se gli arrivederci ci fanno star male, figuriamoci gli addii.

Mi diceva tempo fa una persona 
"L'addio è la cosa più brutta che possa esistere, perchè ti da la certezza che la persona che hai di fronte, da quel momento in poi non farà più parte della tua vita e sapendola viva, questo destabilizza molto di più della morte"
E' vero, doversi lasciare fa male, molto male, distrugge le convinzioni, demolisce i sentimenti, è un dolore che nasce e che ti porterai per sempre dentro di te. Ecco come nasce questo racconto, da un dolore che voglio dimenticare, allontanare, uccidere.

Ecco, con queste premesse approcciatevi al dialogo che segue e vi prego, cercate di dare la giusta intensità ad ogni singola frase, respiro, sosprio, non leggetelo ma rendetelo reale, perchè solo vivendole, potrete sentire quanta forza e quanto dolore c'è in ogni singola parola.

P. S. Troverete ad un certo punto un fondo bianco, durante la lettura, non è un effetto voluto e al più presto provvederò a cancellarlo, ma ora è l'una di notte e non so se ce la farò prima della pubblicazione del post, domani pomeriggio. Portate pazienza, finchè non provvederò alla definitiva sistemazione del tutto.



"E quindi questo è il tuo addio?"

"Si"

"Non ci posso credere, è un'idiozia, è un'emerita idiozia, è l'idiozia più grande che io abbia mai dovuto sentire in vita mia"

"Calmati ti prego. 
Lo sapevi bene, lo sapevamo tutti è due sin dal primo momento che saremmo arrivati qui, a questo punto, che questa non era una possibilità, ma qualcosa di inevitabile.  Così come sei conscio e consapevole anche tu che questa è la cosa più giusta da fare, che non possiamo, non dobbiamo spingerci oltre questo punto ...."

"Senti amore mio, potrai avere mille ragioni da opporre alla sola che io posso usare, ma il fatto stesso che ti amo e soprattutto che anche tu mi ami, vale molto di più di tutto ciò che tu mi potresti dire adesso. Non mi convincerai mai che questa è la cosa migliore da fare, la decisione più giusta che possiamo prendere, che siamo costretti a prendere"

"Ma è così, lo sai. La mia situazione non me lo consente di andare oltre e non voglio farti stare ulteriormente male. 
Ti amo e non voglio vederti soffrire, non me lo perdonerei se dovesse succedere ancora"

"Ecco, questa mi mancava. 
Adesso mi sento proprio un personaggio da barzelletta, perchè è nelle barzellette che ci si dice ti lascio perchè ti amo. Ma che idiozia è mai questa? Se mi ami stai con me, non mi lasci. 
Ti rendi conto che è tutto un maledetto controsenso"

"Già, un controsenso, ma in realtà lo è stata tutta la nostra storia. Non ha un senso niente di tutto ciò che abbiamo fatto, proprio in funzione di questo momento"

"Questo momento? Questo momento? Io sono stato felice, io ho toccato il cielo con le dita, ho scritto poesie ogni qual volta il tuo pensiero mi sfiorava e tu mi parli di questo momento? 
Dimmi, se hai vissuto il nostro amore cosciente che sarebbe arrivato questo momento, allora il tuo sentimento non lo hai vissuto sino in fondo? 
In buona sostanza mi mentivi ogni volta che mi amavi con tutta te stessa?"

"Non dire così ti prego. Cn te è sempre stata felicità, sei il ricordo più dolce che ho, quello che non potrò mai dimenticare. 
Sei la sola ragione che mi ha fatto svegliare sorridente ogni mattina e l'unica che riusciva ad farmi addormentare serena ogni notte. 
Ho vissuto la mia vita nell'attesa di conoscerti e da quando è successo, so che l'amore esiste, è vero, ed è eterno"

"Eterno? Ma ti rendi conto dei controsensi che mi vuoi propinare? 
Mi vuoi lasciare, vuoi chiudere qui il nostro tutto e mi dici che il nostro è un amore eterno. Non ci sto, non ti permetto di parlare così, se anche tu sei convinta che il nostro rapporto è destinato all'infinito, abbiamo il dovere di viverlo anche su questa terra, sino in fondo, fino all'ultimo respiro, fino a che uno di noi due non sarà costretto a morire"

