Pagine



MI PRENDERO' CURA DI TUTTI I TUOI SOGNI


PER ANDARE DOVE DOBBIAMO ANDARE....





Oggi è una giornata particolare. Sono all'inizio della mia terza settimana consecutiva di lavoro qui in città, sono vigile, ma molto stanco. 

Avevo bisogno di sorridere un pò e allora la mente è corsa a questa scena, per tanti motivi. Ognuno di voi potrà immaginare quale sia, ognuno avrà in parte ragione, ma mi sa che solo una delle persone che la vedrà, sorriderà appieno e fino in fondo :-)


Sai che facciamo? Questa è la piazza principale? Sediamoci qui, quella quà passa

 
Esilarante, ne avevo davvero bisogno



21 commenti:

  1. ahahahahah,i fratelli Caponi che siamo noi,Totò patrimonio dell'umanità...con De Filippo,Loren,Troisi,perdonatemi se non ne annovero altri,al momento questi sono indelebili per me...
    cmq preferisco a tutte la scena di Miseria e nobiltà,"Lettera a lu cumpar nipot"e quando per mangiare Totò deve andare a pignorare il famoso "Paltò di Napoleone",mi sa che se la vedi Guardiano sorriderai appieno e fino in fondo :-)

    Saluti Aug!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido i fratelli Capone e vi includo la sorella, per l'immensamente eterno. Condivio Massimo Troisi, ho per lui una sorta di venerazione. Non sono d'accordo su Edoardo, le sue opere sono immense, lui mi lascia sempre un'ombra che non mi piace. La Loren? Mah.

      Ho scelto questa scena perchè fa parte di un film che adoro e che ci consente, ancora oggi, di sorridere solo citandolo.

      dal freddo caldo, alla frase A Milano la nebbia c'è ma non si vede, per continuare su quella del Maitre che ce lo fa il servizio, etc etc. Non è un cult movie, ma qualcosa che è andato oltre, ha fatto storia con la lettera, è di una bellezza sublime con Malafemmena etc etc etc. Qui si trova davvero di tutto.

      Adoro

      Elimina
  2. De Filippo...lascia un'ombra che non ti piace?
    Rispetto la tua opinione ma non la condivido,se le sue "Opere" sono immense sarà dovuto proprio alla sua "ombra",e se è la sua vita d'uomo che non ti piace,guarda che Totò non era un santo :-)) « Lo sforzo disperato che compie l'uomo nel tentativo di dare alla vita un qualsiasi significato è teatro » uno dei tanti manoscritti di Edoardo,ma come sempre la mia resta una modesta opinione...contestabile...
    Per quanto riguarda la Loren,bhè quando vedo e rivedo alcuni film,ne cito uno come "esempio" "La ciociara",se i "premi" ricevuti sono fioccati solo per la bellezza...mah!cmq la mia resta un'opinione modesta e contestabile...
    Aug!:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessuno ha imputato alla Loren il fatto di sapere o meno recitare, ne entro nel merito o meno dei premi. Il mio rimane un mah, semplicemente non sono convinto.

      Nessuno ha parlato di vita privata, ne di Totò ne di Edoardo, non l'ho scritto da nessuna parte anche in questo caso. La mia è solo una sensazione che provo quando lo vedo. Discutibile, che non può essere condivisa, ma mia, spero meriti rispetto.

      Lo stesso che provo verso i tuoi commenti, che però, perdonami, per l'ennesima volta trovo ammantantati di velate polemiche, di cui non capisco il senso.
      Mi sa che oltre ad essere stanco, sono anche più stupido del solito, se hai bisogno di sottolineare che le tue sono opinioni personali. Credimi lo so da me e le accetto come tali, anche perchè ognuno ha delle opinioni che sono solo sue.

      Davvero non capisco il senso della tua acrimonia, ma forse sono solo io che sono molto stanco o più rinco del solito.

      Elimina
  3. aspè mò vado a cercarmi il significato di acrimonia e ammantantati,
    :-)comunque le mie restano sempre opinioni modeste e contestabili,specialmente dal padrone di casa
    :-)

    che fai guardiano leggi tra le righe?stai sempre a puntualizzàre,eeeee su con la vitaaaa sususususu:-)
    l'ultima frase ci sta una meraviglia....stanco e rinco...:-))))
    Aug! tribù piedi per terra.

    RispondiElimina
  4. Per me la Loren è da dimenticare sia come donna sia come attrice, ha sempre solo pensato ai soldi; e poi quelle reclam sul prosciutto... alla faccia di chi muore di fame.Totò, a me non ha mai fatto ridere, umorismo povero direi da bettola, scusate ma io la vedo così.

    C.F.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Accetto e pubblico, come sempre, ogni tipo di opinione, anche se lontanissima dal mio modo di vedere le cose.

      Ciò che non mi piace nel tuo commento è quell'affermazione co ncui tacci le battute di Totò come umorismo da bettola, la trovo denigratoria verso chi ride alle battute del Principe De Curtis e se permetti, volendo utilizzare il tuo stesso stile di scrittura, potrei semplicemente risponderti che non sei in grado di comprenderle oppure, che ti soffermi su quelle grevi e non riesci a leggere in molte di loro la seconda chiave di lettura e via discorrendo.

