Pagine



MI PRENDERO' CURA DI TUTTI I TUOI SOGNI


COLLEZIONE SOLARE 2011 - Dormiente




PRIMA PUBBLICAZIONE DICEMBRE 2010


Il cervello è come avvolto da una sorta di gelatina bianca. Molliccia e appiccicosa, una barriera che non mi consente più di due pensieri sensati di fila e la banalità che già solitamente alberga nelle mie parole, adesso ne è diventata padrona.

Il fenomeno è però preoccupante perchè ha coinvolto anche qualcuno dei sensi.

La mia vista sembra osservare le cose che mi circondano, ma è come se vedessi lo schermo di un televisore dopo il suo passaggio al digitale terrestre, mi si parano davanti tanti puntini neri che si rincorrono su uno sfondo bianco e io mi sforzo ancora adesso di capire da dove devo iniziare a collegarli tra di loro e soprattuto una volta uniti tutti questi puntini, che immagine mi darà?
L'udito, quello invece è scollegato. Non riesco nemmeno più a sentire quello che mi dico da solo, figuriamoci gli altri.
Per il resto tutto nelle norma, sembra. Con tutti questi cenoni, se avessi perso anche il palato e l'olfatto, li potrei addurre come giusta causa per un suicidio.
Il tatto? Beh quello serve a poco già di suo, giusto il piacere di qualche carezza ai miei cari, quindi essendo già non pervenuto nella quotidianeità, non ho metri di paragone.

Insomma, la parte animalesca di me ha avuto ufficialmente il sopravvento e sono caduto in letargo.
Mi sento solo "virtualmente sveglio". E' come se fossi perso in una folla di zombie, ma nella realtà beatamente dormiente, con l'aggravante del fatto che sono conscio e questo mi fa sentire la testa e "il suo ripieno" terribilmente pesanti.

Forse è solo la stanchezza per un anno che è stato pieno di stravolgimenti. Alla fine di questo 2010 posso affermare che quasi tutte quelle che per me erano certezze lo scorso gennaio, adesso alla luce dei fatti, sono solo ricordi di un passato remoto e nulla più.
Forse è semplicemente l'aver preso coscienza che la nostra vita è come un tram. Ad ogni fermata salgono delle persone e ne scendono delle altre. Ed è sempre così, in un susseguirsi vorticoso di incontri. Qualcuno ogni tanto rimane a parlare con il conducente e allora ti affezioni, immagini ti possa capire, che voglia comprendere, che abbia voglia di condividere quel viaggio, ma è solo un'illusione, perché non solo vuole importi il suo stile di guida, ma anche la destinazione e allora sono io che cambio autobus e decidono di guidarne un altro.
Nessuno dovrebbe mai prevaricare gli altri, ne snaturarli, perché vuol dire non accettare il prossimo. Voler plasmare qualcuno a propria immagine e somiglianza è come giocare a fare Dio e io nella mia vita di altissimo ne accetto uno solo.

Rimane alla fine il fatto che mi sento come sospeso. Poche sono le circostanze che mi interessano realmente. Poche persone, forse solo qualcuna, ha realmente la mia attenzione e il fatto stesso che manchino, che ci siano per poco pochissimo tempo, mi fa beatamente immergere in questa condizione di cosciente quiescenza.

Probabilmente trascorrerò il prossimo fine settimana dormendo, almeno ritemprerò il fisico e darò ulteriore riposo a quella informa materia grigia che riempie la mia testa.
Ha davvero bisogno di una scossa, perché se non riesco nemmeno più a realizzare un acrostico semplice semplice, se non riesco a completare un sudoku di media difficoltà, vuol dire che sono alla frutta.

O solo in letargo in attesa di tempi migliori o forse solo diversi ...............



SAKINEH NON DEVE MORIRE


Nessun commento:

Posta un commento

Non saranno pubblicati:

* messaggi non inerenti al post
* messaggi totalmente anonimi (cioè senza nome e cognome o pseudonimo)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee


Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio (potete rispondere in calce al commento a cui volete fare riferimento)
Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.