"Non è così, non è così, lo sai bene. Ti voglio, se vuoi sentirtelo dire, se ne hai bisogno come una conferma, te lo dico di nuovo, io ti amo e tu non hai nemmeno idea di quanto ti amo e se solo la vita mi concedesse l'opportunità di scegliere, io non sarei lì farlo, perchè la verità è che sono al mondo solo per te, ma non posso, maledizione, non posso"

"Lo so, non puoi. 
Ed io? Dimmi tu? Io adesso che devo fare?  Ti dò un ultimo bacio, ti saluto, giro le spalle e vado via? 
Funziona così? 
Lo sai? Non lo so, non lo so come ci si comporta mentre si va incontro alla morte. Perchè adesso sto morendo e non è una frase fatta, come quelle che si leggono in un romanzo di infima categoria, io sto morendo per davvero. Adesso sto uccidendo la parte più bella di me, quella che è stata capace di esaltarsi nel riflesso dei tuoi occhi e che ci ha fatto volare in alto, lì dove pochi umani sono giunti"

"E' vero, credo che poche donne e pochi uomini sono stati felici come lo siamo stati noi. 
La nostra non è mai stata una simbiosi, io e te eravamo oltre, ad un livello superiore di intimità, noi eravamo una sola anima, un solo cuore che batteva che batteva in un solo corpo. 
Ci siamo intesi senza parlare, desiderati solo guardandoci, capaci di rincorrerci senza mai fermarci, solo per inventare un nuovo modo per stare insieme e se solo penso a tutte le attenzioni che mi hai dedicato...... 
Lo sai, ci sono esseri umani che si direbbero felici se avessero provato anche solo la decima parte delle cose che tu sei stato in grado di fare per me."

"Io ti amo, non ho inventato nulla, non ho studiato nulla, è stato tutto spontaneo, tutto sentito, tuo, solo tuo, perchè tu sei quella parte di me che desideravo conoscere sin dalla mia nascita, la felicità che mi era sempre sfuggita e che adesso devo vedere andare via, facendo anche finta che tutto sia ok"

"Non devi fingere, sii te stesso"

"No, non posso. 
Se adesso devessi essere me stesso, ti stringerei di nuovo a me per baciarti con lo stesso amore con cui ti ho sempre baciata, desiderata, voluta. 
>Non posso essere me stesso, perchè ti amo e non ho nessuna intenzione di lasciarti andare via senza combattere, senza provarci ancora, fino allo stremo delle mie forze....."

"Non lo fare, ti prego, non lo fare. 
Potrei cedere, anzi no cederei senza fare nessuna opposizione, perchè anche io ti amo, ma non può e non dev'essere così."

"Già"

"Non odiarmi ti prego. Non portarmi rancore. Non dimenticarmi"

"Non potrei mai. Ogni mio futuro intingerà la sua esistenza nel ricordo di ciò che sei per me. Tutto ciò che verrà, si specchierà nel tuo sguardo per cercare di rubarti anche solo un pò del tuo splendore ed essere così luminoso di luce riflessa"

"Ti amo"

"Anche io ti amo e lo farò per sempre, fin quando avrò un solo barlume di vita, fin quando potrò ti amerò, non smetterò mai, perchè tu sei stata il mio sogno più bello e ti ho vissuto con tutta la forza che ho e so che per te è stato lo stesso"

"Si è così, è così.
Ti amo.
Addio"

"Addio, mio unico ed eterno amore"







NEWS - Food stylist




Il video non svela solo uno dei segreti più conosciuti al mondo (sono belli solo in foto), ma ci fa conoscere un nuovo mestiere. Seppure in inglese, credetemi si capisce sino in fondo.

Dal Repubblica.it del  20 Giugno 2012


Per accedere alla lettura clicca qui 




FIORELLA MANNOIA - Io che amo solo te





C'è gente che ha avuto mille cose,
tutto il bene, tutto il male del mondo.
Io ho avuto solo te
e non ti perderò,
non ti lascerò
per cercare nuove avventure.

