Pagine



MI PRENDERO' CURA DI TUTTI I TUOI SOGNI


IO DIFFIDO







Quando conosco una persona, le dò sempre fiducia, a prescindere. Poi, man mano che conosco chi ho di fronte, che scopro il carattere dell'uomo o della donna che percorrono con me un tratto di quella strada che chiamiamo vita, quella fiducia aumenta o diminuisce, fino a scomparire del tutto se noto che l'individuo ha determinate caratteristiche.

Quelle che vi vado ad elencare di seguito.


DIFFIDO di chi è convinto delle proprie ragioni, a tal punto da non volerle discutere con nessuno e per nessuna ragione, pretendendo però allo stesso di imporle agli altri;



DIFFIDO delle persone che hanno la capacità di leggere nel mio pensiero e della loro bravura nell'interpretare le cose che nemmeno io so di sapere. Mi spaventa il modo in cui pretendono che io ammetta di avere torto su una cosa, che nemmeno lontanamente fa parte del mio essere uomo;. Soprattutto mi inquieta il fatto che molti mi reputano facile da comprendere, quando io ci provo da 43 e ancora non ci sono riuscito;


DIFFIDO dei critici a pagamento, che mi spiegano perché una canzone, un libro o un film sono belli o brutti Quello è il loro pensiero, che rispetto, ma rimane semplicemente ed esclusivamente il loro pensiero, perché per mia fortuna ho una mia sensibilità di cui mi fido e non è detto che debba coincidere con il loro;


DIFFIDO di chi conosce le risposte alle domande che non mi sono ancora posto. Ciò che sono e vivo è il frutto, il sunto, il meglio e il peggio di ciò che ho vissuto. Potrà non piacere, pazienza, ma sono pur sempre io e non quello che qualcun altro vorrebbe che io fossi; 



DIFFIDO di chi inizia una frase dicendo "a prescindere dal fatto che....". Come fai a prescindere dal nocciolo della questione? E poi chi lo decide da cosa si può e si deve prescindere?



DIFFIDO di chi non ha nessuna intenzione di mettersi al passo con i tempi, tacciando la tecnologia come figlia del male e senza così cercare di capire che le innovazioni vanno usate piegandole sulle proprie esigenze, che sono un mezzo per vivere meglio. Ognuno può ancorarsi al proprio modo di vivere, ma pretendere che anche gli altri lo facciano lo trovo aberrante;


DIFFIDO di chi ha una capacità di autocontrollo tale da non mostrare mai i propri sentimenti, di chi non si commuove in pubblico perché non è conveniente e lo so che detto da un emotivo cronico come me suona molto male, perché in pratica sono l'opposto estremo, ma diamine, essere dei ghiaccioli no, la ritengo una cosa aberrante;


DIFFIDO di quelli, che nascosti dietro l'anonimato virtuale, si mettono alla tastiera di un pc e pontificano su tutto e tutti. Capre che cercano di belare fuori dal coro, solo perché nessuno sa chi sono. In buona sostanza tutti quelli come me :-);


DIFFIDO di chi si costruisce un personaggio e ne indossa tutte le caratteristiche per vivere la propria vita, chi smette di essere se stesso, perché il mondo gli chiede di essere altro. In buona sostanza chi mente al mondo per un proprio tornaconto e scusatemi se aggiungo una piccola postilla, che ci porta fuori tema,  ma mi occorre per spiegare una cosa su di me a chi non l'ha ancora capita

Io non sono il Guardiano, ma il Guardiano è me. Io non mi vesto da romantico e credulone perché è qualcosa che fa colpo e scena, ma sono quello che leggete qui quotidianamanete.
Ho letteralmente usato questo spazio per conoscermi e per scoprirmi e non mento per comodo, quando scrivo qualcosa. Sarò anche banalmente credulone, ma sono così e a dimostrazione di ciò che dico, parlano le testimonianze delle persone che hanno superato quella barriera del virtuale e mi hanno conosciuto di persona, vedendo le mie espressioni, guardandomi negli occhi quando parlo. Ecco nessuno di loro, potrà mai affermare, che io sono in qualche modo diverso da ciò che si percepisce leggendomi qui.