      La verità è caro/a C. F., che quando si deve esprimere un giudizio, non si dice FA SCHIFO, ma semplicemente basta affermare che non è di proprio gradimento. A me così è stato insegnato in questo modo e trovo che sia molto rispettoso dei gusti altrui, senza assurgersi al ruolo di giudice infallibile.

      Perdonami la durezza della risposta, ma credo da sempre che come io rispetto le altrui opinioni, anche le mie hanno un valore e vanno rispettate, contrastate, ma sempre rispettate.

      Elimina
  5. TRATTO DA FACEBOOK

    Angi Ciuraru

    simpaticissimi....ahahahah

    RispondiElimina
  6. Io no ho detto che FA SCHIFO, ho solo espresso il mio pensiero, ma noto con dispiacere che bisogna essere sempre daccordo con i tuoi gusti. Scusa se ti ho offeso, ti assicuro che non era nelle mie intenzioni, però dovresti essere un pò più elastico, non tutti la pensano come te; ed è certo che non mi pronuncerò più
    C.F.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  7. Cara Aug, tutti noi esprimiamo la nostra opinione sui post che leggiamo.
    Ce ne viene data la possibilità, esiste uno spazio apposta.
    Credo che lo scopo sia quello di dare a tutti noi l'opportunità non solo di criticare, ma anche quella di interagire tra noi, anche escludendo il Guardiano e di conoscerci.
    Ci sono persone che ormai mi sembra di conoscere da sempre, proprio perché ho letto tutti i loro commenti di questi anni.
    Alcuni ci sono ancora, altri sono spariti, ma ci fanno ancora compagnia sui post, i loro commenti ci sono ancora.
    Avrai altresi notato che siamo arrivati ad utilizzare questo spazio anche per scambiarci i saluti.
    Quello che non ho mai visto, fino ad oggi e l'utilizzo di questa possibilità per criticare l'autore dei post , invece che lo scritto.
    Sarà solo una mia impressione, ma sembra che tu venga a leggere solo per trovare lo spunto per attaccare il Guardiano.
    Molto probabilmente avrai delle questioni irrisolte con lui, ma dovresti chiarirti in privato, visto che esiste anche questa possibilità, non utilizzare la spazio dei commenti.
    Non sto dicendo che si debbano fare solo commenti positivi, sto dicendo che il modo di farli potrebbe essere più calmo e non offensivo per chi li legge poi, mi riferisco a noi, oltre che al Guardiano.
    Quando farai delle critiche ai post e queste saranno in sintonia con l'argomento trattato, sono sicura che sarà un piacere leggerti e interagire con te.

    Uvs

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gentile uvs,potresti delucidarmi sui commenti offensivi e poco calmi e non in sintonia inerenti al post in questione? Se invece il riferimento è a quelli passati,sottolineo il mio semplice modo di esprimermi modesto,forse non in sintonia con l'elevato intelletto dei naviganti che frequentano il blog del "caro Guardiano",forse cè una sottile ironia,innata dentro di me,ma arrivare ad offendere,credimi, sono ben altre le offese...
      Per quanto riguarda le questioni irrisolte,se solo volessi chiarirmi in "privato"mi basta prendere l'auto e raggiungerlo comodamente...e prendere un bastone (SCHERZO),:-)))il Guardiano lo sa!Ciao uvs...
      Aug! piedi per terra!!!!

      Elimina
  8. caro/a C.F., anch'io non sono una patita di Totò, ma considero la sua comicità ( perdonate il termine semplice) calata nel tempo e nella situazione italiana. Parliamo di anni difficili, in cui non c'era la tv, e solo il teatro, il cinema e l'avanspettacolo erano i mezzi di divertimento disponibili per tutti. Eravamo persone più semplici,ci divertivamo con cose semplici, non avevamo la presunzione di mostrarci snob, almeno la più parte.
    Totò divertiva i semplici con l'effetto immediato della prima lettura delle sue battute, ma era una persona molto intelligente,e la sua comicità rivelava un secondo gradino di lettura a chi fosse stato altrettanto intelligente da essere in grado di farlo.
    Ripeto, non sono una fans , ma riconosco che è stato un grande comico, intelligente e un capostipite della comicità anche impegnata che è seguita negli anni e lo rispetto.
    Lo stesso rispetto che ho per i semplici che si fermano al primo livello e ridono senza vedere oltre e pensano che fosse solo un comico.

    u.v.s.