C'è gente che ama mille cose
e si perde per le strade del mondo.
Io che amo solo te,
io mi fermerò
e ti regalerò
quel che resta
della mia gioventù.

Io ho avuto solo te
e non ti perderò,
non ti lascerò
per cercare nuove illusioni.

C'e' gente che ama mille cose
e si perde per le strade del mondo.
Io che amo solo te,
io mi fermerò
e ti regalerò
quel che resta
della mia gioventù






THE KING






Assolo di Blues, per il re del genere, B. B. King.

Io ho spento la luce, per sicurezza ho chiuso gli occhi, alzato il volume al massimo e mi sono lasciato andare al ritmo di quest'assolo, stupendo.




SARA SMILE





Credo che questa sia la prima volta in assoluto che pubblico una canzone straniera senza aggiungere il testo tradotto in italiano. Non sono riuscito a trovarlo da nessuna parte e non mi piace il risultato dei traduttori on line.

Però la melodia mi piace tantissimo e quindi ve ne propongo l'ascolto. Ovviamente, se qualcuno di voi riesce a trovare una traduzione decente, segnalatemela. 





PENSO E RIPENSO




sono al buio e penso a te

chiudo gli occhi e penso a te

io non dormo e penso a te 


45507 - AIPA





L'aipa si occupa da decenni di adozioni, senza però disegnare un aiuto concreto alla crescita culturale e civile dei ragazzi meno fortunati di noi, fornendo loro i mezzi necessari per potersi costruire un futuro, senza dover necessariamente abbandonare la propria terra.

Il claim di questa campagna sociale è sostanzialmente ciò che sostengo da tempo, a volte basta rinunciare a poco, solo ad un paio di caffè, per fare una buona azione. Pensateci.

Io il mio sms l'ho già inviato e se non fosse che devo ancora impratichirmi con lo screenshot del mio nuovo telefonino, ve lo avrei riproposto di già qui, come ho sempre fatto in passato. Spero che come sempre, anche in questa circostanza, non mi lascerete solo e risponderete presente.




NEWS - Scomunicata





Come si può morire per questo motivo? Come si fa ad uccidere per questo motivo?


Dal LaStampa.it del  20 Giugno 2012


Per accedere alla lettura clicca qui 




SERGIO CAMMARIERE - Ogni cosa di me





Cos'è la vita di un uomo
se non la può condividere
e quante strade d'avanti
dobbiamo ancora percorrere
ci sono cose che non so
vissute solo nei tuoi sogni
ma forse un giorno io ritroverò
ancora un modo per riaverti qua

Vai dove il vento del nord mi
racconta di quello che farai
quando lontano sarò
Vai fino a quando saprò
se l'amore che ho dato mi darai
se anche tu mi amerai
Ti dirò ogni cosa di me
senza più tra niente
che magari tu possa fraintendere
queste mie parole
e ti cercherò
ti raggiungerò
prendi i miei sogni
ed abbracciami
tu mi insegnerai
che da soli non possiamo stare MAI!

Ed ora dimmi che cosa
può definirsi impossibile
dove la luna si posa
il sole nasce infallibile
questo adesso partirò
senza una meta
senza niente
e quante volte ti ringrazierò
per tutto il bene che mi dai

Ti darò ogni cosa di me
senza più tra niente
perché so che tu sola mi capirai
oltre le parole
ti darò tutto quello che vuoi
non dovrai chiedere
e dal buio la luce ritroverò
solo nei tuoi occhi
e ti cercherò
ti raggiungerò
prendi i miei sogni
ed abbracciami
tu mi insegnerai
che da solo un uomo non può stare mai

Cerco senza te io non vivrei ma questo tu gia lo sai
dimmi che lo stesso anche per te e se vedo che mi amerai!



MARIO BIONDI - E tu come stai.....





ho ritrovato le tue iniziali nel mio cuore

e non ho voglia di pensare

sono sempre più sbadato