16 commenti:

  1. Anche se non ti ho mai visto penso tu sia realmente così...anzi devo dire come se ti conoscessi da sempre!!! :) Grazia

    RispondiElimina
  2. io faccio parte di quelli con non ti conoscono di persona, come uomo, conosco quello che "passa il convento" cioè il guardiano.
    Il fatto che uno sia emotivo e lo camuffi in pubblico, credo non sia un difetto, se non altro non metti in imbarazzo gli altri, oltre magari denotare un pudore personale. Dove sta scritto che tutti si debba mostrare tutto?
    Cosa recita il proclama del tuo profilo? Anche tu vuoi avere un privato invalicabile. Lo ribadisci velatamente anche in questo post.
    Se vuoi essere rispettato nei giudizi altrui nei tuoi confronti, devi rispettare anche i desideri degli altri e se io non mi commuovo in pubblico, cosa vuol dire, che sono una persona di cui diffidare? Magari ho altri pregi, oltre che tanti altri difetti. Forse prima dovresti conoscermi e poi decidere la mia affidabilità, non farlo in modo superficiale.
    Mi sembra che tu per primo sia caduto nel primo dei tuoi "diffido". C
    Per i critici a pagamento, concordo con te, ma loro fanno un mestiere che il pubblico, cioè noi, concede loro di fare, ascoltandoli.
    Non lamentiamoci poi.
    Per quanto riguarda la tecnologia, sono in pochi a saper usare al meglio quello che il mercato ci offre. Spesso il voler apparire gioca un ruolo basilare ai nostri giorni.
    Mi riferisco a tutti quelli che si comperano l'ultimo cellulare che il mercato offre , solo per farsi notare, per essere trand e poi lo usano solo e magari con difficoltà per telefonare e basta, ma vuoi mettere che figura fanno, in pubblico quando lo esibiscono!

    Un'ultima precisazione, ti ricordo che qui siamo in un mondo virtuale , dove in tanti si approcciano per vivere un mondo diverso dal loro reale, indipendentemente dal motivo che non deve essere per forza losco.
    Quindi crearsi un personaggio immaginario,dietro cui nascondersi non lo trovo così ignobile, proprio perche non siamo nel mondo reale.
    Solo un limite è essenziale: non fare male o danni a qualcuno.
    Con rispetto, Guardiano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ribatto punto su punto.

      In primo luogo, è abbastanza ovvio che in pochi mi conoscono, vista la mole di persone che si approccia all'isola. Non posso dedicare a tutti la stessa attenzione e di conseguenza sarebbe come se non la dedicassi a nessuno. Chi mi ha conosciuto oltre "quel che passa il convento" è perchè è riuscito ad incuriosirmi a tal punto da aprire la corazza che mi serve per difendermi dalle persone che poi si rivelano futili meteore di passaggio qui sull'isola.

      Io non ho detto che si debba sempre mostrare tutto, ho ammesso di farlo e di non essere d'esempio, ma ho affermato che non amo gli algidi a prescindere, coloro che sono gelidi per attenzione e convenzione, a cui fa comodo essere così. Ognuno è libero di comportarsi come crede, ma sarò anche io libero di diffidare di chi è dotato di tutto quest'autocontrollo?

      Io sono la persona più aperta al dialogo che esista al mondo. Questo spazio è nato per il dialogo e la discussione civile, per la libera circolazione delle idee e il fatto stesso che il tuo commento sia pubblico, seppure molto critico verso di me, ne è la prova lampante.

      Io non mi lamento, diffido, credo che la lingua italiana, se usata con precisione, non offre scampo. Anzi e anche qui ho centinaia di persone che possono comprovarlo, chiedo sempre a chi mi segue, di stroncarmi, se lo ritiene opportuno, ma motivando il proprio pensiero e non farlo invece a prescindere.

      Io non ho mai affermato che tutti dobbiamo essere in grado di utilizzare la tecnologia al massimo, la frase è precisa anche in questo caso, io diffido di chi la demonizza a prescindere, vorrei vedere loro senza lavatrice o lavastoviglie, senza l'ascensore o un TV color al plasma. Per i cellulari poi l'esempio è perfettamente fuori tema, perchè credo che chiunque di noi è in grado di fare qualsiasi cosa, anche usare l'ultimo modello di smartphone, non ci vuole un'intelligenza superiore per farlo, che poi lo si acquisti per moda, beh lì è deficienza e non ha nulla a che vedere con ciò che ho scritto nel mio post.

      L'approccio al web, faccio quello che voglio perchè sono nascosto è fuori luogo, chi dice che il tuo o il mio comportamento non faccia male a nessuno? secondo quale parametro? Il tuo? e se qualcun altro usa dei metri di giudizio diversi? No, questa è una propagine della vita reale, non ci si costruisce un personaggio di comodo, diverso da ciò che si è, solo per vivere la vita di qualcun altro. Bisogna essere se stessi ed avere il coraggio anche qui di esporsi, anzi soprattutto qui. L'uomo è quello che ha il coraggio di mostrarsi per quello che è e non per quello che vorrebbe essere.

