Pagine



MI PRENDERO' CURA DI TUTTI I TUOI SOGNI


POVERO IDIOTA




Non ho quasi mai usato questo blog per sfogarmi, per tirare fuori il nervoso che alberga in me per riversarlo così su chi mi legge. Ho sempre saputo ponderare, mediare, considerare i miei stati d'animo e poi scrivere serenamene i fatti. 
Oggi non ce la faccio, sono inverosimilmente nervoso e forse anche troppo offeso per fare il perfettino del piffero e non ci riesco proprio a tenermi dentro le domande che mi rimbalzano da una parte all'altra dell'anima.

Spiegatemi allora, perché se ci creiamo un'idea in merito ad un atteggiamento, invece di chiedere spiegazioni, ci convinciamo di essere nel giusto e agiamo di conseguenza? A me avevano insegnato a catechismo che non si pensa male a prescindere del prossimo.

Perché, nei rapporti umani, si fanno male quelli che la corazza si rifiutano a prescindere di indossarla? Quasi che a voler essere se stessi, senza nessuna mediazione, è visto come un segno di debolezza.

Perché si riescono a leggere cattive intenzioni e si agisce di conseguenza, quando poi  non ce ne sono affatto di intenzioni?

E' una vita che cerco di smarcarmi dalla massa, è un vita che cerco di essere diverso nel bene e nel male, è una vita che cerco di vivere come Don Chiscotte e vengo percepito come Sancho Panza e onestamente mi sono anche un po' rotto. Di certo non smetterò di combattere i mulini a vento perché non vengo capito o apprezzato per l'ennesima volta, ma la botta l'accuso sempre.

Sono anni, che anche negli errori, cerco di agire sempre in buona fede, comportandomi così da povero idiota credulone, ma essendo sempre un uomo vero e di certo non sarà una nuova ferita sull'anima a farmi cambiare idea, ma ca..o a fanno sempre più male, ogni anno in più che passa, cicatrizzandosi sempre più lentamente.

Forse la verità è che sono solo troppo vecchio per combattere o troppo stanco per non reagire abbattendomi, ma anche a questo giro, non me l'aspettavo e mi sbagliavo di nuovo.

Povero idiota.


Per favore, evitate le banali frasi di circostanza, mai come oggi servirebbero solo a peggiorare la sittuazione




4 commenti:

  1. Ciao Cavaliere Errante, capita a chi vede oltre di stare male. Capita e l'unica cosa che possiamo fare è cambiare noi, per noi e per quelli che entrano nel nostro spazio prossimale. Altro per ora non so. Io non mi arrendo e l'età non ha alcun rapporto con la volontà, Siamo vincitori, si lo siamo.
    Ciao

    RispondiElimina
  2. Perchè debbo cambiare io se vengo frainteso? Se non ho cattive intenzioni e vengo tacciato di chissà quale cosa, dov'è il mio errore?
    L'età dovrebbe insegnarmi a sopportare il dolore più facilmente, ma non ce la fa e sto anche peggio del passato, se è possibile

    RispondiElimina
  3. Beh... allora mi astengo.... perche' mi vengono in mente solo frasi banali.... :)))
    Ma una cosa vorrei consigliartela.... ed e' di una banalita' oserei dire... oscena!!! :)))
    Ogni tanto... un bel VAFFA..... detto col cuore.... sai come ti rigenera????!!!!! ;))
    Prova... alcune volte e' .... risolutivo!!!! ;)

    Eretica

    RispondiElimina
  4. Porto nonnina come testimone, il vfk è partito ed è stato liberatorio :-)))

    RispondiElimina

Non saranno pubblicati:

* messaggi non inerenti al post
* messaggi totalmente anonimi (cioè senza nome e cognome o pseudonimo)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee


Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio (potete rispondere in calce al commento a cui volete fare riferimento)
Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.