Pagine



MI PRENDERO' CURA DI TUTTI I TUOI SOGNI


NEWS - Storie di donne





 Da La Stampa.it del 16 Giugno 2011 di  Francesca Paci


Correva l’anno 1985, quando la studiosa americana Mary Anne Warren denunciava, pioniera, i rischi dello sterminio volontario di un genere sessuale nel saggio «Gendercide: The Implications of Sex Selection». È passato un quarto di secolo e lungi dal rivelarsi un’iperbolica previsione, il «gendercidio», punta avanzata della crescente violenza contro le donne, si è trasformato in drammatica attualità.


Per continuare la lettura  clicca qui



 Da Repubblica.it del 17 Giugno 2011 di  Romina Marceca


Per dieci ore è rimasta dentro la sua auto. Morta. Tra l'indifferenza di passanti, negozianti e residenti indaffarati nel tran tran quotidiano. Un'intera città le è passata accanto senza rendersi conto che quella donna di 73 anni al volante di una Citroen C3, parcheggiata al margine di una delle strade più caotiche della città, aveva avuto un malore e stava morendo.


Per continuare la lettura  clicca qui 



Da Corriere.it del 17 Giugno 2011 

GROSSETO - Una donna di 23 anni, all’ottavo mese di gravidanza, ha perso il bambino per distacco della placenta. La giovane viveva col marito da oltre due settimane in un’auto dopo essere stata sfrattata da un albergo della Curia a seguito della scadenza di una convenzione con i servizi sociali. La vicenda è avvenuta a Grosseto. La coppia, di origini egiziane ma da tempo in Italia, non avrebbe ancora presentato un esposto.


Per continuare la lettura  clicca qui 



E  ANCORA OGGI





SAKINEH NON DEVE MORIRE

5 commenti:

  1. Per quel che riguarda la condizione femminile delle donne del mondo arabo....piu' che esprimere solidarieta' e presenziare a qualche manifestazione...protestare... raccogliere firme.... piu' di questo non possiamo fare... :(
    ma quando si tratta di casa nostra... beh.... e vergognoso!!!!
    ma ci vuol tanto.... nel dubbio....se proprio uno ha timore di avvicinarsi....a fare una telefonata al 118 o al 112????
    Forza ragazzi.... svegliamoci dal torpore in cui siamo precipitati.....ci vuole cosi poco ad avere un po' di umanita'.... :(


    Eretica

    RispondiElimina
  2. Non sono riuscita a leggere il secondo articolo,ma dall'introduzione immagino il contesto, brutta bestia l'indifferenza , la mancanza di carità,Grosseto ho visto ha meno abitanti di Sassari, mi serve come metro di paragone per una riflessione,io cittadino che vedo una donna in cinta che vive in macchina non
    posso poi prendermela solo contro le autorità
    per quello che è successo....
    io cittadino che ho visto mi vergogno per non essermi messo il problema del perche' quella situazione esisteva lì davanti a me,
    mi vergogno di non essermi presentato dal mio sindaco per chiedergli quanti fondi straordinari
    può valere la sua dignità di primo cittadino,
    rispetto a quella dell'ultimo.
    nonnina

    RispondiElimina
  3. Giusto Nonnina!
    Condivido in pieno! :(

    Eretica

    RispondiElimina
  4. TRATTO DA FACEBOOK

    I servizi sociali! SEH!!!!
    Ma i preti delle varie diocesi.... quelli che della carita' ne fanno una professione di fede....
    dov'erano??????
    Forse in sacrestia.... a scolarsi l'ultimo goccio di vino...nonche' sangue e corpo di Cristo...
    Che schifo!!!!!
    :((((

    Eretica

    RispondiElimina

Non saranno pubblicati:

* messaggi non inerenti al post
* messaggi totalmente anonimi (cioè senza nome e cognome o pseudonimo)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee


Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio (potete rispondere in calce al commento a cui volete fare riferimento)
Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.