      Con rispetto, anonimo/a

      Elimina
  3. a prescindere dal fatto che..........ahahahahaha
    diffido di chi non cambia mai idea
    diffido di chi ha la sensibilità di un termosifone
    diffido di chi non ti guarda negli occhi quando ti parla
    diffido di chi ha solo virtù e niente vizi
    diffido di chi diffida dei propri amici
    e dopo tutta questa diffidenza mi rendo conto che potrei diffidare
    anche di me stessa :-)
    una sana diffidenza non guasta mai
    ma se è esagerata si vive male.

    nonnina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti sono sembrato esagerato? Naaaaaaaaaaaaaaaaa

      :-)

      Ciao Nonnina, ha ragione Kik bella filastrocca

      Elimina
  4. no io non posso non rispondere,da Salernitana verace,guardiano mio devo,non resisto,ti prego fammi diffidare pur a me...:-)

    e poichè sono una figlia e ntrocchia ho trovato questo video e queste parole...mooooltoooo diffidenti....
    http://youtu.be/rI9vqeZlQCQ


    Diffido dei presenti diffido degli assenti
    Diffido degli astanti
    di tutti e anche di me
    Diffido di tutti bellii e brutti e anche di
    me, se necessario

    Diffido della gente tutti belli e divertenti
    benvestiti deodoranti con quei bei faccioni
    tondi sorridenti
    che risultano simpatici ai parenti vincenti
    inserti socialmente affidabili
    economicamente
    ma senza dar nell'occhio e serva fartelo
    pesare diffido del normale dal legale del
    lavoro dellee mele e delle arance
    e di quello che fa bene, ma senza
    riniunciare a diffidare, pure, di quello che
    fa male, dalla pratica illegale
    specialmente quando sono proprio io a
    praticare
    diffido della droga di chi non ha mai
    provato di chi s'è accappottato e di
    chi vuole provare
    di quello che sta sempre al posto
    giusto e di quello che non sa che
    cazzo fare
    DIFFIDO
    1, 2, 3, DIFFIDO ANCHE DI TE

    Forse è un segno dei tempi una strana
    Alchimia un profumo di merda una
    Malattia
    Diffido dei credenti diffido dei moderni e sono stato diffidato
    insomma di tutti e così sia
    Diffido dei parenti diffido dei supplenti
    e quest'è quanto eccoci qua
    diffido degli amici dei nemici delle
    banche delle case degli uffici delle
    piazze dei negozi
    delle strade dei locali delle star, dei
    quattro amici al bar, del dolce e degli
    Amar, tutt'e veterinar
    dei mulini dei provini de' latrine dei
    festini dei bambini dei violini provola
    e chiodini cachis e mandarin' e
    manduline
    diffido 'e tutte chille ca so' vive,
    dell'aria acqua vino pane Ferro e
    Vitamine
    diffido d'e piastrine
    d'o sanghe 'e chi t'è muorto e d'o
    cazz ch'è cacato
    diffido e sono stato diffidato.

    DIFFIDO
    1, 2, 3, DIFFIDO ANCHE DI TE

    saluti anonimissima.....

    RispondiElimina
  5. Dopo tutto sto diffidare...rimane lo spazio x le persone semplici e sincere.....LA SIS banali parole ma per me esistono..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo in pieno, era il senso di quello che volevo dire, racchiuso nello spazio di un tweet. L'ho detto che sono verboso e prolisso?

      :-)