    RispondiElimina
  9. Questo film è, nella filmografia di Totò (che posseggo tutta), di gran lunga il mio preferito. Esilarante in ogni sua parte. Puoi guardarlo cento volte , diverte sempre allo stesso modo. Penso che molti di noi sappiano le battute a memoria e siano in grado di anticiparle nel momento in cui lo si riguarda. Hai ragione tu, Guardiano, a parte le battute che dovevano strappare la risata facile al pubblico di cinquant'anni fa, ce ne sono altre in cui bisogna cogliere il riferimento a volte politico, a volte di costume (dei tempi) e via dicendo e qui mi riferisco, in generale, a tutti i suoi films.
    Trovo banale e superficiale classificare questo come umorismo da bettola (mi permetto di dirlo, perché questa espressione non è manifestazione di gusto personale, ma è un vero e proprio "giudizio").
    Una ricetta per cambiare il colore di una giornata grigia? Guardare un film di Totò: provare per credere!
    Un commento su Eduardo (l'ho sempre visto scritto e pronunciato con la "u"): GRANDISSIMO!!!!!

    RosaEmme

    RispondiElimina
  10. I due commenti ultimi sono il mio pensiero esteso ai massimi termini.
    Mi spiace davvero cf se un futuro non trovero' più nessun tuo pensiero, perché ti ripeto accetto le critiche, ma quella dava ad intendere altro. Tutto lì.

    Rosa forse ho vissuto poco e male Edoardo non lo so, ma li abbiamo opinioni diverse

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'opinione che ciascuno di noi si fa, in questo caso, di un personaggio,è certamente molto soggettiva e si basa tanto sull'approccio che si è avuto con le sue opere (che però tu hai definito immense ed io sono pienamente d'accordo) e con l'interprete (lo stesso Eduardo). Tu sei giovane e probabilmente non hai avuto modo di assistere con una certa frequenza alle sue interpretazioni per apprezzarne tutta la loro intensità, ma non voglio entrare in merito a questo, perché le opinioni sono opinioni, appunto. Voglio invece spiegarti perché io lo trovo un grandissimo interprete, oltre che un grandissimo autore.
      Quando ero ragazzina , in TV rappresentavano spesso le commedie di Eduardo ed io le seguivo sempre. La cosa che mi colpiva ogni volta, e mi colpisce ancora adesso, era la naturalezza, l'espressività, l'intensità dei suoi dialoghi e monologhi (memorabile la spiegazione del rito del ragù o di quello del caffè, seduto sul balconcino di fronte ad un interlocutore che non si vede mai, ma è come se ci fosse, tanto da far apparire il suo monologo, un dialogo).
      Questa sua capacità di rendere così reale la finzione, mi ha sempre conquistato. Non sono certo un critico d'arte, vado a sensazione e posso dirti che Eduardo mi ha sempre dato emozione. E poi, chi meglio di lui può rendere veramente il senso di quello che lui stesso ha scritto? Grande l'opera, grande l'interprete.

      Rosa

      Elimina
  11. Sono l' ultima (come sempre)... e "avete gia' detto tutto" ;-))
    Che aggiungere?
    Niente sostanzialmente :-))
    E' certo che i gusti sono gusti e che ciascuno ha i propri, ma ci sono dei "patrimoni culturali" che sono dell' Umanita' e poco si prestano ad un'analisi critica SOGGETTIVA.
    Toto', paradossalmente, e' egli stesso Stile... stile narrativo, stile cinematografico, sociolinguistico... e se ne puo' solo fare un' analisi OGGETTIVA.
    Poi, ripeto, puo' piacere o non piacere, ma negare la vivacita' dell' intelletto e la sua prontezza nella battuta, la comicita' sempre pulita e mai volgare e l'ironia di un grande attore come Toto' e' impossibile.

    E, comunque, in ogni caso... io mi siedo con te e aspetto che passi di qua... tanto, anche se cala la nebbia non si vede e quindi, a noi che ce ne importa???!
    Noi aspettiamo ;-)))))

    Sorella Capone (gia' Eretica)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie sorella Capone :-)

      La tua difesa, non d'ufficio, me l'aspettavo però, sarà che ti sei sentita chiamata in causa?

      Grazie e allora appuntamento sotto "l'arco di Tito, lì a Piazza di Spagna"

      Elimina
    2. Non manchero'! ;-)
      ahahahahaha... ahhahahhah...

      Sorella Capone

      Elimina
  12. Spesso le cose troppo semplici sembrano banali per chi non sa comprenderne il vero significato! Totò sapeva essere sublime nella sua semplicità facendo sorridere qualsiasi tipo di pubblico... Colto e meno istruito ... Sapeva arrivare al cuore della gente e farli sorridere in un epoca dove non c'era molto per cui divertirsi.... Lo trovo un grande e ... Gradito omaggio "guardiano" ... Hai scelto benissimo!
    Daniela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie del tuo commento.

      Non me lo aspettavo, perchè di solito ti esprimi poco pubblicamente, ma è sempre per me una gioia immensa leggerti. Sapere poi che gradisici anche Totò, al punto da definirlo grande, mi fa davvero piacere.

      Bacio

      Elimina

Non saranno pubblicati:

* messaggi non inerenti al post
* messaggi totalmente anonimi (cioè senza nome e cognome o pseudonimo)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee


Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio (potete rispondere in calce al commento a cui volete fare riferimento)
Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.