Pagine



MI PRENDERO' CURA DI TUTTI I TUOI SOGNI


CARO AMICO






Caro amico ti scrivo, così mi distraggo un po' e siccome sei molto lontano, più forte ti scriverò.

Comincia così è vero?

Si, comincia così, l'ho ascoltata così tante di quelle volte, mi ha fatto così tanta compagnia l'ultimo dell'anno, che potrei erigere questa tua canzone a inno personale di ogni mio 31 dicembre.
Però quest anno è strano, quest anno c'è davvero una grossa novità, questo sarà il primo capodanno che festeggeremo senza di te, senza che nessuno in un qualsiasi posto del mondo, potrà ascoltare queste parole dalla tua viva voce e io che sono davvero strano, uno che non riesce in nessun modo ad accettare il distacco dalle persone a cui tiene, sono qui, alla tastiera di un ipad, per cercare di ricordare tutto o niente di quello che ti riguarda, ed è per questo che più forte ti scriverò.

Più forte ti scriverò, certo è facile da dirsi, ma è terribilmente complicato da farsi e non perché mi mancano le parole o le cose da raccontarti, no il problema è diametralmente opposto, sono ancora un fiume in piena quando mi ritorni in mente e ci sono così tante emozioni ed aneddoti che mi legano alla tua figura, che mi riesce complicato metterle in fila,  per trovarne poi il bandolo della matassa dal quale cominciare.
Sai, da quando ti ho incidentalmente scoperto e sei entrato a far parte stabile nella mia vita con le tue canzoni/poesie, hai segnato volente o nolente ogni momento che ho vissuto, dagli amori finiti male, alla nascita della mia prole, la felicità e il pianto, la noia quotidiana e la ricerca di un momento di solitudine, tutto è in qualche modo riconducibile a te, al modo in cui mi hai insegnato, seppure involontariamente, a tirare fuori ciò che provo, a mostralo, a porgerlo a chi ho di fronte. Anche se poi in qualche caso c'è chi si è affezionato alle parole e non ai sentimenti, senza riuscire a scorgere che dietro di esse c'è pur sempre un uomo, con i suoi difetti e i suoi pregi, ma questo è un altro discorso.

Sai, la mia sfortuna e al tempo stesso quella che è stata la mia fortuna, è di non avere una figura paterna presente durante gli anni di formazione, perché chi vi era deputato era impegnato a fare altro e seppure da lui ho imparato il rispetto, l'amore e la dedizione totale per il lavoro, ho dovuto cercare altrove il modo per coltivare, per comprendere, per vivere ciò che avevo dentro e per mia fortuna in quel momento ho incrociato te e due tuoi album 1983 e Dalla.
Sei stato da quel momento padre involontario di un figlio che non hai mai generato, ma che in qualche modo hai forgiato ad immagine e somiglianza delle tue ispirazioni, di quei versi a cui mi sono abbeverato per anni e che hanno fatto di me l'uomo che sono. Certo, so da me che non sono un capolavoro, rimango solo e poco più che un imbrattacarte copione, ma sinceramente sono felice di essere capace di vivere senza nessuna paura le passioni infinite che mi bruciano l'anima, quelle stesse che tu ci hai descritto in maniera palpitante e che ancora rivivono nelle tue opere.

Io sono il frutto di una miscela esplosiva, creata sulla base di Cara e di Futura, di Chissà se lo sai e Felicità e tante, tutte le emozioni che hai saputo riversare in me, ed è anche per questo che ancora che non riesco ad elaborare sino i fondo il tuo lutto, non riesco a farmi capace del vuoto che hai lasciato dentro di me e seppure questi sono forse tra i giorni più tristi e desolati della mia vita (credimi è così), al solo pensiero che l'anno che verrà potrebbe non so come, riuscire a ribaltare il tutto, beh quel barlume di speranza è in grado di accendermi ancora.

Quindi vedi caro amico, cosa ti scrivo eri dico, tutto ciò che mi circonda, dalla mia vita reale a questo blog, tutto lo devo a te e a quello che hai infuso nella mia anima, ed è anche per questo che oggi mi sembra davvero incredibile, impossibile da concepire, che tu non sia più qui tra di noi ad attendere, a cantare quella tua splendida canzone, che per anni ho detestato, come detesto Caruso e non perchè non siano belle, ma perchè qualcuno pretende di conoscere cosa ci hai tramandato conoscendo a memoria solo queste due opere, mentre tu sei stato molto più complesso e stimalante.

Quindi mio caro amico, anche oggi, come sempre ti ascolterò rofetizzare l'impossibile, sorriderò dei preti che potranno sposarsi, ma soltanto ad una certa età e come quella sera del 89, quando solo tu mi facesti compagnia nella mia auto mentre tutto il mondo intorno a noi festeggiava l'arrivo del nuovo anno, anche quest anno allo scoccare della mezzanotte, il mio primo augurio sarà per te che non ci sei più e subito dopo manderò un SMS e spero che lei capirà.

Lucio, grazie di avermi permesso di ascoltare la poesia che si propaga nel buio e di avermi concesso il dono di  scoperire così quella meraviglia che alberga in ognuno di noi e che si chiama amore.

Mi manchi













3 commenti:

  1. Ho iniziato a leggere ed un calore mi ha avvolto come un'abbraccio... Perché in questo scritto c'è la vita, l'amore il dolore con un pizzico di dolcezza, un cuore che ha sofferto un'uomo che ha lottato.. Lui lo ha un figlio come te msi nessuno lo ama quanto lo dimostri tu... Sei speciale e la cosa più bella che sei reale..... Ti adoro.... Da Naufraga a Guardiano... SIS.... Tutto cambia tutto ruota... E ci si scambia sguardi.. Parole e gesti.... Io ci sarò...

    RispondiElimina
  2. Ciao Guardiano , grazie di esistere felice anno nuovo insieme ai tuoi cari affetti un bacione Eyesgreen...

    RispondiElimina
  3. Caro Guardiano,
    comè strana la vita,Lui non c'è più...Lucio,amato tantissimo dal mio papà,così tanto che ha deciso di seguirlo,sono insieme chissà dove,sicuramente Lucio al piano e papà a fischiettare le sue canzoni...1 marzo 2012...più semplicemente 01/03/2012 13 aprile 2012...semplicemente 13/04/2012 strano il destino...come sono strane le due date...indirettamente Lui mi ha portato a te...cercandolo trovo un tuo post...e così... che iniziò...
    Buon Anno e che possa realizzare tutti i tuoi desideri semplici.
    Nunù

    RispondiElimina

Non saranno pubblicati:

* messaggi non inerenti al post
* messaggi totalmente anonimi (cioè senza nome e cognome o pseudonimo)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee


Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio (potete rispondere in calce al commento a cui volete fare riferimento)
Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.