      Elimina
  6. l'approccio al web sotto avatar può essere una scelta per essere liberi di esprimersi come magari non lo si può fare nella vita reale.
    Non conoscendoti, non posso sapere se tu nel tuo quotidiano, sei solito a declamare le tue poesie o discutere gli argomenti del tuo blog con amici e famigliari. Forse per qualcuno il web è una valvola di scarico, in questo senso era da intendere la mia affermazione, d'altro canto il termine avatar lo hai inserito tu.
    Il lamentarsi riferito ai critici era per spiegare che a volte siamo noi a concedere agli altri il potere di fare cose , quindi non ci dovremmo poi lamentare se chi abbiamo eretto giudice fa poi il suo mestiere (retribuito).
    Chiaramente il demonizzare la tecnologia non credo si riferisca alle lavatrici, non troveremmo nessuno (nel mondo) che vorrebbe lavarsi la biancheria a mano, piuttosto che accettare l'innovazione.
    Credo che esistano ancora persone che guardano con sufficienza la tecnologia della rete, computer, telefonini , cose di questo genere.
    Sono le stesse che odiano le carte di credito , considerate soldi di plastica, quelli che "no il bancomat, mai". Dimmi sinceramente, guardiano, ho fatto l'esempio dei cellulari, ma secondo te ho davvero torto marcio? Davvero le persone che tu frequenti o conosci con i vari iphone , ipad e similari sono in grado di utilizzarli al meglio e lo fanno?
    Davvero tutti quelli che si comperano l'ultimo modello di pc (carissimo) ne hanno necessità assoluta? o piuttosto vogliono far credere di essere ciò che non sono, persone importanti , da invidiare?Poveri illusi che hanno il solo scopo di mettersi in mostra.
    Beh se per te non è così, se le tue frequentazioni sono così tecnologicamente avanti, veramente, allora sei fortunato; io ho visto troppo spesso casi di vanesi.
    Dici che tra tutti quelli che frequentano l'isola hai fatto una scelta nel decidere di aprirti "la corazza" con chi ti ha incuriosito . Quindi anche hai giudicato, senza conoscere, solo mosso dalla curiosità?
    Il mostrare i propri sentimenti in pubblico? Perchè uno lo deve fare in pubblico? Ci sono sentimenti che sono nel nostro profondo, solo nostri, altri che riguardano solo alcune persone, perchè si dovrebbe mostrare "in pubblico" cose che riguardano pochi? Non è sufficiente che vengano mostrati ai diretti interessati? Mostrati "in pubblico" a volte perdono il loro valore ( ripeto a volte) e pretendere che questo avvenga: allora diffido io.
    Questo luogo è dedicato alla discussione? Me ne hai dato conferma e per questo ti ringrazio dell'attenzione dedicatami, sei stato molto gentile

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Riprendo dal fondo e ringrazio te per essere tornato/a e premetto che se non potrò darti altri spazio sino a lunedi mattina è perchè ahimè, lo smartphone che me lo consentiva è andato distrutto e devo aspettare di accendere una postazione pc per poter riprendere il dialogo.

      Come sono io nel quotidiano, lo puoi scoprire leggendo di seguito le risposte di qualcuno che mi conosce e si, io non le declamo le poesie, ma so essere anche poetico, se occorre. Rimane un mio limite, non lo nascondo, ma mi piace così

      Lasciami ancora la possibilità di non essere d'accordo con il tuo ragionamento sui critici, lascio a me stesso la possibilità di decidere se una cosa è per me bella oppure no

      Sono d'accordo appieno, sul fatto che il mondo è pieno di persone che sono inutilmente attaccate ad uno smartphone che non sanno nemmeno spegnere, ma io parlavo di coloro che non comprendono il fatto che io ho la possibilità di comunicare con una mail, di preparare un foglio elettronico che mi semplifica il lavoro e me lo agevola, di coloro per cui skype è figlio del demonio e non una possibilità. Chi in pratica non vuole che io possa usare la tecnologia che è messa a mia disposizione. Ecco l'esempio della lavatrice e ti dico, rispetto chi fa la scelta di non usare un cellulare che non saprebbe maneggiare, ma credo di meritare rispetto se lo faccio, seppoi vengo tacciato di fare spreco del mio tempo, beh lì inizio a diffidare dell'intelligenza della persona

      La curiosità muove il mondo, spinge alle invenzioni, tiene in allenamento il cervello, fa nascere le discussioni, la voglia di conoscere è la differenza tra le bestie che sono istintive e ripetitive e l'uomo che è in grado di andare sulla luna e tornare indietro

      Io non pretendo che "in pubblico" sia sempre e davanti ad una folla, ma permettimi chi non si commuove, nemmeno davanti a quelle scene che davvero straziano il cuore, ecco permettimi quel tipo di persona mai mi inorridisce e credimi ne conosco

      Si questo luogo è nato per il dialogo e la discussione e ogni parola intelligente, anche se contraria a ciò che penso, sarà sempre bene accetta

      Alla prossima, perchè spero di ritrovarti, casomai sapendo anche con chi ho a che fare, sarebbe una cortesia davvero gradita

      Elimina
  7. bella nonnina!
    Facciamo come per "mi piace"?
    Se il despota dell'isola, fosse d'accordo, logicamente, ma ho paura che diffidi.
    Tanti saluti
    Kiksister

