Pagine



MI PRENDERO' CURA DI TUTTI I TUOI SOGNI


ETERNA PRESENZA Pedro Salinas







Non importa che non ti abbia,
non importa che non ti veda.
 
Prima ti abbracciavo,
prima ti guardavo,
ti cercavo tutta,
ti desideravo intera.
 
Oggi non chiedo più
né alle mani, né agli occhi,
le ultime prove.
 
Di starmi accanto
ti chiedevo prima,
sì, vicino a me, sì,
sì, però lì fuori.
E mi accontentavo
di sentire che le tue mani
mi davano le tue mani,
che ai miei occhi
assicuravano presenza.
 

Quello che ti chiedo adesso
è di più, molto di più,
che bacio o sguardo:
è che tu stia più vicina
a me, dentro.
 


Come il vento è invisibile, pur dando
la sua vita alla candela.
 
Come la luce è
quieta, fissa, immobile,
fungendo da centro
che non vacilla mai
al tremulo corpo
di fiamma che trema.
 
Come è la stella,
presente e sicura,
senza voce e senza tatto,
nel cuore aperto,
sereno, del lago.
 
Quello che ti chiedo
è solo che tu sia
anima della mia anima,
sangue del mio sangue
dentro le vene.
che tu stia in me
come il cuore
mio che mai
vedrò, toccherò
e i cui battiti
non si stancano mai
di darmi la mia vita
fino a quando morirò.
 
Come lo scheletro,
il segreto profondo
del mio essere, che solo
mi vedrà la terra,
però che in vita
è quello che si incarica
di sostenere il mio peso,
di carne e di sogno,
di gioia e di dolore
misteriosamente
senza che ci siano occhi
che mai lo vedano.
 
Quello che ti chiedo
è che la corporea
passeggera assenza,
non sia per noi dimenticanza,
né fuga, né mancanza:
ma che sia per me
possessione totale
dell'anima lontana,
eterna presenza. 



E  ANCORA OGGI



SAKINEH NON DEVE MORIRE

3 commenti:

  1. Quello che ti chiedo
    è di più,molto di più
    che bacio o sguardo:
    è che tu stia più vicina
    a me, dentro.

    .......versi che già sono dentro in ognuno di noi, Salinas è riuscito a farmi sentire un pugno all'imboccatura dello stomaco!!
    Sarà anche merito della recitazione non sò ma per me 10 sù 10. Emozione allo stato puro.

    nonnina

    RispondiElimina
  2. ...Quello che ti chiedo
    è solo che tu sia
    anima della mia anima,
    sangue del mio sangue
    dentro le vene.
    che tu stia in me
    come il cuore
    mio che mai
    vedrò, toccherò
    e i cui battiti
    non si stancano mai
    di darmi la mia vita
    fino a quando morirò...
    Sono questi i miei versi preferiti in questa incantevole ed emozionante poesia...
    Grazie Guardiano, questa poesia nn la conoscevo.

    RispondiElimina
  3. Guardiano chiedi troppo!!!insieme all'amico tuo Salinas.


    Naufraga irremovibile.

    RispondiElimina

Non saranno pubblicati:

* messaggi non inerenti al post
* messaggi totalmente anonimi (cioè senza nome e cognome o pseudonimo)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee


Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio (potete rispondere in calce al commento a cui volete fare riferimento)
Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.