Pagine



MI PRENDERO' CURA DI TUTTI I TUOI SOGNI


DIETRO LE QUINTE








Quando scrivo un post come quello di venerdì scorso (AL BUIO clicca qui), il giorno dopo spiego sempre che ho bisogno di una piccola pausa, per lasciar decantare tutto quello che è successo intorno a quello scarabocchio. 
Oggi che è lunedì, rispetto al momento della pubblicazione, di giorni ne sono trascorsi tre, ma mi prendo lo stesso un momento tutto mio, per lasciar scorrere la gioia che è confluita in me dopo aver preso coscienza dei vostri commenti. 
Emozionanti.

Il fatto è, che un post come quello ultimo, è un'esperienza totalizzante in primo luogo per me che lo scrivo. 
Io non sono capace di pensare ad un racconto, io lo devo vivere in prima persona e quando succede com'è successo mercoledì sera, poi viene fuori la necessità di metterlo nero su bianco immediatamente.
Il problema nasce poi successivamente, perché non sono mai contento delle parole che adopero, cerco sempre di migliorarmi, rendere sempre più fluidi i concetti, voglio che chi mi legge si immedesimi e sia partecipe del mio stesso stravolgimento. 
Ogni post del genere è un parto davvero difficile.


Ecco, forse rappresentandolo come un parto, come un travaglio lungo e complesso, riesco a darvene un'immagine vicina al vero. 
Nello scrivere uno scarabocchio di questo tipo, devo essere bravo a  tirare fuori l'essenza più intima di quello che ho dentro, devo farlo con un mezzo improprio come le parole e far arrivare le mie sensazioni a chi mi legge, senza scadere nel volgare e cercando di non ripetermi. Converrete anche, che quando si parla di due persone che si amano, la cosa è davvero difficile.

Io non riesco ad immaginare l'idea di scrittura, come quella di liberazione. Per me ogni post è qualcosa di mio che regalo al mondo, di conseguenza poi lo seguo e non riesco a staccarmene. Sono a dir poco trepidante nelle ore successive alla pubblicazione, aspetto di sapere, di conoscere gli umori di chi mi legge e ho sempre il sacro timore di aver sbagliato. Credetemi, sono a dir poco in fibrillazione.

Poi iniziano a fioccare i commenti. 
Ecco, chi come me scrive un blog e lo fa incoscientemente, senza pensare troppo a cosa ne deriva, ha una sola soddisfazione, i commenti. Sono convinto che quello che scrivete in calce ad un post non deve per forza di cosa essere un complimento, ma rappresentare i vostri pensieri spontanei, quello che immediatamente vi viene da dirmi, quello che volete io sappia. 
Però spesso e volentieri (per fortuna) mi regalate dei complimenti e io ancora oggi non riesco ad abituarmici. Non riesco a capacitarmi del fatto di aver scritto qualcosa di "speciale" se non dopo qualche mese, quando mi trovo a rileggere un post, a farlo a mente fredda e a venirne di nuovo stravolto. Quindi sul momento l'unica cartina tornasole che ho per capire se ho sono arrivato al cuore delle vostre anime, sono le parole che mi regalate e credetemi fremo nell'attesa di sapere cosa ne pensate, sempre.

Ora tutto ciò, come ben capirete, è un'esperienza totalizzante, che mi prende e mi stanca sino al profondo dell'anima, per questo ho bisogno di "riposare" e spero non me ne vorrete se oggi lo faccio stravolgendo la routine di questo blog, non pubblicando il cortometraggio e avendovi raccontato il dietro le quinte di un post.

Vi devo un'ultima cosa e rispondo così alla stessa domanda, che mi è giunta spesso e da più parti.
Non esiste una donna che al momento che vive con me queste sensazioni e divide con il sottoscritto ciò che leggete. 
I miei sono un misto di ricordi e desideri, voglia che tutto ciò si avveri e speranza di viverlo, così come lo sento e non come lo scrivo, perché per quanto io voglia essere bravo, per quanto io cerchi di coinvolgervi nel racconto, non riuscirò mai a ridurre a lettere la grandezza di ciò che ho dentro e non perché dentro di me ci sia qualcosa di grande, ma perché è l'animo umano che è davvero immenso, quando ama.