    RispondiElimina
  8. è vero è vero è proprio accussì "o guardian" è un romantico, credulone ,
    aperto al dialogo,molto aperto....:-)al passo coi tempi,multimediale,capisc d'internet,accetta le critiche con molta,si può dire parsimonia? correggetemi se sbaglio,però mi raccomando quando dovete stroncare,date sempre la motivazione,altrimenti che stroncatura è,ah propaggine ci vogliono due g,giusto?:-)è vero bisogna essere se stessi,ha ragione,quindi quando qualcosa vi dà fastidio e il sangue vi sale al cervello,dovete,fare un bel respiro e ...,anzi dobbiamo avere il coraggio di mostrarci per quello che siamo,o no?
    sotto cè un video da (guardare) quando desideriamo calmarci...
    buona visione...anonimissima....:-) ciao guardiano..ciao naviganti

    http://youtu.be/KQJKRSMnxeA

    RispondiElimina
  9. Dici bene -man mano che conosco la persona che ho di fronte- le persone si conoscono solo dopo averle conosciute di persona, (scusa la ripetizione ma è doverosa) le persone si conoscono dopo aver mangiato insieme, dopo aver codiviso momenti, ma sopratutto dopo essersi almeno una volta guardati negli occhi.

    RispondiElimina
  10. io diffido . .io diffido. .
    guardiano dovresti diffidare di più, sei un credulone.
    Hai anche tendenza a dare consigli tecnologici alle vecchie signore, spiegando come svicolare dal "grande fratello" del controllo blog, sicuro che tanto non ci capirebbe nulla.
    Infatti era già complicato al primo passo.
    Ma a quanto pare quella signora è riuscita a sfuggire alle maglie di una rete ben congegnata, e tu ci sei cascato non una ma due volte.
    Eppure ti avevo avvisato che avrei risposto a questo post in modo polemico e ti avevo anche avvisato della mia intenzione di farti uno scherzo.

    Che dici? ah devo fare i bagagli?
    Come? non sento, sai ala mia età . .


    Kiksister (anonima/o)

    RispondiElimina
  11. io diffido dei dolci senza cioccolato
    io diffido di chi sorride comunque e troppo
    io diffido di chi mangia pasta e fagioli con le cozze
    io diffido di chi fa troppi complimenti
    io diffido di piatti sconosciuti
    io diffido di chi vuole convincerti sempre
    io diffido di ricci sulla pasta
    io diffido di chi è invadente
    io diffido di melanzane e cavolfiori
    io diffido di chi è troppo riservato
    io diffido di vino rosso
    io diffido di droga
    io diffido di caffè zuccherato
    io diffido di chi ha tradito
    io diffido di dolci al caffè
    io diffido di chi mente spudoratamente
    io diffido di tacchi alti
    io diffido di chi non dice la verità sempre
    io diffido di insetti in genere
    io diffido di chi è troppo sicuro si sé
    io diffido di sa nuotare
    io diffido di chi "stavo giusto per chiamarti"
    io diffido di chi "ti insegno a nuotare"
    io diffido chi non ama i bambini
    io diffido di chi "la mia città è la più bella del mondo"
    io diffido di chi non rispetta gli animali
    io diffido di chi fa elenchi sconclusionato come questo
    io diffido di chi è insicuro (osp ma questa sono io!)

    visto che aveva lanciato l'idea mi sono sentita in dovere di fare questa cosa, non so neppure come chiamarla.
    Vi sembra strana? leggete attentamente, non lo è, se trovate la chiave di lettura.
    Spero che con questo lezzo, mi sia perdonato quello dei primi commenti, Guardiano.
    E dai!

    Kiksister

    RispondiElimina
  12. Anch' io diffido.
    Diffido di molte cose e di molte persone.
    Ma un giorno mi e' capitato di incontrare sulla mia strada una persona davvero speciale... l' unica di cui mi sia fidata subito.
    L' unica che il mio istinto, sin dal principio, mi ha detto che non c'era nulla di cui diffidare, ma solo di lasciarsi andare... di abbandonarsi fiduciosa.
    E, come una fogliolina... caduta da un ramo secco... ho iniziato a volteggiare nell' aria, sospinta da correnti di aria calda, su nel cielo, libera nella sua danza...
    E lassù ho incontrato aquiloni colorati che sfidavano il vento, gabbiani che planavano lievi, ho visto nuvole di zucchero filato e sono stata accarezzata da un vento fresco di Ponente...
    Quella fogliolina si e' lasciata trasportare dal flusso della vita, senza resistenza alcuna.
    Ed e' stato bellissimo.
    E quella persona speciale - pensa! proprio come te - pur dicendo che diffida dei presuntuosi che ostentano di conoscere le risposte alle domande che giacciono nel limbo dei "pensieri-non ancora pensati"... be'... quella persona non ha mai diffidato di me neppure per un attimo :-)

    Sorella Capone ;-)

    RispondiElimina

Non saranno pubblicati:

* messaggi non inerenti al post
* messaggi totalmente anonimi (cioè senza nome e cognome o pseudonimo)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee


Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio (potete rispondere in calce al commento a cui volete fare riferimento)
Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.