Pagine



MI PRENDERO' CURA DI TUTTI I TUOI SOGNI


ON THE ROAD - Parte 1

Ti devo navigante una premessa, quello che leggerai oggi è la prima parte di un post che se avessi pubblicato per intero, sarebbe risultato scandalosamente lungo. Ho quindi deciso di dividerlo in due, senza però snaturarne il contenuto. Quello che ti accingi a leggere è la gestazione, il come, il perchè, da cosa scaturisce questa meditazione, seguirà poi il frutto di cotanto travaglio. La lettura, di uno non necessita obbligatoriamente quella dell'altro, ma uniti hanno un senso ancora più profondo, a mio modesto avviso. Spero di interessarti e grazie della pazienza.



Affrontare un viaggio, che ci porta anche se solo per poche ore lontano dal nostro ambiente naturale, è un'esperienza che regala sempre delle emozioni. Spesso è la meta che ha per noi un senso, qualche volta anche il viaggio. Per conto mio ho imparato a vivere sempre tutto con intensità, quindi anche in un spostamento riesco a scovare delle emozioni, immagina in un viaggio. Eppoi sai, spesso mi sono trovato da solo in macchina, imparando così negli anni a utilizzare questo tempo per pensare e riflettere.

Viaggiare soli, in piena notte, è comunque un'esperienza. I chilometri scorrono lenti come minuti, uno dopo l'altro sempre uguali, i soli fari della tua auto che fendono il buio e se non hai qualcosa che ti impegna la mente corri il rischio che la noia si impadronisca di te. E' davvero facile sclerare mentre si guida un'auto senza nessuno accanto.

Mi è capitato qualche volta di passare l'intero viaggio al telefono, in compagnia della persona che stavo per incontrare. Pensa navigante quanto è meravigliosa la tecnologia, sei solo, ma la persona che vedrai di li a qualche ora è con te e ti parla, stupefacente. Altre volte la radio o la mia musica rompevano la monotonia del viaggio. Cosicchè anche questa volta mi ero attrezzato, un lettore mp3 nuovo e una playlist di 450 brani musicali. Ritenevo 20 ore di musica da ascoltare più che sufficienti a tenermi compagnia senza distrazioni, però poi è andata diversamente.....

Il fatto è che da qualche giorno ho un fitto dialogo con una persona a me cara, purtroppo vive un momento poco felice, è quindi successo che pian piano il pensiero di ciò che le succede ha occupato in auto il posto affianco al mio, mi ha tenuto letteralmente compagnia, quasi come fosse un amico.

Sono convinto che una persona con cui dialogare è il miglior modo per superare un momento di difficoltà. Di fronte a certi stati d'animo le parole servono a poco, occorre l'amicizia, la presenza, la costanza, tenendo presente che l'unica soluzione è il lento scorrere del tempo. Le parole sia ben chiaro servono a poco e a volte succede che si usano anche quelle sbagliate, correndo così il rischio di peggiorare la situazione. Ecco quindi il perchè di tanta preoccupazione, non voglio arrecare altro dolore a una persona che si è confidata con me. Sono cosciente che è davvero difficile aprirsi e mostrare la propria anima nuda, è un gesto che dà e chiede fiducia, non voglio in nessun modo tradirla.

Quindi come ho detto prima, ho compreso che non posso inventare altre soluzione, solo il tempo può rimarginare le ferite. Quello che io posso fare è offrirle una spalla su cui piangere, il mio braccio che l'aiuterà a rialzarsi, le mie gambe per sfidarla in una corsa nella vita, lì fino al punto in cui la scia dell'aereo tocca la schiuma del mare, certo che mi batterà come sempre. Potrò essere al suo fianco fin quando avrà bisogno di me, per poi gioire delle sue nuove gioie e ridere condividendo la sua felicità, perchè è questo che fa un amico.
Ecco, da qui sono partito e qui sono arrivato mentre i km scorrevano inesorabili e mettevo in fila 16 ore di viaggio. Ognuno di noi vive dei momenti oltremodo tristi, che però se condivisi pesano decisamente di meno, io ci sono e ci sarò sempre se qualcuno ha o avrà bisogno di me.

CONTINUA .........................

MUSICA DI SOTTOFONDO

CERTE NOTTI - Ligabue

1 commento:

  1. Ragazzo!
    16 ore per andare a Parma?
    Hai un'auto a pedali? Abiti in Sassonia?
    Scusa ma stasera sono cotta, non avertene a male se il commento è fuori luogo, ma dopo un tour de force di lettura,ho bisogno di un momento ludico

    RispondiElimina

Non saranno pubblicati:

* messaggi non inerenti al post
* messaggi totalmente anonimi (cioè senza nome e cognome o pseudonimo)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee


Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio (potete rispondere in calce al commento a cui volete fare riferimento)
Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.