ALTRI LETTI E RILETTI DI OGGI



SAKINEH NON DEVE MORIRE

HOME PAGE clicca qui


10 commenti:

  1. Ciao Guardiano!
    Quello che hai scritto è quello che vale anche per me... scrive e assaporare la trepidazione dell'attesa di una reazione e la paura di aver scritto qualcosa che si ritiene importante e scoprire che non è così per tutti...
    Invece poi, arriva quel commento che ti innalza e ti fa gioire sapendo di aver condiviso qualcosa che su lettera sembra sempre troppo poco!

    Ti auguro di trovare presto ciò che cerchi!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  2. Non mi affanno nella ricerca, non voglio che le cose accadano per forza, se e quando verrà sono pronto.
    Ho letto il tuo post e mi fa piacere risponderti non perchè te lo aspetti, ma perchè è per me un piacere farlo. Non sempre ci riesco, siete in tanti davvero e qualche volta mi perdo un commento, ma questo non significa che non mi interessi a tutti voi.
    Da te ci sono sempre, anche se non scrivo, leggo di te, della tua vita passata e delle tue avventure domenicali.
    Onestamente mi piace il tuoi blog.
    Un caro abbraccio a te e al resto della tua famiglia.

    RispondiElimina
  3. Caro guardiano... e fai bene, più si cerca più ci si confonde... quando sarà... sarà!

    E... tu rispondi perché sei una persona gentile... lo sai bene che non per tutti è così...ma tu lo fai!
    Un'altra cosa, so che vieni a leggere stai tranquillo! :-))

    Un abbraccio grande!

    RispondiElimina
  4. Ciao Guardiano, tu hai il faro accendilo e quella luce rivelerò ai tuoi occhi quello che stai cercando. Sarà una persona dolce, gentile e delicata come un fiore primaverile, la tua perfetta compagna......
    Buona vita e splendida serata

    RispondiElimina
  5. SARA

    Grazie :-)

    I AM

    Felice di sapere che sei tornata, ti avevo letto, ma credevo stessi postando dal Canada.
    Oggi mi hai riservato una piacevolissima sorpresa

    RispondiElimina
  6. Sono rientrata ieri notte. In realtà postavo da un paesino vicino al Canada....
    Mi mancano quei luoghi incantati.. cercherò di tenerli a lungo dentro di me.
    Ciao e buona notte

    RispondiElimina
  7. L'animo umano è davvero immenso quando ama.....
    è un periodo un pò 'particolare' per me per quanto riguarda l'amore a 360 gradi,
    mi rendo sempre più conto che chi comanda
    è il Dio denaro,si dà sempre più valore al conto in banca, e non a quello che ogni singola persona può avere come ricchezza umana....
    mi disturba fisicamente e mi indispongo con chi è così materialista...ho sempre dato un grande valore ai sentimenti e a chiunque fossero diretti,genitori,fratelli,marito,figli e tutti quelli che mi ruotano attorno,non li ho mai amati per dovere .....
    vorrei in questi giorni avere la capacità di poter far capire ad una persona a me molto cara
    che con l'amore compri tutto ma con il denaro no......

    RispondiElimina
  8. I sogni sono la cosa più bella del mondo, ma dovrebbero rimanere a letto.
    Ahimè, ci sono persone che come me e te ci convivono pure durante la giornata. Io non ho intenzione di svegliarmi e spero nemmeno tu.
    Quanti altri riusciremo a contagiare?

    RispondiElimina
  9. è normale emozionarsi quando si scrive qualcosa...però io faccio il contrario: riesco ad immedesimarmi ed emozionarmi e quindi a raccontare meglio cose che non mi riguardano affatto, che sono lontane dai miei ricordi e dalla mia realtà.
    Ognuno ha il suo stile.

    RispondiElimina
  10. L'importante è cercare di trasferire bene nei nostri post quello che ci sentiamo di dire, poi come nascono e il perchè segue delle vie imperscrutabili per ognuno di noi

    RispondiElimina

Non saranno pubblicati:

* messaggi non inerenti al post
* messaggi totalmente anonimi (cioè senza nome e cognome o pseudonimo)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee


Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio (potete rispondere in calce al commento a cui volete fare riferimento)
Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.